menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Hellas Verona - Napoli, le probabili formazioni | Pecchia sfida il suo passato

Le due squadre scenderanno in campo alle 20.45 di sabato 19 agosto allo stadio Bentegodi, come secondo anticipo della prima giornata del campionato di Serie A

Sabato 19 agosto ricomincia il campionato di calcio di Serie A, che vede subito la sentita sfida tra Hellas Verona e Napoli, con il fischio d'inizio fissato per le 20.45 allo stadio Bentegodi. 

Dopo un'estate a dir poco "caliente" sotto il profilo del calciomercato, con il caso-Cassano che ha tenuto banco per diversi giorni, Pecchia si prepara ad affrontare il suo passato in una sfida decisamente complicata per i gialloblu, che non potranno contare sulla "spinta" della Curva Sud, ancora chiusa per i presunti cori razzisti sanzionati dopo l'ultimo derby con il Vicenza. 
Con il campionato solamente all'inizio, la squadra di Sarri è già in un punto cruciale della sua stagione: la partita contro gli scaligeri infatti arriva nel mezzo della doppia sfida con il Nizza, che stabilirà quale delle due formazioni parteciperà alla prossima Champions League. Obiettivo che potrebbe provocare qualche calo di concentrazione nei partenopei. 

I PRECEDENTI - Nella massima serie le due squadre si sono scontrate ben 25 volte, 10 delle quali se le sono aggiudicate i padroni di casa, con l'ultima vittoria che risale al 15 marzo 2015 grazie alla doppietta di Luca Toni. Lo 0-2 siglato da Insigne e Higuain è invece l'ultimo degli 8 successi partenopei, datato 22 novembre 2015. 7 invece i pareggi in Serie A, l'ultimo dei quali avvenuto nella lontana stagione 1987-1988, quando Galia rispose alla rete di Maradona. 

QUI HELLAS VERONA - "Non so se ci saranno cambiamenti rispetto alla passata stagione, la cosa certa è che vogliamo proporre calcio, gli avversari sono cambiati dall’anno scorso e tante situazioni dipenderanno dal potenziale avversario. Dai miei giocatori pretendo personalità, proveremo quello che abbiamo preparato durante gli allenamenti con rispetto e umiltà ma senza timore. Questa partita ci deve dare elementi positivi di crescita che ci permetteranno di affrontare la stagione intera, la dobbiamo affrontare mantenendo alta l’attenzione per tutti i 90 minuti più recupero. Dovremo garantire l’equilibrio in campo, essere molto compatti, cercando di palleggiare quando possibile ed evitando di fare solo la fase difensiva. Sono convinto che il nostro pubblico ci darà una grossa mano e sarà concentrato a spingerci e ad incitare i giocatori
La formazione potrebbe essere simile a quelle che scendevano in campo l’anno scorso, dobbiamo garantire un giusto mix tra nuovi e vecchi, giovani e calciatori di esperienza. La differenza rispetto all’anno scorso è solamente relativa all’obiettivo stagionale, noi dobbiamo continuare ad avere la voglia di vincere, a prescindere dai nostri traguardi. Heurtaux? È a disposizione, per lui il precampionato è stato un po’ tribolato, ma negli ultimi dieci giorni ha dato continuità negli allenamenti. Il reparto difensivo mi lascia grandi margini di manovra, ho giocatori che possono ricoprire più ruoli che mi garantiscono una certa elasticità nelle mie scelte. Il centrocampo è il settore più completo, stanno lavorando tutti bene e mi sento tranquillo perché so che qualsiasi scelta farò sarà quella opportuna".
Queste le parole di Pecchia alla vigilia della partita di sabato sera. Il tecnico sembra orientato ad affidarsi al suo 4-3-3, partendo da una difesa che vede proprio Heurtaux fare coppia con Caceres, con Alex Ferrari e Souprayen come terzini. Romulo dovrebbe essere quindi spostato a centrocampo insieme a Bessa e ad uno tra Bruno Zuculini, Buchel e Fossati, mentre in attacco quasi certamente partirà dall'inizio il tridente Cerci-Pazzini-Verde. 

QUI NAPOLI - Niente conferenza stampa di presentazione del match per Sarri, che ha preferito concentrarsi sulle due importanti partite che lo attendono. Tonelli, Strinic, Pavoletti e Zapata non sono partiti per Verona: nel 4-3-3 partenopeo dovrebbe trovare posto Maggio come terzino destro e Zielinski davanti a lui. L'ex Jorginho sarà il perno del centrocampo, mentre Albiol è in vantaggio su Chiriches per un ruolo da centrale. In avanti, Milik pare destinato ancora alla panchina per fare spazio a Callejon, Mertens e Insigne. 

ARBITRO - Michele Fabbri di Ravenna. In questo campionato, a sostegno del direttore di gara, debutterà anche la VAR (Video Assistant Refree). 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento