Sabato, 16 Ottobre 2021
Sport Stadio

Hellas Verona: dopo il Cittadella svanisce il sogno della serie A?

Lo scontro di ieri sera al Bentegodi ha lasciato l'amaro in bocca ai tifosi gialloblù, che ora, con la possibilità dei playoff sempre più certa, temono di non arrivare mai alla prima serie

Un'altra prestazione sottotono per l'Hellas Verona, che ieri sera al Bentegodi non ha certo dato il meglio di sé. Lo scontro con il Cittadella non è certo stato semplice per gli undici di Andrea Mandorlini, ma l'importanza della partita avrebbe dovuto spingere i giocatori gialloblù a fare di meglio. I granata di Foscarini hanno opposto una resistenza durissima al fraseggio dei "mastini", impedendo ogni concretizzazione, ma era lecito aspettarsi una simile tenacia. Ora, dopo questa ennesima delusione, i tifosi scaligeri temono il peggio: lo spettro dei playoff è diventato quantomai concreto e la serie A si allontana a grandi falcate.

OCCASIONI MANCATE - Non tutta la colpa per il risultato mancato di ieri sera va ad Andrea Mandorlini e ai suoi: gli infortuni subiti da  Cacciatore e Ceccarelli hanno costretto il mister gialloblù a "sprecare" due cambi preziosi, e il passaggio al 4-3-1-2, che tanto bene aveva fatto in passato, non è stato assolutamente favorito dalla performance di uno Sgrigna decisamente sottotono. La squadra, comunque, anche senza queste difficolà, si ritrova a dover fronteggiare alcuni grossi problemi: l'Hellas continua a mancare di velocità e precisione, nel costruire l'azione a centro campo (così come nell'area avversaria), i giocatori gialloblù commettono ancora tanti errori, regalando numerosi palloni ai loro avversari. Se a questo si aggiunge la tecnica di "intasamento" del Cittadella, che ieri occupava il centrocampo con ben otto maglie granata, è facile capire come mai la squadra veronese non sia risultata incisiva. Gli undici di mandorlini, poi, non sono certo dei velocisti: ad ogni occasione di contropiede gli scaligeri hanno sempre impiegato troppo tempo per ripartire, offrendo alla squadra ospite tutto il tempo per riorganizzare le difese. Inutile dire che, con in mente l'obiettivo serie A, simili leggerezze finiscono per essere pagate molto care.

LA SITUAZIONE - Questa sera è la volta di Livorno e Novara, e Mandorlini farà meglio ad incrociare tutto quello che può incrociare per favorire una vittoria dei Piemontesi. Il Livorno ha infatti superato il Verona e non sembra voler indietreggiare dalla seconda posizione della classifica. Con il primo posto sempre mantenuto saldamente dal Sassuolo e l'Empoli che scalpita in quarta posizione ormai sembra sicuro il passaggio attraverso i playoff per ottenere la promozione. Una simile eventualità potrebbe non sembrare così terribile, ma la verità è che in simili situazioni la formazione gialloblù non ha mai brillato e sono in tanti che a questo punto vedono la prima serie come un sogno ancora troppo lontano dal realizzarsi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona: dopo il Cittadella svanisce il sogno della serie A?

VeronaSera è in caricamento