menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Hellas vicino al baratro, adesso  vietato sbagliare

Hellas vicino al baratro, adesso vietato sbagliare

Hellas vicino al baratro, adesso vietato sbagliare

Il match di luned sera contro la Reggiana rischia di diventare decisivo per il futuro della societ

"Le sfide sono belle da fare, ma vanno vinte. Io comunque continuo ad avere molta fiducia nel futuro". Sono parole di Andrea Mandorlini. Lunedì con la Reggiana l'Hellas si ritroverà ancora una volta a fare i conti con un passaggio fondamentale. Non vincere significherebbe, con tutta probabilità, chiudere un altro capitolo della storia del Verona.

Il presidente Martinelli lo sa, un altro fallimento aprirebbe un baratro dal quale, a quel punto, diventerebbe quasi impossibile risalire. Forse può essere letto anche in quest'ottica il ripensamento della società nei confronti di Mauro Gibellini, il ds prima sfiduciato e poi riconfermato al suo posto: se naufragio deve essere, si affonda tutti insieme. Mandorlini, a questo punto, deve affrontare la sfida.

Lui che ha vissuto la stagione del Cluji proprio come una scommessa, si ritrova a dover salvare una squadra e una società come l'Hellas da un destino che nessuno, a inizio stagione, e dopo le vicende dello scorso campionato, aveva messo in preventivo. Staremo a vedere come andrà a finire. Quel che è certo è che lunedì sera contro la Reggiana, al Bentegodi, assisteremo a un match da dentro o fuori, più di una finale. Il Verona visto contro il Gubbio non ha messo in campo le energie nervose necessarie per vincere, ha ammesso lo stesso Mandorlini. Bene, adesso però non si può più sbagliare. Dentro o fuori, e si salvi chi può.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento