L'Hellas Verona si prepara al ritiro e continua a sognare Bonaventura

Il 22 agosto inizia la preparazione del club scaligero in vista della prossima stagione, ma a tenere banco è già il calciomercato, con i gialloblu in mezzo a numerose trattative in fase di entrate e di uscita

Veloso e Bonaventura a contrasto

Inizierà il 22 agosto e si concluderà il 6 settembre il ritorno dell'Hellas Verona in vista del campionato di Serie A 2020/2021. Come comunicato dalla società, la preparazione dei gialloblu si svolgerà nella località altoatesina di Santa Cristina in Val Gardena, in provincia di Bolzano, collocata fra Ortisei e Selva di Val Gardena, a 1428 metri di altitudine. 

"Per l’Hellas si tratta di un ritorno in Val Gardena, visto e considerato che Santa Cristina è già stata sede del ritiro gialloblù nell’estate del 2012.
Il quartier generale di capitan Veloso e compagni sarà l’Hotel Diamant SPA Resort, ubicato a poche centinaia di metri dal centro sportivo ‘Mulin da Coi’, dove si svolgeranno le sedute giornaliere di allenamento che saranno a porte chiuse, in osservanza delle disposizioni per l’emergenza COVID-19", recita la nota del club.
Nei giorni scorsi inotre è arrivara la comunicazione del prolungamento del contratto di Tony D'Amico, che resterà dunque alla guida dell'area sportiva del club fino al 30 giugno 2023. «Siamo felici di poter proseguire, con una programmazione pluriennale, il rapporto professionale con Tony e di aver posto le basi con lui per una collaborazione a lunga scadenza, in nome della necessaria continuità di cui abbisogna l’area sportiva», ha commentato il presidente Maurizio Setti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL MERCATO - Ma nonostante questa strana stagione, interrotta dalla pandemia di Covid-19, debba ancora concludersi ufficialmente, il calciomercato già inizia a tenere banco, in attesa dell'apertura ufficiale del 1° settembre. 
Superate le visite mediche, il giovane difensore Cetin dovrebbe arrivare in prestito con diritto di riscato e controriscatto dalla Roma, mentre il rinnovo del prestito di Pessina dall'Atalanta è reso complicato dall'interesse del Milan di Pioli, che sarebbe pronto ad acquistare il cartellino del giocatore. 
Per quanto riguarda la situazione di Kumbulla, l'Inter avrebbe messo la freccia sulla Lazio, forte di un'offerta che sarebbe di poco inferiore ai 30 milioni, mentre si tratta il ritorno di Gunter dal Genoa, attirato però anche da un possibile rientro in Turchia. Badu invece dovrebbe restare in gialloblu per altri due anni, in virtù del riscatto dall'Udinese, mentre per Borini il Torino sembra essersi fatto da parte, ma sul giocatore ci sarebbero i messicani del Monterey.
Il Napoli, dopo aver prelevato Rrahmani, starebbe guardando con interesse anche a Faraoni, mentre per il ruolo di punta si fanno i nomi di Lapadula (Genoa) e Livaja (AEK), in casa scaligera però attualmente il sogno si chiama Bonaventura, svincolatosi dal Milan: al giocatore sarebbe stato proposto un biennale. 
Ai microfoni di Hellas Live, una vecchia conoscenza del calcio scaligero, Adrian Mutu (ora allenatore dell'Under romena), ha infine sponsorizzato il giovane suo connazionale Marius Marin, per futuro centrocampo di Juric. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Ristorante veronese: "Chiuso.. fino a sepoltura del nostro amatissimo Giuseppe Conte"

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Regioni contro il Dpcm, la lettera: «Chiusura ristoranti alle 23, cinema e palestre aperti»

  • Nuovo Dpcm, c'è la firma del premier Conte: stop servizio al tavolo nei locali dalle ore 18

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento