Sport Centro storico / Marcantonio Bentegodi

Hellas Verona - Torino 2-2 | Due volte in vantaggio i gialloblu si fanno rimontare

Finisce in parità la sfida delle 12.30 tra Hellas e Torino. Un punto che va un po' stretto alla squadra di Mandorlini, brava ad avere sempre in mano il pallino del gioco. Il Toro caparbio, mai in confusione, alla fine porta a casa un punto molto prezioso

Non è bastato andare in vantaggio due volte alla squadra di Mandorlini per vincere la sfida contro il Torino. Il Verona porta a casa un punto e qualche rammarico, soprattutto per non aver saputo gestire meglio il secondo vantaggio, subendo il goal del pareggio dopo quasi nemmeno un minuto. Resta ad ogni modo una prestazione convincente sotto il profilo dell'intensità e del gioco, con i padroni di casa che sin dall'inizio si sono imposti costringendo il Toro a giocare sulla difensiva. La squadra di Ventura ha comunque avuto il merito di non demordere, riuscendo a restare ordinata in campo e pericolosa nelle sue rare uscite offensive, strappando così un ottimo punticino in trasferta.

Nel primo tempo è il Verona a fare la partita, con un buon possesso palla che costringe gli ospiti ad arretrare il proprio baricentro. In attacco non c'è Jankovic e al suo posto gioca Siligardi, mentre a centrocampo esordio in gialloblu per Viviani. Proprio quest'ultimo da calcio piazzato riesce in più di un'occasione ad imbeccare prima Marquez, poi Moras e Gomez che di testa sfiorano il vantaggio. Il Verona fa la partita e il Torino si difende, senza però correre grandi rischi. Il primo tiro in porta dei Granata porta la firma di Bruno Peres che al 30' scaglia di sinistro un pallone facile preda di Rafael. Al 40' Greco s'improvvisa funambolo e riesce a bersi due difensori avversari in un fazzoletto, crossando poi dal vertice sinistro dell'area al centro per Luca Toni. L'attaccante gialloblu è strepitoso nella girata di testa, ma Padelli ci arriva con la manona in tuffo. L'impressione è che l'Hellas meriti il vantaggio, che però non arriva. Allo scadere della prima frazione Gomez pesca bene Toni in area che di testa la spizza fuori: grandi proteste per una presunta trattenuta in area di Bovo sull'attaccante (espulso dalla panchina l'allenatore dei portieri del Verona), ma per l'arbitro è solo rimessa dal fondo. Finisce in parità un primo tempo meglio gestito dall'Hellas e a Verona inizia a piovere.

Il secondo tempo si apre subito col botto: al 47' Jansson sbilancia Gomez in area e l'arbitro fischia il rigore. Il contatto è lieve, ma per Irrati molto vicino all'azione non ci sono dubbi. Dal dischetto va Luca Toni che con freddezza calcia centrale sotto la traversa: Verona in vantaggio al 48'. Dopo una raffica di cambi, il Toro reagisce con Glick che di testa da pochi passi non riesce a centrare il bersaglio grosso. I Granata ci provano e il Verona non riesce a trovare il colpo del k.o. Al 65' arriva il pareggio del Torino, dopo un'incursione sulla destra di Quagliarella, per il resto piuttosto opaco, che mette in difficoltà Rafael con un tiro incrociato. La respinta dell'estremo difensore veronese finisce proprio sui piedi di Baselli che lasciato troppo solo deve solo appoggiare in rete a porta sguarnita. Tutto da rifare per la squadra di Mandorlini. Cinque minuti dopo arriva il nuovo vantaggio del Verona: punizione da posizione centrale sulla trequarti di un precisissimo Viviani che pesca libero in area avversaria Gomez. Girata di testa vincente e nuovo vantaggio gialloblu al 70'. Ma la festa sugli spalti è troppo breve: dopo circa un minuto il Toro trova con Acquah il goal del nuovo pareggio. Cross di Molinaro dalla fascia sinistra, Rafael esce dai pali con i pugni e respinge il pallone al limite dell'area, dove pronto a raccogliere e ribattere a rete con il piatto destro, a porta sguarnita, c'è però il centrocampista del Torino. Pareggio immediato e Bentegodi gelato. Entra anche Pazzini nel Verona, ma il risultato non cambia: nei nervosi minuti finali nuove proteste di Toni per un fallo in area di Bovo, con Irrati che lascia però correre.

"Non siamo riusciti a vincere una partita che potevamo vincere", sarà il caustico commento del tecnico Mandorlini a fine gara. In effetti il Verona ha spesso dato l'impressione di poter portare a casa i tre punti, ma è mancato forse un po' di cinismo sotto porta, non riuscendo mai a trovare il guizzo giusto per chiudere il match al momento opportuno. Il Toro ha avuto il merito di non andare in confusione in occasione del doppio svantaggio, ma anche la fortuna di riacciuffare subito la partita dopo la  rete al 70' da parte di Gomez. Il prossimo turno il Torino affronterà in casa la Sampdoria, mentre l'Hellas domenica 19 settembre alle 15.00 dovrà andare a Bergamo dove ad attendere i gialloblu, al momento fermi a quota 2 punti in classifica, ci sarà l'Atalanta.

PRIMO TEMPO - Iniza il Match del Bentegodi. Primo angolo della partita, conquistato sulla sinistra da Suprayen: sugli sviluppi al 2' Marquez di testa in torsione gira il pallone di poco alto sopra la traversa. Buona occasione per l'Hellas. Giropalla del Verona con il Torino sornione in questo avvio di partita. Lancio lungo per Quagliarella al 5', si difende bene d'esperienza Marquez, palla tra le braccia di Rafael. Ammonito Avelar al 10' nel Torino, per fallo su Siligardi dopo un bel contropiede dell'Hellas. Ancora Marquez al minuto 11' pericolosissimo di testa sugli sviluppi della punizione dalla sinistra di Viviani. S'infortuna Avelar nel Torino al 14': entra al suo posto Jansson. Molinaro si risistema sull'esterno a sinistra. Ancora dalla sinistra su punizione al 16' Viviani scodella al centro dove arriva Moras che la spizza verso la porta: palla fuori alla destra del palo, ma nuova occasione per il Verona. Al 21' ancora da palla ferma, questa volta dalla fascia destra, Viviani crossa al centro per Gomez che di testa manda fuori: azione però viziata da fuorigioco. Al 30' Bruno Peres rientra sul sinistro e calcia in porta per la prima conclusione granata: nessun pericolo per Rafael che blocca in scioltezza. Incursione sulla fascia sinistra di Molinaro e Marquez costretto a chiudere in angolo al 35': dal corner nessun pericolo per la difesa del Verona. Grande giocata di Greco al 40' che si beve due avversari con un grande dribbling di suola sul vertice sinistro dell'area e poi crossa al centro: Toni di testa gira in porta dove però è bravo Padelli in tuffo a deviare. Verona propositivo. Mischia furibonda in area granata al 43', sugli sviluppi di un corner, con il pallone che balla nell'area piccola senza che nessun giocatore del Verona riesca a calciare in porta. Palla nelle braccia di Padelli, ma il Torino soffre la pressione gialloblu. Gomez al 45' la piazza al centro dalla sinistra, arriva Toni di testa che la tocca sul fondo e protesta per una trattenuta in area: per l'arbitro è semplice rimessa dal fondo. Dopo l'episodio contestato, espulso dalla panchina del Verona per proteste il preparatore dei portieri. Sono tre i minuti di recupero concessi da Irrati. Finisce la prima frazione sul risultato di 0 a 0. Verona meglio del Torino, ma manca il goal.

SECONDO TEMPO - Si ricomincia con il Verona che attacherà da sinistra a destra. Calcio di rigore al 47' per il Verona: ingenuità clamorosa di Jansonn su Gomez. Va Toni dal dischetto: botta centrale e goal del vantaggio al 48'. Resta qualche dubbio sul fallo del rigore, il contatto è leggero ma tale da sbilanciare Gomez: Irrati era comunque molto vicino all'azione. Al 51' esce Obi nel Torino ed entra Acquah. Siligardi al 55' riceve palla sulla destra, si accentra e calcia col mancino: palla fuori dallo specchio della porta. Piove a dirotto a Verona. Calcio d'angolo conquistato da Suprayen al minuto 57': Pisano riceve palla dal corner e di testa spedisce alto. Cambio nel Toro: esce al 58' Belotti ed entra Maxi Lopez. Vicno al pareggio il Torino al 60' sugli sviluppi di un corner con Glick che di testa va alto sopra la traversa. Entra Jankovic al posto di un ottimo Siligardi nel Verona al 62'. Ammonito al 64' proprio Jankovic per fallo su Molinaro lungo la fascia sinistra. Pareggio di Baselli al 65': tiro a incrociare di Quagliarella dal vertice destro dell'area e Rafael che respinge sui piedi dell'accorrente Baselli. Facile a porta vuota l'appogio in rete del giocatore del Toro, lasciato colpevolmente troppo solo. Nuovo vantaggio dell'Hellas, sugli sviluppi di un calcio piazzato di Viviani dalla trequarti in posizione centrale al minuto 70': a ricevere il filtrante in area c'è pronto Gomez che riesce a deviare il pallone in rete. Pareggia subito il Toro dopo neanche un minuto al 71': cross dalla sinistra di Molinaro, respinto da Rafael con i pugni. Al limite dell'area arriva Acquah che di prima intenzione con il piatto destro riesce a scaricare in rete con il portiere dell'Hellas ancora fuori dai pali.  Ammonito Marquez al minuto 80' per fallo su Baselli a centrocampo. Dentro Pazzini per Gomez al minuto 82' e Ionita per Sala. Bella giocata di Pazzini al minuto 86' che dopo un controllo spalle alla porta, si accentra da destra a sinistra e conclude con il mancino da fuori area: il tiro finisce alto sopra la traversa. Sono quattro i minuti di recupero concessi dall'arbitro. Protesta per un rigore Toni al 91', dopo l'ennesimo scontro in area con Bovo: l'arbitro ammonisce lo stesso attaccante gialoblu per proteste. Partita nervosa sul finale: ammonito al 93' anche Baselli per un fallo a centrocampo. Terzo ammonito nel recupero: Greco stende Quagliarella lanciato in contropiede al 93'. Finisce in parità il match del Bentegodi: Verona più padrone del campo specie nella prima frazione, ma un Torino ben organizzato merita il punto conquistato con caparbietà ribattendo colpo su colpo.

HELLAS VERONA - TORINO 2-2

MARCATORI: 48' Toni (HV), Baselli 65' (TO), Gomez 70' (HV), Acquah 71' (TO)

HELLAS VERONA 4-3-3 1 Rafael; 3 Pisano, 4 Marquez, 18 Moras, 60 Suprayen; 26 Sala (82' 23 Ionita), 24 Viviani, 19 Greco; 26 Siligardi (62' 7 Jankovic), 9 Toni, 21 Gomez (82' 11 Pazzini).

A disposizione: 95 Gollini, 6 Albertazzi, 5 Helander, 22 Bianchetti, 41 Winck, 2 Romulo, 13 Wszolek, 97 Checchin, 20 Zaccagni. Allenatore: Mandorlini

TORINO 3-5-2 30 Padelli; 5 Bovo, 25 Glik, 3 Molinaro; 33 Peres, 16 Baselli, 20 Vives, 4 Obi (51' 6 Acquah), 26 Avelar (14' 18 Jansson) ; 27 Quagliarella, 9 Belotti (58' 11 Lopez,).

A disposizione: 1 Ichazo, 13 Castellazzi, 96 Mantovani, 15 Benassi, 7 Zappacosta, 23 Prcic, 17 Martinez, 22 Amauri. Allenatore: Ventura

Arbitro: Irrati

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Torino 2-2 | Due volte in vantaggio i gialloblu si fanno rimontare

VeronaSera è in caricamento