menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Favilli contro l'Udinese

Favilli contro l'Udinese

Hellas Verona - Sampdoria, le probabili formazioni | Stiramento per Favilli

L'attaccante si è infortunato contro la Lazio e mercoledì sera la punta sarà Di Carmine, mentre Tameze scalerà sulla linea di Zaccagni, con Faraoni e Dimarco sulle corsie laterali

Il turno infrasettimanale valido come dodicesima giornata di Serie A, vede l'Hellas Verona ospitare la Sampdoria allo stadio Bentegodi nella serata di mercoledì. 

I gialloblu arrivano dalla splendida vittoria ottenuta allo stadio Olimpico sulla Lazio, che li ha proiettati al settimo posto in classifica. Nonostante la straordinaria partenza Ivan Juric intende mantere i piedi per terra per continuare il percorso di crescita e contro i blucerchiati i suoi cercheranno anche questa volta di conquistare più punti possibile. 
Svanita la vittoria nel secondo tempo, la sfida contro il Napoli ha lasciato in ogni caso delle buone sensazioni a Claudio Ranieri, che guida la formazione ligure nelle tranquille acque di metà classifica. In questo campionato così combattuto però, la zona retrocessione dista solo 5 punti e il tecnico vorrà quindi cercare un risultato positivo al Bentegodi, per non avvicinarvisi troppo. 

I PRECEDENTI - Il bilancio delle precedenti sfide è nettamente a favore dei padroni di casa, che sul proprio terreno si sono imposti per 11 volte contro le 3 degli avversari, mentre in 10 occasioni la sfida è finita in parità. 

QUI HELLAS VERONA - «Che squadra siamo? In questo momento stiamo facendo risultati e stiamo anche migliorando nel gioco, grazie al grande spirito dei giocatori, ma non siamo ancora quelli dello scorso anno. Abbiamo tanti giocatori nuovi, possiamo ancora migliorare su vari aspetti.
La Sampdoria? Sta facendo meglio rispetto a quanto non dicano i risultati. Ha grandi qualità sia sugli esterni che in mezzo. È una squadra tosta, che fuori casa sta facendo risultati importanti. Non sarà facile affrontarla. Verre? Mi fa molto piacere rivederlo. Con noi ha fatto benissimo, dando una grande mano alla squadra. E quest'anno è cresciuto ulteriormente.
Chi giocherà? Qualcosa rispetto alla partita contro la Lazio cambierà, ma il meno possibile. Quando si vince così, è giusto dare continuità a chi ha giocato. Veloso? Si è allenato e sta bene. Ha tante energie dentro di lui. Dimarco? Giocherà. Sta facendo molto bene sia da 'terzo' che da 'quinto' e lo merita. Ha più consapevolezza dello scorso anno e lo si vede nella partecipazione al gioco della squadra. Con il lavoro e il sacrificio è migliorato tanto. Di Carmine? Dovrebbe partire titolare, in questa partita può fare bene. Non ha giocato con la Lazio per una scelta tattica, ma ero molto contento delle sue precedenti prestazioni.
Chi recupera? Favilli si è fatto male in partita e mi dispiace. Devo anche ringraziarlo perché ha continuato a darci una mano, nonostante lo stiramento. Contro la Samp sicuramente non ci sarà. Günter? Mi sembra che il recupero stia andando bene. Domenica ha giocato nella partitella in famiglia con la Primavera per 60 minuti e già domani può essere disponibile per subentrare. Lui è un giocatore importante e con il suo rientro ci aiuterà a crescere.
La soluzione a sorpresa a Roma di Tameze 'finto centravanti'? In queste partite Adrien ha giocato in tutti i ruoli e ha sempre dato il massimo. Devo ringraziare tutti i ragazzi per la disponibilità che mi stanno dando. Baràk in mediana? Stiamo pensando di riproporlo in quel ruolo, perché contro la Lazio ci ha dato molto e ha corso tantissimo. È un giocatore che mi piace, perché interpreta benissimo la partita e può giocare sulla trequarti come anche in mediana.
Magnani? Ha fatto benissimo sia contro il Sassuolo che contro la Lazio. Ora deve trovare continuità. Ha ottime caratteristiche e può diventare un giocatore importante, ma può crescere ancora e consolidarsi. Sta a lui sfruttare al massimo le sue potenzialità. Salcedo? Anche lui ha fatto un'ottima partita contro la Lazio, è stato molto attento anche in fase difensiva e ha propiziato il secondo gol con la pressione su Radu. Ha fatto una partita 'seria'. Vedremo chi giocherà domani, ancora non ho deciso.
Se la salvezza resta l'obiettivo? Certo, è il nostro primo obiettivo. Ma questo non significa che non siamo ambiziosi. Non avendo potuto mai avere la squadra con tutti i suoi effettivi a disposizione, non so ancora dire fin dove possiamo spingerci e fin dove possiamo alzare la nostra asticella. Cosa serve nel futuro prossimo per andare oltre l'obiettivo della salvezza? Siamo ancora un progetto in divenire, qualche passo in avanti lo abbiamo fatto, ma ancora non basta per credere che la nostra dimensione sia cambiata. Serve dell'altro. La disponibilità della società a migliorare c'è, ma serve un'ulteriore crescita a livello di pianificazione. Per ora, dobbiamo avere fame e cercare di dare sempre il massimo, partita dopo partita, rimanendo umili e con i piedi per terra. Per tutti questi motivi ad oggi è giusto non porci traguardi superiori alla salvezza». 
Queste le parole di Juric riportate dal sito della società. Oltre a Benassi, Vieira, Cetin e Kalinic, anche Favilli dunque non sarà della partita, mentre Di Carmine dovrebbe partire dall'inizio sostenuto da Tameze e Zaccagni. Sulla sinistra Dimarco è in vantaggio su Lazovic, con Faraoni dall'altraparte e Barak e Veloso in mezzo. In difesa rientra Ceccherini e a fargli largo dovrebbe essere Dawidowicz. 

QUI SAMPDORIA - «Ci saranno delle rotazioni perché si giocherà ogni tre giorni ma è importante tenere vivo il gruppo squadra che è la cosa più importante per me. Stiamo bene dal punto di vista atletico e lo abbiamo dimostrato sul campo anche se non sono arrivati i risultati. Dovremo andare a mille all’ora, soprattutto dal punto di vista mentale: dopo il Napoli infatti, troveremo un altro avversario in grande forma.
Juric e i suoi ragazzi sono partiti molto bene in campionato. L’anno scorso erano stati una sorpresa, in quest’avvio di stagione hanno confermato quanto di buono fatto vedere a livello tattico: sono aggressivi, non ti fanno respirare e giocano a tutto campo, cercando duelli uno contro uno sulla falsa riga dell’Atalanta. Noi conosciamo i loro punti di forza e sappiamo che per centrare l’obiettivo servirà una prestazione al massimo delle nostre potenzialità». 
Così Claudio Ranieri alla vigilia del match, al quale non parteciperà lo squalificato Thorsby, oltre agli acciaccati Keita, Prelec e Bereszynski. Augello e Regini si giocano un posto sulla linea difensiva con Ferrari, Yoshida e Tonelli, mentre La Gumina insidia Verre per dare sostegno a Quagliarella. Non convocato Candreva, il centrocampo dovrebbe essere composto da Jankto, Ekadl, Silva e Leris. 

ARBITRO - Riccardo Ros da Pordenone. 

1834865_Hellas_Verona-2 1834866_Sampdoria-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

  • Casa

    Bollette luce e gas: come ottenere la rettifica

  • Formazione

    Quali sono le soft skills più richieste nel 2021? Come apprenderle

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento