Hellas Verona - Lecce, le probabili formazioni | Di Carmine va in panchina

Il tecnico gialloblu recupera l'attaccante per il recupero di venerdì sera ma annuncia che difficilmente partirà dall'inizio. Davanti quindi ballottaggio Pazzini-Cissè, per scegliere la punta che dovrà scardinare la difesa di Liverani

L'anticipo del venerdì sera, della settima giornata di Serie B, vede l'Hellas Verona sfidare il Lecce alle ore 21 allo stadio Bentegodi. 

Dopo la caduta dello stadio Arechi per mano della Salernitana, ci si aspetta una reazione da parte dei gialloblu, che occupano ancora la vetta della classifica del campionato cadetto. Sospinti dal proprio pubblico, i ragazzi di Fabio Grosso andranno quindi in cerca dei tre punti, indispensabili per riprendere la marcia verso la promozione. 
Guidati da Fabio Liverani, i pugliesi arrivano dal pareggio casalingo contro il Cittadella, che li ha confermati nel pieno della zona playoff. Il gruppo però è compresso in pochissimi punti e un risultato positivo conquistato in terra scaligera potrebbe alla fine risultare determinante. 

I PRECEDENTI - In Serie B, le due formazioni si sono confrontate allo stadio Bentegodi in 12 occasioni, 6 delle quali hanno visto la vittoria dei padroni di casa. I giallorossi sono riusciti ad imporsi solamente 2 volte, mentre nelle restati 4 la sfida è terminata in parità. 

QUI HELLAS VERONA - "Salernitana indolore? Le sconfitte non sono mai indolore, ma dobbiamo sempre analizzarle per saper riemergere e continuare a fare bene come è successo nelle prime partite e per lunghi tratti a Salerno. Il dispiacere è quello di aver lasciato sul campo tre punti in una gara che poteva concludersi in tutt'altro modo, ma dobbiamo prendere spunto da questa sconfitta e provare a ripetere la prestazione migliorando ancora qualche dettaglio. Tutte le partite saranno difficili, ma noi abbiamo tanti elementi in rosa per fare sempre bene. Ora il Lecce, avversario insidioso? Conosciamo il loro percorso, è una squadra che gioca con entusiasmo e verrà a Verona con serenità per proporre il proprio gioco. Finora ha messo in difficoltà tante avversarie, all'inizio non ha raccolto quello che avrebbe meritato ma poi ha trovato punti importanti anche fuori casa. Per noi questo deve essere un campanello d'allarme, ma dobbiamo essere consapevoli delle nostre qualità e dimostrarle in campo, affrontando le difficoltà che ci saranno durante la partita. Che sfida sarà? Loro sono bravi a stare vicini, a lasciare poco spazio e a ripartire. Noi dobbiamo sfruttare le nostre caratteristiche, sarà una partita tosta, in cui servirà una prova da grande squadra, compatta e coesa. Come giocheremo? Ogni componente in squadra ha le sue caratteristiche, ma è sempre più importante il modo in cui si fanno le cose e saper occupare bene gli spazi. Guardando gli allenamenti cerco di mettere in campo i ragazzi che stanno meglio fisicamente e mentalmente e sono contentissimo della disponibilità di questi ragazzi. Ognuno avrà il suo spazio e quando scenderà in campo non dovrà sentirsi sotto una lente d'ingrandimento, perché al di là degli errori è fondamentale uscire dopo aver fatto una partita piena, come a Salerno. Avere quindi l'amaro in bocca per la sconfitta, ma essere consapevoli di avere fatto bene e convinti di fare ancora meglio la successiva. Sono tutti a disposizione tranne Almici, che dovremmo rivederlo dopo la sosta, e Bianchetti, che sta proseguendo nel programma di recupero. Di Carmine? Ha ripreso in settimana ad allenarsi con la squadra, sarà difficile vederlo dall'inizio, ma ha tanto entusiasmo e voglia di dimostrare il suo valore come tutti quanti. Pazzini? Si sta allenando molto bene, facciamo tanto affidamento sulle sue qualità sia in campo che fuori". 
Queste le parole di Fabio Grosso, riportate dal sito ufficiale della società, alla vigilia del match di venerdì. Privo di Almici e Bianchetti, il tecnico per il resto può dunque attingere a piene mani dalla sua rosa. La difesa dovrebbe restare la stessa della scorsa settimana, con Crescenzi, Caracciolo, Marrone e Balkovec, mentre a centrocampo dovrebbro partire dall'inizio Colombatto ed Henderson, con uno tra Dawidowicz, Zaccagni e Gustafoson al loro fianco. In attacco invece l'unico sicuro del proprio posto sembra essere Matos, mentre sono in ballottaggio Pazzini e Cissè, così come Laribi e Ragusa. 

QUI LECCE - "Arriviamo alla gara di domani con il Verona un po’ delusi per quello che è stata il risultato dell’ultima gara, ma anche con la consapevolezza di poterci giocare questa sfida in modo sereno, confrontandoci con una squadra, che a detta di tutti, è una corazzata. Mi aspetto un bel confronto, che si giocherà in uno stadio storico. In questo momento abbiamo una classifica più serena e questo ci può permettere di giocare a calcio alla ricerca della vittoria senza assilli particolari. Solitamente quando si affrontano due squadre che giocano a calcio ci sono più spazi e possibilità di far gol. Noi sappiamo di non poter concedere nulla agli attaccanti del Verona, che sono in grado anche con una mezza occasione di far male". 
Così Fabio Liverani, in conferenza stampa, ha messo in guardia i suoi dalle insidie del Bentegodi. L'allenatore giallorosso dovrebbe affidarsi ad una formazione simile a quella scesa in campo contro il Cittadella, con Petriccione che potrebbe tornare in mezzo al campo. 

ARBITRO - Luca Massimi di Termoli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • L'Aifa autorizza la sperimentazione sul vaccino anti Covid-19: si farà a Verona

  • Il post Facebook del sindaco di Verona Sboarina sul virus e gli sbarchi dei migranti

  • Coronavirus: boom di contagiati in Veneto, fra cui pochi veronesi

  • Morto a 37 anni sulla A22, l'appello della moglie: «Cerco testimoni dell'incidente»

  • Ancora un violento temporale e forte vento nella notte su Verona e provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento