Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport Centro storico / Stradone San Fermo

Hellas Verona - Roma, le probabili formazioni | Mandorlini prova a sgambettare Garcia

Il tecnico scaligero deve ricominciare a fare punti se vuole guidare i suoi verso la salvezze e pensa quindi di far rifiatare Greco e di ridare spazio al rientrato Ionita. Dubbi in avanti su giocherà insieme a Toni e Gomez

Per la ventiquattresima giornata del campionato di serie A, l'Hellas Verona si prepara ad ospitare allo stadio Bentegodi la Roma, nel match che prenderà il via domenica 22 febbraio alle 15. 
In crisi di gioco e di risultati, i gialloblu si preparano ad affrontare la seconda forza del campionato, con la quale dovranno tirar fuori tutto quello che è mancato nelle scorse giornate per riuscire ad ottenere punti preziosissimi per la corsa salvezza. Si tratta del primo match di un complesso filotto che vedrà i ragazzi di Mandorlini affrontare nell'ordine: Roma, Cagliari, Milan, Napoli e Lazio. 
La squadra di Garcia non sta certamente affrontando uno dei suoi momenti migliori: tra campionato e coppe, nel 2015 le uniche due vittorie sono arrivate contro Udinese e Cagliari, però sempre in trasferta. È all'Olimpico infatti che i giallorossi sembrano, stranamente, avere più difficoltà (vedi il pareggio con il Parma) ma in ogni caso si tratta di una squadra che arriva nel capoluogo scaligero per trovare i punti necessari a tenere a debita distanza il Napoli. 

I PRECEDENTI - Sono 25 i precedenti al Bentegodi tra le due formazioni, con un bliancio decisamente equilibrato: 7 le vittorie per l'Herlla, 8 quelle della Roma e 10 i pareggi. L’ultimo precedente risale alla giornata 21 della stagione 2013/2014 con il tabellone finale che si fermò sul 3-1 per la Roma. Mentre l'ultima vittoria degli scaligeri risale al 1996, quando la Bentegodi finì 2-1 grazie alle reti di Giunta e Orlandini. 

QUI HELLAS VERONA - "Come sta il Verona? Stiamo bene e dobbiamo giocare, tutti i discorsi passano al campo. Veniamo da una brutta sconfitta, ora arriva lo scontro con una grande squadra e dobbiamo guardare avanti. La Roma in difficoltà? Anche lo scorso anno era seconda in classifica, magari nella scorsa stagione la lotta allo scudetto con la Juventus è stata più combattuta. Il modulo? Abbiamo cambiato perché non avevamo interpreti per il 4-3-3, con tanti infortuni ci mancavano gli esterni larghi. Così abbiamo optato per un 3-5-2 che era perfetto per calciatori come Saviola e Nico Lopez. Abbiamo fatto diverse partite buone, ma il 4-3-3 rimane lo schema più consolidato. Rafael? Ha ancora fastidio alla spalla, non è convocato. Le assenze di Marquez e Moras? Vedremo come staranno. La situazione degli infortunati? Abbiamo recuperato quasi tutti, ma vengono da infortuni lunghi. Obbadi è tornato, per il finale di stagione sarà importante come gli altri che recupereremo". Mandorlini vuole girare pagina e sa che una grande prestazione contro i giallorossi potrebbe risollevare l'umore della squadra. Rodriguez, Sala, Valoti e Rafael sono out, mentre Obbadi potrebbe andare in panchina. Moras pare aver recuperato dal colpo alla caviglia subito a Genova e con Marquez dovrebbe comporre la coppia di centrali: sulle fasce ci saranno Pisano e Brivio. Confermati a centrocampo Tachtisidis e Hallfredsson, che potrebbero essere affiancati da Ionita. In attacco con Toni dovrebbe giocare Gomez e uno tra Jankovic, Nico Lopez e Christodoulopoulos. 

QUI ROMA - "Finché non vinciamo più partite di fila non serve a niente parlare del primo posto. Dobbiamo fare di tutto per mantenere il secondo posto, a meno 10 (anche se con una partita in meno) non ha senso parlare di primo. Siamo in un momento difficile, ma i giocatori sarebbero più forti se avessero la fiducia dell'ambiente, anche perché questa squadra é vero che pareggia troppo, e speriamo di non prendere gol in fuorigioco ogni volta, ma in campionato ha perso soltanto due volte. "Come si motiva lo spogliatoio? Si motiva con la gara che arriva, solo la vittoria ci può far uscire da questo momento. Quando una squadra non prende più rischi e non si ha fiducia non si hanno grandi opportunità di vincere, lavoro su questo, facendo vedere ai giocatori le cose che hanno fatto anche in tempi recenti". Garcia preferisce concentrarsi sull'analisi generale del periodo piuttosto che sulla partita, ma è chiaro che il tecnico si rende perfettamente conto del momento complicato della sua squadra. Strootman, Balzaretti, Iturbe, Ibarbo, Lobont e Maicon sono assenti per infortunio. In difesa giocheranno Astori e Yanga-Mbiwa, mentre Florenzi si adatterà al ruolo di terzino destro. Nainggollan, De Rossi e Keita comporranno la linea mediana, davanti invece uno tra Totti e Verdi completerà il tridente offensivo. 

ARBITRO - Andrea Gervasoni di Mantova. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Roma, le probabili formazioni | Mandorlini prova a sgambettare Garcia

VeronaSera è in caricamento