menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Hellas Verona - Perugia 2-2 | Gialloblu beffati in "zona Cesarini" dagli umbri

Ci ha pensato Belmonte al 92' a fissare il risultato sul pareggio allo stadio Bentegodi, con la formazione di Pecchia che ha sciupato il doppio vantaggio accumulato nella prima fase del match

L'Hellas Verona viene fermato sul 2-2 dal Perugia allo stadio Bentegodi, nella diciasettesima giornata del campionato di Serie B. 
La formazione di Pecchia viene agguantata allo scadere dagli umbri, al termine di un match che l'aveva vista partire con grande personalità e intensità, salvo poi lasciare piano piano campo agli avversari, che alla fine sono riusciti a conquistare un punto tutt'altro che rubato. 
Nei primi venti minuti si è rivisto l'Hellas travolgente di inizio campionato, quello indicato da tutti come il legittimo favorito per la promozione diretta: gli scaligeri hanno messo alle corde gli ospiti, avvolgendoli con la loro manovra e aggrendendo non appena perso il pallone, conquistando il meritato vantaggio. Intorno alle metà della prima frazione però, i padroni di casa hanno alzato il piede dall'acceleratore, lasciando un po' di campo agli ospiti, che anche dopo aver subito la seconda rete non hanno smesso di crederci, accorciando subito le distanze. 
Nella ripresa poi il Grifone è tornato in campo dimostrando subito di voler conquistare il pareggio, con il fortino gialloblu che sembrava in grado di poter respingere gli assalti e replicare in contropiede. Entrambe le formazioni però hanno avuto poca lucidità negli ultimi 30 metri, con errori da una parte e dall'altra. Il palo di Drole poi, arrivato a meno di un quarto d'ora dal novantesimo, ha scosso il Bentegodi, ma sembrava anche indicare il favore Dea Bendata per Pazzini e soci. Ma nel finale una delle disattenzioni difensive che hanno caratterizzato la retroguardia di Pecchia negli ultimi tempi, ha provocato il pareggio ospite, con Belmonte libero di lanciarsi di testa sul pallone arrivato in area dal corner. 

L'Hellas quindi mantiene i due punti di vantaggio sul Frosinone e si prepara al derby veneto della prossima giornata, che lo vedrà scontrarsi contro il Vicenza. Come era apparso anche durante la vittoria con il Bari, la squadra di Pecchia non si è ancora ripresa dal periodo funesto che l'ha vista sconfitta con Novara e Cittadella: il tecnico deve ancora lavorare sui meccanismi della sua difesa, ancora incerta in determinate situazioni, e capire cosa abbia portato al brusco calo della sua formazione, che ha sofferto gli avversari più di quanto fosse lecito aspettarsi. 

PRIMO TEMPO - Verona subito aggressivo e determinato a fare il gioco, con gli ospiti che provano a pressare. Al terzo uno schema dal corner porta Bessa in posizione defilata, che prova un tiro-cross che esalta Rosati. Da un altro schema su angolo al 5' nasce una buona occasione per Caracciolo, che però calcia troppo debolmente. Al 10' ci prova Fossati da lontano, ma il suo destro viene bloccato dall'estremo difensore umbro. L'Hellas combina bene sulla sinistra, con Souprayen che serve in area Bessa tenuto in gioco da Di Chiara: l'argentino vede Luppi, che di tacco elude l'intervento del terzino. Volta al 17' evita il raddoppio scaligero anticipando Romulo ben servito da Luppi. Il Perugia prova a riorganizzarsi, ma non riesce a portare pericoli a Nicolas. Al 25' Dezi fa filtrare in area un pallone per Di Carmine, che si gira e insacca,  ma l'arbitro annulla tutto per fuorigioco. L'Hellas sembra aver abbassato un po' ritmo e baricentro. Al 32' il colpo di testa di Di Carmine è facile preda per Nicolas. Sul fondo la conclusione da lontanissimo di Bessa al 42'. Un minuto dopo Luppi riparte in contropiede a sinistra, si libera e lancia per Pazzini, Di Chiara scivola nel tentativo di anticipo e il numero 9 può firmare il raddoppio. Subito dopo Nicastro raccoglie la respinta corta della difesa: ferma col destro e col sinistro la piazza alle spalle di Nicolas.

SECONDO TEMPO - La ripresa comincia con buoni ritmi. Nicolas al 52' blocca l'insidioso tiro a giro di Guberti. Più aggressivi e intraprendenti ora gli ospiti. È il Perugia a fare possesso palla ora, con l'Hellas chiuso e pronto a ripartire, ma nessuna vera occasione è stata creata nel primo quarto d'ora. Dezi al 64' cerca l'incrocio dei pali dall'interno dell'area ma non inquadra il bersaglio. La lotta tra le due squadre prosegue senza sosta, ma nessuna della due fino ad ora ha avuto la lucidità per trovare la via della rete. Serpentina di Drole al 77', che penetra in area da sinistra e calcia in porta, ma la sfera si stampa sul palo. Gli umbri trovano coraggio e attacano senza sosta. Al 92' Di Chiara batte il corner e trova in area Belmonte, che è da solo e di testa può firmare il pareggio.

HELLAS VERONA - PERUGIA 2-2

MARCATORI: Luppi (HV) al 12', Pazzini (HV) al 43', Nicastro (P) al 45', Belmonte (P) al 92'

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Pisano, Bianchetti, Caracciolo, Souprayen; Romulo, Fossati, Valoti (dal 79' Siligardi); Luppi (dal 62' Zaccagni), Pazzini, Bessa (dal 71' Fares). 

A disposizione: Coppola, Boldor, Troianiello, Ganz, Maresca, Cappelluzzo. Allenatore: Fabio Pecchia.

PERUGIA (4-3-3): Rosati; Di Chiara, Monaco, Volta, Belmonte; Nicastro (dal 68' Drole), Brighi, Dezi; Guberti (dal 80' Bianchi); Di Carmine, Zebli (dal 68' Acampora).

A disposizione: Elezaj, Ricci, Del Prete, Alhassan, Mancini, Buonaiuto. Allenatore: Cristian Bucchi.

ARBITRO: Gianluca Manganiello di Pinerolo. 

AMMONITI: Pisano, Zebli, Pazzini, Di Carmine, Volta, Belmonte

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento