Sport Stadio / Piazzale Olimpia

Hellas Verona - Spezia 1-1 | Salcedo illude gli scaligeri, Saponara li riaggancia

Entrambe le reti sono arrivate nella ripresa, con il giovane attaccante gialloblu che ha gelato Provedel dopo pochi secondi, mentre il pareggio è arrivato negli ultimi minuti della partita

Da sinistra: Dawidowicz, Magnani, Salcedo e Barak

L'Hellas Verona ha interrotto la striscia di quattro sconfitte consecutive (sette nelle ultime otto partite), pareggiando per 1-1 con lo Spezia allo stadio Bentegodi nella trentaquattresima giornata di Serie A. 

È partita con le migliori intenzioni la formazione di Juric, che dopo solo 18'' ha fatto il primo squillo a Provedel, chiamato a distendersi per respingere il potente mancino di Lasagna. Molto aggressivo il Verona nei primi minuti, che ha cercato di soffocare la manovra avversaria e provato un paio di verticalizzazioni repentine, senza passare dai lati. I gialloblu al 3' sarebbero anche passati in vantaggio sempre con Lasagna, ma il VAR ha annullato tutto per fuorigioco. 
Bisognosa di punti salvezza, la formazione di Vincenzo Italiano col passare dei minuti è riuscita a rendere meno efficace il pressing scaligero facendo girare velocemente la sfera e dando l'impressione di poter fare male: al 17' ci ha provato l'ex Verde, con un tiro a giro che non è andato di molto sopra la traversa. In fase di copertura anche lo Spezia ha alzato il livello di aggressività, cercando di chiudere tutti i varchi e impedendo ai portatori di palla avversari di ragionare. Al 26' però si è messa in moto la catena di sinistra con il servizio in profondità di Dimarco per Zaccagni, che ha atteso e premiato la sovrapposizione di Lazovic, il quale ha crossato per Salcedo: sul colpo di testa sotto misura dell'ex Genoa però ci ha messo una miracolosa pezza Provedel.
Attenti nel non concedere nulla, nel finale di frazione i gialloblu sono apparsi meno in palla degli ospiti, ma al 43' Lasagna avrebbe battuto per la seconda volta il portiere ligure, partendo però da una posizione di fuorigioco. All'ultimo minuto di recupero infine è arrivata l'occasione più ghiotta di tutta la prima frazione, con Salcedo che da due passi dalla porta ha colto il palo su punizione di Dimarco.

La ripresa è iniziata con Tameze al posto di Sturaro (già ammonito e apparso in difficoltà in alcuni frangenti), ma soprattuto con il gol immediato del Verona, dopo un'azione propiziata da Dimarco, con la partecipazione di Zaccagni e l'assist di Lazovic per Salcedo, che di testa questa volta ha castigato Provedel. Partenza sprint dell'Hellas, avvalorata neanche cinque minuti dal "furto" di Lasagna a Chabot che l'ha atterrato al limite e dalla successiva punizione di Dimarco messa in corner dall'ultimo difensore spezzino con l'aiuto della traversa. Ma la posta in gioco per la formazione di Italiano era troppo alta per non provare a reagire, mentre i padroni di casa hanno dato l'impressione di calare dal punto di vista agonistico. La prima palla gol per gli ospiti è capitata sui piedi di Verde al 53', dopo una fase difensiva non impeccabile degli scaligeri, con la sfera calciata però altissima, mentre due minuti dopo è dovuto intervenire Silvestri per spedire in angolo una punizione di Ricci. 
La spinta dello Spezia in ogni caso non è bastata a mettere alle corde i gialloblu che, nonostante le difficoltà nel tenere a lungo la palla, hanno provato ad aprofittare degli spazi concessi dagli avversari, senza scoprirsi troppo. Piuttosto frammentata dai falli la seconda parte della ripresa ma molto combatutta, anche se non ricca di occasioni: la girandola dei cambi ha visto cambiare gli interpreti delle due formazioni ma non il loro assetto, e se il tiro centrale di Bessa non ha avuto particolari effetti all'83', quello di Saponara tre minuti dopo è valso il pareggio. Servito da Acampora in area sulla corsa, il trequartista ex Fiorentina ha spedito la sfera in allungo sotto le gambe di Silvestri, marcato da un Ilic in questa occasione non irreprensibile, che non è entrato al meglio in partita. 

L'Hellas Verona ha visto sfumare all'ultimo minuto la vittoria, ma ha interrotto la serie di risultati negativi. Anche in questa occasione però la squadra di Juric ha girato bene a fasi intermittenti, riuscendo ad affondare il colpo in alcuni momenti e faticando a gestire la sfera in altri. Buone le prove di Magnani su Nzola e di Faraoni e Barak per l'equilibrio dato alla squadra. 
Nella prossima giornata l'Hellas Verona riceverà il Torino alle ore 15 allo stadio Bentegodi. 

Il tabellino

HELLAS VERONA - SPEZIA 1-1

MARCATORI: Salcedo (HV) 46' st, Saponara (S) 87'. 

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Magnani (dal 77' Günter), Dimarco; Faraoni, Sturaro (dal 46' st Tamèze), Baràk, Lazovic; Salcedo (dal 65' Ili?), Zaccagni (dal 60' Bessa); Lasagna (dal 60' Kalini?).
A DISPOSIZIONE: Berardi, Pandur, Lovato, Favilli, Çetin, Rüegg, Colley. ALLENATORE: Ivan Juri?.

SPEZIA (4-3-3): Provedel; Vignali, Ismajli, Chabot, Marchizza; Estevez, Ricci (dall'83' Acampora), Maggiore (dal 67' Sena); Verde (dal 67' Agudelo), Nzola, Gyasi (dall'83' Saponara).
A DISPOSIZIONE: Zoet, Galabinov, Terzi, Bastoni, Ferrer, Pobega, Erlic, Piccoli. ALLENATORE: Vincenzo Italiano.

ARBITRO: Manuel Volpi di Arezzo.

AMMONITI: Nzola, Zaccagni, Dawidowicz, Sturaro, Chabot, Ilic, Tameze, Faraoni. 

La cronaca

PRIMO TEMPO - Dopo 20'' prova il sinistro Lasagna, ma si distende Provedel.
3'. Sugli sviluppi di un corner la palla torna in area, Faraoni fa da torre e Lasagna anticipa tutti di testa, battendo Provedel. L'arbitro annulla dopo un consulto con il VAR per fuorigioco.
Buona partenza del Verona, che cerca subito di aggredire l'avversario.
9'. Prima Zaccagni da sinistra, poi Salcedo da destra, mettono in mezzo all'area due assist rasoterra invitanti ma che i compagni non colgono.
Spezia prova a costruire, ma il pressing dei padroni di casa complica la manovra dei ragazzi di Italiano.
13'. Nzola insacca di mano il traversone di Verde e si guadagna un cartellino giallo.
15'. Zaccagni sbraccia per andare di testa e colpisce Vignali. Ammonito anche lui.
Dopo una partenza favorevole ai gialloblu, il match si è fatto più equilibrato.
17'. Di poco alto il tiro a giro di Verde dal limite, che cercava l'incrocio sul secondo palo.
22'. Terzo pallone regalato dall'Hellas in fase di non possesso, ma lo Spezia non ne approfitta.
25'. Giro palla del Verona alla ricerca di un varco, ma i liguri chiudono gli spazi e aggrediscono.
26'. Si mette in moto la catena di sinistra, con Dimarco che lancia Zaccagni, il quale premia la sovrapposizione di Lazovic, che crossa per Salcedo, ma la parata di Provedel sul suo colpo di testa è miracolosa.
29'. Verde ci prova dal limite, ma sulla traiettoria c'è Nzola.
Lo Spezia fa più fatica ora a trovare spazi.
36'. Scontro tra Dawidowicz e Marchizza: ammonito il gialloblu, anche se era in possesso della sfera.
40'. Ammonito anche Sturaro per una trattenuta su Maggiore.
Spezia più in palla in questo finale.
42'. Botta di Estevez da lontanissimo: palla a lato non di molto.
43'. Lasagna, lanciato da Zaccagni, supera Provedel con uno scavetto: annullato anche questo per fuorigioco.
47'. Clamoroso palo di Salcedo a due passi dalla porta, su punizione di Dimarco.

SECONDO TEMPO - I gialloblu ripartono con Tameze per Sturaro. Nessun cambio per lo Spezia.
46'. Dimarco avvia una bella azione sulla sinistra che porta Lazovic al cross su cui si avventa Salcedo, che stavolta di testa va in rete.
Debole reazione dello Spezia subito dopo.
50'. Lasagna ruba palla a Chabto che lo atterra al limite: ammonito.
51'. Provedel aiutato dalla traversa sulla punizione in porta di Dimarco, che poi batte anche il corner che arriva a Magnani, ma la sia incornata viene messa ancora in corner.
53'. Calcia altissimo Verde, dopo una fase difensiva dell'Hellas non ottimale.
55'. Silvestri mette in corner una buona punizione di Ricci.
Lo Spezia prova a spingere.
58'. Trova spazio Lazovic sulla sinistra e con l'esterno cerca Lasagna in area con poca fortuna.
59'. Contropiede Spezia: Maggiore trova Verde, che non riesce a servire Nzola e mette alto.
60'. Doppio cambio per Juric.
64'. Salcedo non ce la fa dopo un contrasto ed entra Ilic.
66'. Gyasi serve Nzola, che di prima colpisce Dawidowicz.
67'. Doppio cambio anche per Italiano.
Partita combattuta, con il Verona che cerca di approfittare degli spazi concessi dagli avversari.
69'. Fallo di Ilic su Agudelo: ammonito.
71'. Ammonito anche Tameze per un fallo su Agudelo.
73'. Altro anticipo di Magnani su Nzola, che sta vincendo il duello con l'attaccante.
Match molto frammentato in questa fase.
77'. Ultimo cambio per Juric.
Il Verona fatica a manovrare, ma i liguri non riescono a rendersi pericolosi su azione.
81'. Contropiede Hellas: tiro centrale di Bessa.
83'. Due cambi per Italiano.
84'. Ammonito Faraoni per proteste.
86'. Saponara servito in area da Agudelo, batte Silvestri da distanza ravvicinata sotto le gambe.
Rischia il Verona su un paio di palle perse, ma gli ospiti non ne approfittano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Spezia 1-1 | Salcedo illude gli scaligeri, Saponara li riaggancia

VeronaSera è in caricamento