Hellas Verona - Palermo Le probabili formazioni | Del Neri: "Toni-Pazzini? Ci Siamo"

Si torna a giocare domenica 10 gennaio alle ore 15.00 con i Gialloblu impegnati al Bentegodi contro il Palermo. Una sfida "fondamentale" come l'ha definita lo stesso tecnico Luigi Del Neri.

L'Hellas Verona reduce dalla sconfitta di metà settimana contro la Juventus a Torino, torno in campo domenica 9 gennaio alle 15.00 contro il Palermo. Una sfida difficile che è anche uno scontro diretto per la salvezza, un traguardo che appare oggi come oggi quanto mai difficile da raggiungere, ma che nessuno in casa Gialloblu vuole smettere d'inseguire prima del tempo. Il tecnico del Palermo Ballardini rischia la panchina, ma di fronte troverà un Verona che non ha ancora conquistato i suoi primi tre punti in una gara di campionato. Si tratterà di una gara davvero delicata, tra due formazioni entrambe obbligate a vincere.

I PRECEDENTI - Sono quattro le partite disputate al Bentegodi finora tra le due formazioni. Lo storico va decisamente a vantaggio dei padroni di cas che si sono imposti per ben tre volte, mentre i Rosanero non sono mai riusciti a vincere ottenendo al massimo un solo pareggio. Lo scorso anno la sfida si concluse sul risultatato di 2 a 1 per il Verona.

QUI HELLAS VERONA - Dopo gli accertamenti di questi giorni che hanno escluso lesioni gravi per Luca Toni, c'è ottimismo circa la possibilità di veder scendere in campo il bomber gialloblu già domenica. Nel frattembo hanno tenuto banco la rescissione del contratto di Matuzalem e purtroppo anche un nuovo infortunio eccellente. Questa volta a fermarsi è stato Siligardi, a causa di uno stiramento. Così Del Neri nell'odierna conferenza stampa: "La sfida con il Palermo ha un'importanza vitale per il prosieguo di questo campionato, soprattutto dal punto di vista mentale. Si potrebbe aprire una realtà diversa, la squadra come prestazioni sta bene e avere qualche punto in più non sarebbe male. Toni e Viviani sono recuperati, ci sarà anche Sala. Toni e Pazzini insieme? Penso sia arrivato il momento. Giampaolo ci dà profondità e dovremo essere bravi a sostenerli e giocare per loro. La squadra è disposta al sacrificio, sono due calciatori importanti che daranno filo da torcere alle difese avversarie, rappresentano due opzioni offensive che elevano il nostro tasso di pericolosità. Emanuelson titolare? Vedremo come si potranno amministrare tutte le energie a nostra disposizione, valuteremo se utilizzarlo subito o a partita in corso. Bianchetti o Helander? Sono due ragazzi interessanti, vedremo domani. Ci servirà una difesa mentalmente solida e giocherà chi starà meglio. Ionita centrale di centrocampo? Ho ancora dei dubbi e voglio tenerli per me. Ionita può giocare in ogni zona del centrocampo".

QUI PALERMO - A seguito della gara contro la Fiorentina in casa Rosanero è successo un po' di tutto per quanto riguarda la panchina. Dato inizialmente per certo l'arrivo di Iachini, alla fine il tecnico Ballardini pare avrà un'ultima occasione da giocarsi proprio domenica al Bentegodi. Nel frattempo dal Portogallo è arrivato il primo rinforzo: si tratta di Cristante, centrocampista arrivato in prestito dal Benfica.

ARBITRO - Luca Banti di Livorno

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Finta concessionaria nel Veronese per truffare i clienti, denunciato 21enne

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Lutto nella Polizia di Stato: si è spento a 58 anni il commissario Rasi

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

  • Previste quasi 9.500 assunzioni nel Veronese in questo mese di gennaio

Torna su
VeronaSera è in caricamento