rotate-mobile
Sport Centro storico / Piazza Bra

Hellas aiuta Melegatti. "Una storia che non merita di essere cancellata"

Nelle amichevoli di luglio, i gialloblu indosseranno una maglia con ben visibile il logo dell'azienda dolciaria. Il club ha poi rinunciato alla riscossione dei crediti vantati nei confronti della ditta

L'Hellas Verona per il territorio di Verona e per una suo marchio storico, Melegatti. L'azienda del pandoro è fallita ma "oltre 120 anni di storia non meritano di essere cancellati e decine di famiglie veronesi non meritano di restare senza lavoro", ha fatto sapere il club scaligero, sceso in campo in favore della Melegatti in questo momento difficile.

Il 30 luglio è in programma l'asta per rilevare il gruppo dolciario di San Giovanni Lupatoto e in vista di quel giorno l'Hellas vuole dare visibilità al marchio legato indissolubilmente al pandoro. In tutte le amichevoli di luglio, i gialloblu giocheranno con una maglia speciale, dove sarà ben visibile il marchio Melegatti. Queste magliette saranno poi messe in vendita e il ricavato sarà devoluto alle famiglie dei dipendenti Melegatti. L'Hellas ha inoltre annunciato che rinuncia alla riscossione dei crediti che vanta nei confronti della ditta fallita.

L'iniziativa è stata presentata questa mattina, 17 luglio, con il neo cittadino onorario di Verona Preben Elkjaer. Insieme a lui, altri grandi ex gialloblu come Pierino Fanna, Giuseppe Galderisi, Sergio Guidotti, Franco Nanni, Luigi Sacchetti, Antonio Terracciano, Domenico Volpati e l'ex direttore marketing della storica azienda veronese Gianluca Cazzullo. Per l'occasione era presente anche una delegazione di dipendenti dell'azienda.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas aiuta Melegatti. "Una storia che non merita di essere cancellata"

VeronaSera è in caricamento