Sport Stadio Bentegodi

Hellas Verona - Torino, le probabili formazioni | Agostini torna a disposizione

Mandorlini ritrova il suo terzino sinistro e ora può schierare il miglior undici possibile, fatta eccezione per l'infortunato Maietta: in attacco Martinho in vantaggio per una maglia da titolare. Ventura intanto deve fare i conti con le diffide in vista del derby, con lo stesso Cerci a rischio panchina

La ventiquattresima giornata del campionato di serie A si chiude lunedì sera con il posticipo del Bentegodi tra Hellas Verona e Torino.

I gialloblu, reduci dall'impresa casalinga della scorsa settimana contro la Juventus, intendono proseguire il loro cammino che porta a quota 40 punti proprio contro l'altra torinese, riagganciando così l'Inter in classifica. Se infatti l'obiettivo societario resta comunque la salvezza, Mandorlini e soci non vogliono lasciarsi sfuggire la possibilità di raggiungere un traguardo assolutamente insperato come la qualificazione per la prossima Europa League. 

I granata distano solo tre lunghezze dagli scaligeri in classifica e arrivano dalla brutta sconfitta casalinga subita tra le mura casalinghe per mano del Bologna. Gli uomini di Ventura però, come gli scaligeri, sono ansiosi di raggiungere e superare la quota salvezza per potersi dedicare a mire più prestigiose. Il Toro quindi difficilmente si presterà al ruolo di vittima sacrificale, ma proverà certamente a fare bottino pieno.

QUI HELLAS VERONA - "Vedo questa partita come uno scontro diretto su chi arriva per primo a 40 punti, è un match importantissimo. Verona e Torino segnano tanti gol ma per una volta mi piacerebbe farne e basta, stiamo cercando di subirne qualcuno in meno. Verona e Torino? Hanno molte analogie, una grande storia alle spalle, ho la fortuna di essere stato in entrambi i club. Gli ultimi minuti di Verona-Juventus? Li ho rivisti, mi sono quasi commosso. L'Europa? Insensato pensarci troppo adesso, quasi brutto. Non so dove arriveremo alla fine, certo siamo orgogliosi di quanto fatto finora. Ventura? Le sue squadre hanno una forte idea di gioco, con attaccanti che attaccano la profondità in modo molto efficace, anche all'andata sono riusciti a metterci in difficoltà. Hanno grande abilità nel ribaltare l'azione". Mandorlini mette da parte le illusioni che possono nascere guardando la classifica e tiene i piedi per terra. Il tecnico ravennate per questo match recupera anche Agostini, il solo Maietta resta quindi l'unico assente forzato per gli scaligeri. Con Moras ci sarà Marques a completare la coppia di centrali difensivi, mentre sulla destra troveremo il solito Cacciatore. Nonostante gli esperimenti  avvenuti durante la settimana, a centrocampo troveremo ancora Romulo, Cirigliano e Hallfredsson, mentre in attacco Martinho sembra aver superato la concorrenza di Jankovic e Gomez per affiancare Toni e Iturbe. 

QUI TORINO - Con il solo Gazzi assente per infortunio, Ventura deve però fare i conti con i diffidati che rischiano di saltare la stracittadina torinese della prossima settimana. Cerci, Glik, Kurtic, Immobile, Maksimovic e Padelli: sono tutti a rischio squalifica e il tecnico genovese potrebbe decidere di risparmiare qualcuno di loro. E proprio Cerci potrebbe essere uno degli indiziati per il turnover, l'attaccante infatti fino ad ora ha giocato tutte e 23 le partite disputate ed è possibile quindi che gli venga concesso un po' di riposo. Al suo posto dovrebbe giocare proprio il veronese Meggiorini. In forte dubbio anche Darmian, che ha passato gli ultimi giorni a curare un fastidioso mal di schiena, e che dovrebbe essere sostituito da Basha. In forse anche Glik, con il rientrante Bovo pronto a sostituirlo. 

ARBITRO - Gianluca Rocchi di Firenze.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Torino, le probabili formazioni | Agostini torna a disposizione

VeronaSera è in caricamento