menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esultanza di Barak

L'esultanza di Barak

Hellas Verona - Juventus 1-1 | Barak risponde a Ronaldo: pari al Bentegodi

Dopo 15 minuti ad alti ritmi, la partita si è bloccata nel primo tempo. Nella ripresa i bianoneri sono passati subito un vantaggio con CR7, poi alla lunga sono usciti i padroni di casa che hanno trovato il pareggio

È finita in parità la sfida tra Hellas Verona e Juventus allo stadio Bentegodi, valida come ventiquattresima giornata di Serie A. 

Ci si aspettava una partenza con il piede sull'acceleratore da parte dei ragazzi di Juric, che ha gettato Sturaro nella mischia dal primo minuto, invece sono stati gli ospiti a premere fin da subito, aggredendo alti e impedendo all'Hellas di manovrare. La formazione di Pirlo ha così creato subito un paio di situazioni pericolose, mentre i padroni di casa sono usciti piano piano, cogliendo anche un palo con Faraoni, su cui ci ha messo una pezza Szczesny. Gli scaligeri dunque hanno cercato di alzare la pressione, ma dall'altra parte prima Chiesa ha impegnato severamente Silvestri, poi Kulusevski ha servito Rabiot dopo un bel numero, che ha calciato in malo modo. 
Dopo 15 minuti ad alti ritmi, la partita si è fatta tatticamente molto più bloccata. Con le difese schierate e dietro la linea della palla, entrambi gli attacchi non sono praticamente mai riusciti a creare delle vere occasioni. L'Hellas ha provato ad accendersi andando al recupero nella trequarti avversaria, impedendo così in diverse occasioni di impostare e ripartire, ma senza trovare a volte i giusti tempi di intercetto ed inserimento. Molto attenta invece la Juve soprattutto a non concedere le corsie laterali, dove in genere l'undici di Juric cerca di fare la differenza. 

Come nel primo tempo, la difesa ha visto i Campioni d'Italia partire forte e al 49' Ramsey ha premiato il movimento a tagliare di Chiesa, che ha potuto servire tutto solo Cristiano Ronaldo, perso dalla difesa scaligera, che non ha sbagliato. L'Hellas allora ha provato a replicare creando alcuni grattacapi all'undici di Pirlo, che però rispetto ai primi 45 minuti è sembrato più veloce nei movimenti e pronto ad approfittare dei maggiori spazi che gli avversari hanno concesso. Con il passare dei minuti però i bianconeri sono sembrati calare soprattutto nella foga agonistica, mancando spesso di idee negli ultimi 25 metri, nonostante un Kulusevski che si è fatto in quattro per creare le giuste situazioni di gioco. Dall'altra parte però, sulla sinistra, stava facendo le prove Lazovic, che dopo un paio di tentativi è stato innescato da Zaccagni dopo un rapido ribaltamento di fronte e con il sinistro ha servito un bel pallone a Barak che, sfuggito alla marcatura di Alex Sandro, ha incornato senza lasciare scampo a Szczesny. Dopo la rete la Juve è sembrata disunirsi del tutto, perdendo anche quei pochi meccanisimi buoni mostrati fino a quel momento: in chiara difficoltà a destra, dove oltre a Chiesa si muoveva Demiral, all'85' è stata graziata dallo stesso Lazovic, che penetrato in area ha costretto il numero uno bianconero ad alzare sulla traversa, e poi in corner il tiro sul primo palo. 
Poi negli ultimi minuti gli juventini hanno cercato di buttarsi in avanti, senza però riuscire mai ad impegnare Szczesny. 

Nell'ultima parte di gara poteva anche strappare un successo, ma alla fine l'Hellas Verona può dirsi soddisfatto del punto ottenuto. La squadra di Juric ha sofferto gli avversari soprattutto all'inizio delle due frazioni, per poi trovare le giuste contromisure difensive e nella ripresa anche le combinazioni ideali per rimettere in carreggiata la catena di sinistra, che spesso ha fatto le fortune dei gialloblu.
L'Hellas ora è atteso dal turno infrasettimanale, che mercoledì sera lo vede impegnato a Benevento. 

Il tabellino 

HELLAS VERONA - JUVENTUS 1-1

MARCATORI: Ronaldo (J) al 49', Barak (HV) al 77'

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Magnani, Günter, Lovato; Faraoni (dall'84' Dawidowicz), Sturaro (dal 68' Vieira), Ili? (dal 46' st Veloso), Dimarco (dal 52' Lazovi?); Barák, Zaccagni (dall'84' Bessa); Lasagna.
A DISPOSIZIONE: Berardi, Pandur, Salcedo, Favilli, Udogie, Ceccherini, Tameze. ALLENATORE: Ivan Juri?

JUVENTUS (3-4-1-2): Szczesny; Demiral, De Ligt, Alex Sandro; Chiesa (dall'87' Di Pardo), Bentancur, Rabiot, Bernardeschi; Ramsey (dal 68' McKennie); Kulusevski, Ronaldo.
A DISPOSIZIONE: Pinsoglio, Buffon, Di Pardo, Dragusin, Frabotta, Fagioli, Raafia, Peeters, Capellini, Marques, Ake. ALLENATORE: Andrea Pirlo

ARBITRO: Fabio Maresca di Napoli. 

AMMONITI: Ramsey, De Ligt, Barak, Dawidowicz. 

La cronaca

PRIMO TEMPO - Subito un'occasione per Ramsey al 2', dopo un recupero sulla trequarti: tiro sull'esterno della rete. Punizione dalla trequarti e sinistro debole di De Ligt al 4'. Partenza aggressiva dei Campioni d'Italia. Szczesny al 7', con l'aiuto del palo, salva sul colpo di testa in anticipo di Faraoni da corner. Buoni ritmi in questo inizio di gara. Dopo un avvio difficile, l'Hellas cresce e porta la propria pressione alta in fase di non possesso. Il Verona ruba palla al 13' ma Barak non impatta l'assist di Dimarco. Silvestri al 14' respinge il destro di Chiesa che era penetrato in area. Numero sulla linea di fondo di Kulusevski che scarica per Rabiot al 15', ma il suo mancino è sbilenco. Lontana dal bersaglio la conclusione di Ronaldo al 25'. Verona va spesso al recupero sulla trequarti avversaria, mettendo in difficoltà i bianconeri. Ritmi calati rispetto all'inizio e con le due squadre molto attente a chiudere, le occasioni ora faticano ad arrivare. Lovato al 36' devia il cross di Chiesa, ma Silvestri blocca senza problemi. 

SECONDO TEMPO - La Juve prova a partire forte anche nella ripresa. Ramsey pesca l'inserimento di Chiesa al 49', che attira su di sé la difesa e serve Ronaldo che insacca. Prova a reagire il Verona: deviato in corner al 53' il tiro di Faraoni, poi ci riprova Lazovic ma non trova la porta da fuori. Alex Sandro al 57' anticipa Barak di testa, cercato da Zaccagni. Kulusevski se ne va ancora sulla sinistra al 60' e serve Ramsey: murato da Magnani il suo tiro. Centrale la conclusione di Veloso al 62'. Penetrazione di Zaccagni al 64', ma viene chiuso da Szczesny. Centrale il tiro di Ronaldo al 67', dopo una buona azione di Bernardeschi. Partita meno bloccata rispetto al primo tempo. Grande uscita di Szczesny al 73' per intercettare l'assist di Veloso a Faraoni. Lazovic al 77' trova in area Barak, che di testa firma il pareggio. L'Hellas sembra aver trovato la giusta combinazione per mettere in difficoltà la retroguardia bianconera. Lazovic all'85' entra in area e fa partire un gran destro che Szczesny devia sulla traversa e poi in corner. Poi Barak non trova il tocco vincente su deviazione di Dawidowicz. Alto il tiro di Veloso dal limite all'88'. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento