Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport Veronetta / Piazza Isolo

Hellas Verona - Inter, le probabili formazioni | Dubbi sulla retroguardia per Mandorlini

Marquez è rientrato, Pisano si è allenato solo giovedì con il gruppo: per entrambi le condizioni fisiche non sembrano essere al massimo livello e il tecnico pensa a Rodriguez e Pisano per sostituirli

La trentesima giornata del campionato di serie A vede l'Hellas Verona ospitare l'Inter allo stadio Bentegodi nell'anticipo delle 20.45 di sabato sera. 

La formazione di Mandorlini viene dall'incredibile 3-3 della scorsa settimana con il Cesena e intende rifarsi della rimonta subita con i nerazzurri. Lo stesso presidente Setti nei giorni scorsi ha suonato la carica per i suoi, chiedendo maggiore cattiveria e un finale di stagione di maggior spessore iniziando proprio dalla prossima partita. 
I tre soli punti raccolti nelle ultime cinque gare di campionato e l'uscita dall'Europa League per mano del Wolfsburg, ben rappresentano le difficoltà incontrate dagli uomini di Mancini nell'ultimo periodo. Le posizioni che conducono in Europa sembrano allontanarsi sempre più e ci si attende dai nerazzurri una reazione d'orgoglio.

I PRECEDENTI - Le due formazioni si sono scontrate per 25 volte nella loro storia, anche se solo quattro di queste gare si sono disputate negli anni 2000. Il bilancio vede gli ospiti in vantaggio con 13 vittorie, a fronte delle 4 ottenute dai gialloblu, mentre sono 8 i pareggi registrati. Nella passata stagione i nerazzurri vinsero per 2-0 al Bentegodi grazie alle reti di Jonathan e Palacio, mentre per trovare l'ultima vittoria scaligera occorre risalire alla stagione 1991-1992, quando Rossi firmò l'1-0 per l'Hellas. Il match di andata invece terminò in parità, con Nico Lopez che siglò il 2-2 allo scadere.

QUI HELLAS VERONA - "La partita contro l'Inter? Speriamo di ripetere la gara che abbiamo giocato contro il Napoli, ma ogni partita ha la sua storia. L'Inter ha altre caratteristiche e qualità rispetto agli azzurri, noi dovremo scendere in campo con grande intensità e spirito da battaglia. Con l'Inter dovremo avere massima concentrazione nelle situazioni di gioco, e dobbiamo avere il coraggio che sicuramente non ci mancherà. La formazione? A parte Ionita ho tutta la rosa a disposizione. Sala? Può giocare in tanti ruoli, anche da terzino destro. Le scelte in difesa? Marquez ha recuperato ma è da tanto che non gioca, devo valutare. Anche Pisano sta facendo bene ma solo giovedì si è allenato con il gruppo". Mandorlini non si lascia andare a grossi indizi sulla formazione di sabato, a parte ovviamente la sicura assenza di Ionita. I ballottaggi principali riguardano la difesa: Pisano potrebbe non essere al top e al suo posto potrebbe quindi giocare Brivio, mentre Marquez si gioca le sue carte con Rodriguez. A centrocampo Tachtsidis dovrebbe riprendere il suo ruolo di perno in mezzo al campo tra Obbadi e Hallfredsson. In attacco si verso la conferma di Gomez, Toni e Jankovic. 

QUI INTER - "Cosa sono certo che mi daranno i ragazzi? Diciamo che mi aspetto che facciano una prestazione ben diversa da quella di sabato scorso e più simile a quella contro la Sampdoria. Anche se in vista del derby potrei far riposare uno dei tre centrocampisti, che sono tutti diffidati. Poi è ovvio che questo gruppo deve ancora trovare una certa continuità, visto che alterna brutte prestazioni contro una piccola a grandi prove contro una grande. Ho sentito Thohir, come me è sempre positivo. Poi è chiaro che a tutti scorre il sangue nelle vene e che in alcuni momenti anche lui si arrabbia. Tutta la dirigenza lavora per costruire una grande Inter". Con la testa già verso il derby con il Milan, Mancini si prepara ad affrontare una sfida ricca di insidie. Con Jonathan, Dodò e Kuzmanovic fuori, il tecnico nerazzurro schiera Juan Jesus sulla sinistra e davanti a lui Brozovic. In attacco Shaqiri dovrebbe agire alle spalle di Icardi e Palacio. 

ARBITRO - Paolo Tagliavento di Terni

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Inter, le probabili formazioni | Dubbi sulla retroguardia per Mandorlini

VeronaSera è in caricamento