menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo Roma, l'Hellas pensa già alla Samp: "Dobbiamo rimboccarci le maniche"

Allo stadio Olimpico è arrivata la terza sconfitta stagionale per i gialloblu: "Abbiamo provato a fare la nostra partita, quando poi è arrivato il primo gol e recuperare con una squadra così forte è stato difficile"

L'Hellas Verona ha trovato la terza sconfitta del suo campionato contro la Roma, la seconda consecutiva, che lo ha lasciato ad un solo punto un classifica e con un unico gol realizzato fino ad ora, quello arrivato con un calcio di rigore di Pazzini alla prima giornata. 
Vero che sono state affrontate formazioni di spessore come Napoli e Roma, e anche la stessa Fiorentina sulla carta può contare su una rosa di maggiore qualità, ma a preoccupare maggiormente è l'atteggiamento della squadra e le difficoltà che incontra nel costruire gioco e occasioni da gol. Problemi che non sono sfuggiti al tecnico Pecchia, che vede nel lavoro l'unico metodo per uscire da questa crisi di gioco e risultati. 

Dobbiamo fare molto meglio e possiamo dare di più, dobbiamo crescere tutti, essere più squadra ed essere più sul pezzo. Speravo in approccio migliore, abbiamo avuto un calendario in salita e dobbiamo rimboccarci le maniche. Con la Roma abbiamo provato a fare la nostra partita, quando poi è arrivato il primo gol e recuperare con una squadra così forte è stato difficile. Pazzini? E' il nostro giocatore più rappresentativo, dobbiamo gestire le forze perché mercoledì dobbiamo affrontare un altra gara. Contento dell'esordio di Kean contro una squadra forte, si è mosso bene. Ha una forza straordinaria, ma l'abbiamo utilizzato troppo poco in questa gara. Quando abbiamo accelerato nel finale il 'Pazzo' è stato pericoloso, dovevamo farlo anche nel primo tempo e sfruttare meglio le caratteristiche di Moise. L'anno scorso il compito era gestire le vittorie, quest'anno quello di gestire le sconfitte e convincere tutti che abbiamo gli strumenti per poter raggiungere l'obiettivo. 

Nonostante il periodo negativo, anche Bruno Zuculini resta convinto delle potenzialità di questa squadra e, come il suo allenatore, vede nel lavoro sul campo la strada giusta per tornare a fare punti. 

In un momento come questo dobbiamo pensare solo a lavorare con umiltà e cercare di imparare dai nostri errori. Il passaggio dalla Serie B alla Serie A si sente, ma sappiamo quello che dobbiamo fare per migliorare. Per alcuni sprazzi di partita riusciamo a mettere in pratica quello che proviamo durante la settimana, dobbiamo riuscire a farlo per i 90 minuti, sapendo che in questa categoria non è facile. Pazzini? Lui è il nostro capitano e punto di riferimento, per noi è importante, ma queste sono scelte del mister. Domani ci sarà già allenamento e mercoledì un'altra partita contro la Sampdoria. Fa male perdere ma ripeto, dobbiamo pensare solo a lavorare, ho grande fiducia nei miei compagni perchè siamo un gruppo unito, umile e con voglia di vincere, cercheremo di farlo già al 'Bentegodi'.

I gialloblu torneranno ad allenarsi allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera già lunedì mattina: il 20 settembre infatti è previsto il turno infrasettimanale di campionato, con la Sampdoria attesa allo stadio Bentegodi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento