Hellas Verona - Livorno, le probabili formazioni | Grosso deve rinunciare a Lee

Il coreano è squalificato e le due ali dovrebbero quindi essere Matos e Di Gaudio, con uno tra Pazzini e Di Carmine al centro. In difesa dovrebbe invece tornare Faraoni, mentre restano alcuni dubbi sul centrocampo

Lee Seung-woo - Immagine d'archivio

Alle ore 15 del primo maggio, Hellas Verona e Livorno si affrontano allo stadio Bentegodi per la trentaseiesima giornata di Serie B. 

A secco di vittorie oramai da quasi due mesi, la formazione guidata da Fabio Grosso deve cercare di raggiungere il miglior piazzamento possibile in ottica playoff, dopo aver visto sfuggire la promozione diretta. Servono dunque tre punti ai gialloblu per riprendere la propria marcia. 
Con due soli punti raccolti nelle ultime sei partite, i ragazzi allenati da Breda sono ad un passo alla zona retrocessione e, in caso di risultato negativo, rischiano di compromettere seriamente la loro permanenza in Serie B. 

I PRECEDENTI - Nelle 17 occasioni che hanno visto le due formazioni sfidarsi sul terreno di gioco scaligero, i padroni di casa si sono imposti 10 volte, concedendo agli avversari 3 successi e 4 pareggi. 

QUI HELLAS VERONA - Ancora in silenzio stampa, Grosso per la sfida del Bentegodi non avrà a disposizione lo squalificato Lee, oltre a Tozzo, Ragusa e Crescenzi. Entrato solo nella ripresa nella sfida con il Pescara, Faraoni dovrebbe tornare in campo dal primo minuto, probabilmente nel ruolo di terzino con Bianchetti ed uno tra Empereur e Dawidowicz centrali, mentre sull'altra corsia dovrebbe esserci ancora Vitale. A centrocampo potrebbe rientrare Henderson insieme a Gustafson e Zaccagni, a meno che il tecnico non decida di affidarsi a Laribi e Colombatto per farli rifiatare. In attacco sembrano scontate le presenze di Matos e Di Gaudio, mentre uno tra Pazzini e Di Carmine dovrebbe riprendere il ruolo di punta centrale, occupato da Tupta nell'ultimo match. 

QUI LIVORNO - «Loro sono una squadra che ha un ottimo collettivo, noi dovremo essere bravi a chiudere gli spazi e a concedere il meno possibile. In queste ultime tre partite dovremo cercare di raccogliere più punti possibili, senza stare a guardare troppo le altre. La nostra idea deve essere quella di provare a vincere, anche se sappiamo che sarà un match complicato. Noi però, per atteggiamento, siamo sempre propositivi. Quando ci abbassiamo troppo, come accaduto nel finale con il Palermo, andiamo in difficoltà. Per noi domani sarà una finale.
In difesa, vista la squalifica di Gonnelli, abbiamo provato un paio di alternative. Bogdan? Sta meglio, dobbiamo valutare se sarà abile per poter giocare dal primo minuto o se avrà bisogno di qualche giorno in più. Gori e Raicevic insieme? Con il Palermo una mezz’ora in coppia l’hanno fatta, vedremo cosa fare domani. Diamanti in diffida? Ne abbiamo diversi diffidati, fare calcoli, su questo, diventa difficile. Lui comunque per noi è come un capitano, anche senza fascia».
Queste le parole di Breda alla vigilia della sfida con gli scaligeri. In difesa dunque, l'allenatore amaranto dovrebbe affidarsi a Boben, Di Gennaro e Gasbarro, che probabilmente verranno protetti dalla linea mediana composta da Valiani, Agazzi, Luci e Porcino. In attacco Murilo e Raicevic dovrebbero invece poter contare sul supporto di Diamanti.

ARBITRO - Gianluca Aureliano di Bologna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento