rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Sport

Il Chievo a Roma imbarca acqua. Il mister: "Serve concretezza"

L'arbitraggio non stato dei migliori. Ma nemmeno le prestazione dei clivensi erano convincenti

Un arbitraggio che ha lasciato l’amaro in bocca. Certo, le prestazioni di ieri del Chievo in campo allo stadio Olimpico di Roma non hanno convinto. Ciò non toglie che alcune decisioni arbitrali sono apparse un po’ discutibili. Domenico Di Carlo, allenatore del Chievo, ha rilasciato alcune battute in merito alla partita persa contro la Roma. Queste le sue considerazioni a caldo dopo la partita: “Prendiamo questa sconfitta nel modo giusto e pensiamo a reagire. Dopo il ventesimo del primo tempo non siamo riusciti più ad essere compatti ed aggressivi. Nel secondo tempo abbiamo fatto molto meglio, ma bisogna fare gol per pareggiare le partite. Il secondo rigore ha chiuso la gara”.

Commentando la prestazione d Moscardelli per Paloschi il tecnico della Diga si è concesso una battuta scherzosa: “Si sarà fatto prendere dall’emozione. Gli attaccanti lavorano e giocano, ma conta che siano concreti. Non possiamo venire a Roma, creare 12-13 occasioni da gol e non segnare. Dobbiamo essere più concreti”.


Il tecnico del Chievo è tornato sugli episodi che hanno deciso le sorti del match giocato dalla propria squadra sul campo dell’Olimpico contro la Roma: “L’arbitro ieri ha preso decisioni troppo leggere, o non le ha prese…. Loro hanno meritato il 2-0 per il gioco, ma entrambe le squadre avevano espresso un buon gioco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Chievo a Roma imbarca acqua. Il mister: "Serve concretezza"

VeronaSera è in caricamento