Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport Centro storico / Piazza Brà

Hellas Verona - Lazio 1-2 | Nuova sconfitta per i gialloblu beffati nel finale

Una partita molto generosa da parte del Verona che doveva fare i conti con i tanti infortuni. Dopo essere passati in vantaggio nel primo tempo con Helander i gialloblu sono stati raggiunti da Biglia su rigore e superati dal goal di Parolo al minuto 87'

Perde in casa l'Hellas che ancora non è riuscito a vincere una partita in questa nuova stagione. La squadra di Mandorlini parte con titolare Hallfredsson al rientro dall'infortunio, ma la lista degli indisponibli per Mandorlini è davvero lunghissima. In attacco gioca punta centrale dall'inizio Gomez, coadiuvato da Jankovic e Sala.

Ci prova subito la Lazio al minuto 4' su calcio d'angolo, con Gentiletti che segna una rete probabilmente regolare, ma annullata dall'arbitro per un dubbio fallo in attacco. La Lazio spinge e si fa ancora pericolosa con Djordjevic al 15', ma il Verona si difende con i denti e cerca in ripartenza di insidiare l'area avversaria. Al minuto 31' nasce da una punizione sulla destra la rete del vantaggio gialloblu: cross verso il centro dell'area laziale, insolitamente sguarnita, e bravissimo Gomez a inserirsi calciando al volo. La palla si stampa sulla traversa e rimbalza sulla testa dell'accorrente Helander che segna così il suo primo goal in campionato. La Lazio frastornata non riesce a reagire nell'immediato e si va al riposo sul risultato di 1 a 0 per l'Hellas.

Nella ripresa in campo le stesse formazioni, con la Lazio che sin da subito parte a razzo: al 50' è Anderson che con un tiro potente e preciso da fuori area, sfiora l'incrocio alla sinistra di Rafael. Si allunga nel Verona la lista degli infortunati al 54': s'infortuna anche Gomez e al suo posto Mandorlini manda in campo l'ex terzino della Sampdoria Wszolek, autore comunque di un'ottima partita. Anche nella Lazio inizia una vera e propria girandola di cambi, il più incisivo dei quali è l'ingresso in campo di Keita al posto di Djordjevic. Alla prima palla toccata proprio Keita s'intrufola nell'area del Verona e viene steso: calcio di rigore al minuto 62'. Sul dischetto va Biglia al rientro nella Lazio e per Rafael non c'è nulla da fare: tiro forte e centrale sotto la traversa, imprendibile.

Il Verona cerca di non mollare, ma la stanchezza si fa comunque sentire: entra anche Matuzalem al 70' per il suo esordio ufficiale con la nuova maglia, al posto di uno stremato Hallfredsson. Dopo una decina di minuti, l'episodio che avrebbe potuto cambiare in positivo la partita per l'Hellas: seconda ammonizione per Mauricio dopo un fallo su Wzsolek ed espulsione del laziale. Ma in modo del tutto imprevisto, è proprio la Lazio che verso la fine del secondo tempo trova l'occasione di portarsi in vantaggio: punizione dal limite, sul pallone Biglia tocca a sorpresa per Parolo che di potenza e precisione trafigge Rafael con un infido rasoterra. Risultato ribaltato e Verona che, nonostante i 5 minuti di recupero, non riesce a riacciuffare una partita decisamente gestita molto meglio nel primo tempo.

Resta la scusante dei troppi infortuni per Mandorlini, ma è chiaro che tre punti in sei partite sono un bottino ben misero per una squadra come il Verona. Il tecnico dovrà inventarsi qualcosa, in attesa di recuperare Toni o Pazzini per l'attacco, anche perchè sabato 3 ottobre al Bentegodi in serata andrà in scena un sentitissimo derby cittadino contro il Chievo, stabilmente posizionato nelle zone alte della classifica.

PRIMO TEMPO - Calcio d'inizio al Bentegodi. Segna la Lazio da corner al 4' con Gentiletti, ma l'arbitro aveva già fermato il gioco. Episodio dubbio: il giocatore della Lazio sembra subire un'irregolarità in area piuttosto che commetterla. Lancio lungo della Lazio con intevento in chiusura della difesa veronese che rischia  però il calcio di rigore. Ammonito Hallfredsson al 13' per un fallo sulla trequarti. Savic crossa al centro dell'area veronese ed è grande paura al 15' per la difesa gialloblu con Djordjevic che non ci arriva di un soffio. Anderson sfiora l'incorcio della porta difesa da Rafael al 15' con un gran destro da fuori. Azione confusa della Lazio con la difesa del Verona in affanno all'interno della propria area quando si avvicina la mezz'ora di gioco. Punizione dalla destra per il Verona al 31': cross in mezzo e traversa di Gomez libero all'interno dell'area piccola. Sulla respinta è lesto e coraggioso Helander che di testa colpisce il pallone e segna un goal importantissimo. Molto pericolosa la Lazio con Kishna al 40' che mette in mezzo dalla sinistra un buon pallone, sul quale arriva in anticipo su Basta un generoso Jankovic in versione terzino sinistro. Un minuto di recupero al Bentegodi. Ottimo contropiede di Sala allo scadere del tempo e prezioso primo corner guadagnato. Finisce la prima frazione con il Verona in vantaggio grazie a Helander: Hellas fortunato e caparbio.

SECONDO TEMPO - Inizia la seconda frazione di gioco al Bentegodi: nessun cambio nell'intervallo. Gran tiro a giro di Anderson al 50': palla fuori di un soffio e deviazione in angolo. Forcing della Lazio: è ancora corner, il settimo della partita. Il Verona si difende con Moras ultimo baluardo sempre in anticipo di testa. Esce Gomez nell'Hellas al 54' ed entra Wszolek: non cambia la disposizione in campo del Verona con l'ex terzino della Sampdoria schierato punta centrale. Salva tutto Moras al 59' quasi sulla linea dopo il tiro a botta sicura di Djorjevic: pericolo per il Verona. Esce Greco nel Verona ed entra Bianchetti. Nella Lazio fuori Kishna e Djordjevic e dentro Mauri e Keita al 60'. Rigore per la Lazio 62' per fallo in area sul neoentrato Keita. Biglia contro Rafael: botta centrale e rete, pareggio della Lazio. Ammonito Lulic al 66' per una simulazione al limite dell'area. Tiro di Mauri al 70' che finisce però alto. Debutta nel Verona Matuzalem al 76', dentro al posto di Halfredsson. Ammonito Sala per fallo su Lulic al 78': sugli sviluppi deviazione insidiosa e Moras salva tutto in angolo. Ammonito per la seconda volta Mauricio al minuto 80' ed espusione per lui, dopo un fallo su un imprendibile Wszolek. Nella Lazio entra Hoedt al posto di Anderson, si copre Pioli. Tiro di Sala al minuto 83' che però finisce molto alto dopo una corta respinta della difesa della Lazio. Occasione per la Lazio al minuto 85' con una punizione dal limite: parte Biglia, a sospresa passaggio corto per Parolo con la barriera del Verona che non copre bene la posizione e il centrocampista della Lazio che di collo destro piazza un rasoterra imprendibile per Rafael. Risultato ribaltato a 3 minuti dal recupero. Si è entrati nell'extra time: saranno ben 5 i minuti di recupero. Ammonito Parolo per fallo sul vertice destro della propria area al 92'. Finisce il quinto minuto di recupero e l'arbitro fischia la fine: la Lazio in dieci nel finale vince in rimonta una partita che il Verona per un attimo ha sognato di portare a casa.

HELLAS VERONA - LAZIO 1-2

MARCATORI: Helander 31' (HV), Biglia 62' (p) (LA), Parolo 87' (LA)

HELLAS VERONA (4-3-3) 1 Rafael; 3 Pisano, 5 Helander , 18 Moras, 69 Souprayen; 19 Greco(dal 60' 22 Bianchetti), 24 Viviani, 10 Hallfredsson (dal 76' 27 Matuzalem); 26 Sala, 21 Gomez (dal 9' 13 Wszolek), 11 Jankovic.

A disposizione: 95 Gollini, 37 Coppola, 32 Vencato, 6 Albertazzi, 41 Winck, 74 Guglielmelli, 20 Zaccagni. Allenatore: Mandorlini

LAZIO (4-2-3-1) 22 Marchetti; 8 Basta, 33 Mauricio, 18 Gentiletti, 19 Lulic; 20 Biglia, 16 Parolo; 10 Anderson, 21 Savic, 88 Kishna; 9 Djordjevic.

A disposizione: 99 Berisha, 55 Guerrieri, 26 Radu, 5 Braafheid, 4 Patric, 32 Cataldi, 70 Oikonomidis, 88 Kishna, 6 Mauri, 14 Keita. Allenatore: Pioli

ARBITRO: Giacomelli di Trieste

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Lazio 1-2 | Nuova sconfitta per i gialloblu beffati nel finale

VeronaSera è in caricamento