Domenica, 17 Ottobre 2021
Sport Stadio Bentegodi

Hellas Verona - Inter 0-2 | Il sogno europeo s'infrange sulle sponde neroazzurre

Icardi gela il Bentegodi nel primo quarto d'ora, poi i gialloblu si svegliano ma faticano ad impensierire Handanovic per i troppi errori negli ultimi 30 metri

Nell'anticipo della ventottesima giornata del campionato di serie A l'Inter espugna il Bentegodi battendo l'Hellas Verona. 

Difficilmente sarà questa la stagione che sancirà il ritorno dei gialloblu in Europa. L'Hellas gioca una buona gara, ma paga il timido inizio, una difesa troppo spesso imperfetta e l'assenza di idee a centrocampo. Si perchè la linea composta da Sala, Donati e Marquinho ha fiato e muscoli, gioca una buona gara, ma manca di quel fosforo che poteva dare la presenza di Jorginho o a volte di Hallfredsson. Il risultato è che la manovra gialloblu spesso manca di inventiva e infatti le migliori giocate partono dai piedi di Iturbe, che da solo però non può sopperire a questa mancanza. A questo poi c'è da aggiungere anche le difficoltà incontrate da Luca Toni, alle prese con tre difensori fisicamente possenti come Rolando, Ranocchia e Campagnaro, e spesso non supportato opportunamente dai compagni. Anche l'avanzamento di Romulo non ha convinto molto: sembra chiaro che il brasiliano si trovi meglio a partire da dietro, ma viste le numerose assenze e i giocatori in precarie condizioni, non si può di certo farne una colpa a Mandorlini. Forse l'unica pecca del tecnico ravennate è quella di ritardare un po' troppo i cambi. 

Detto questo la stagione scaligera rimane una di quelle da ricordare, con una salvezza guadagnata, e meritata, con largo anticipo. Peccato per quella possibile qualificazione ai preliminari di Europa League, che avrebbe potuto essere la ciliegina sulla torta, ma che non pare essere destinata ad arrivare in questa stagione. 

PRIMO TEMPO - Occasione per l'Inter al 5': Guarin la mette per Icardi che di testa colpisce la traversa a Rafael battuto. Ancora Icardi al 7', stavolta il cross è di Palacio e la punta argentina, contrastato da Moras, non trova la porta con la sua incornata. Jonathan al 14' ubriaca Albertazzi e la mette forte al centro per Palacio che a porta vuota non può sbagliare. Hellas in difficoltà in questa prima fase: la squadra di Mandorlini non riesce a costruire negli ultimi 30 metri, mentre gli ospiti riescono a far vacillare la difesa scaligera. Al 21' Cacciatore ruba palla e lancia il contropiede, serve Romulo che però sbaglia il passaggio di ritorno e sfuma una buona occasione. Marquinho al 25' ci prova da fuori e va vicino all'angolino basso del secondo palo. Ranocchia al 28' stende Toni in area, Banti e i suoi collaboratori non vedono il contatto e negano il penalty. Al 33' Rafael dice di non ad una potente conclusione di Guarin calciata da posizione defilata. Dopo un inizio difficile i padroni di casa hanno preso in mano le redini del gioco, senza però riuscire ad impensierire più di tanto Handanovic. Al 43' un tiro telefonato di Guarin viene bloccato senza difficoltà da Rafael.

SECONDO TEMPO - Il match riprende sulla falsa riga della fine della prima frazione, con i gialloblu che provano a spingere senza però trovare il giusto varco. Hernanes su punizione da posizione defilata coglie la traversa piena al 55'. Ancora Guarin al 58', ma il suo piazzato manca la porta di Rafael. Avvitamento di Icardi in area al 60': pallone alle stelle. Iturbe salta Campagnaro e penetra in area al 62' ma la sua conclusione è imprecisa. Servito in area al 63' Jonathan calcia, Rafael respinge, Maietta non riesce a rinviare e l'esterno di Mazzarri, dopo aver vinto un paio di rimpalli, può ribadire in rete. Maietta ci prova di testa su una rimessa laterale al 68' senza però trovare la porta. Iturbe scarica su Marquinho al 72' che crossa e trova Moras in area, ma il difensore di testa si mangia un'ottima palla gol. Hernanes ci prova dalla lunga distanza al 78': tiro insidioso ma fuori portata. Kovacic serve Hernanes in mezzo al 84', ma il Profeta manca la conclusione. Cambiasso per Palacio al 87', il suo tiro però finisce in curva. Sala ci prova da fuori al 88' e Handanovic para in due tempi. Al 91' Iturbe calcia da fuori, l'estremo difensore neroazzurro respinge, arriva Romulo per il tap in ma il numero 1 interista dice ancora di no.

HELLAS VERONA - INTER 0-2

MARCATORI: Palacio (I) al 14', Jonathan (I) al 63'

HELLAS VERONA (4-3-3): 1 Rafael; 29 Cacciatore (dal 76' 6 Martinho), 18 Moras, 22 Maietta, 3 Albertazzi; 7 Marquinho (dal 86' 8 Cacia), 5 Donati (dal 86' 14 Cirigliano), 26 Sala; 15 Iturbe, 9 Toni, 2 Romulo.

A disposizione: 12 Nicolas, 4 Pillud, 11 Jankovic, 17 Donsah, 19 Rabusic, 23 Gonzalez, 25 Marques, 30 Donadel. Allenatore: Andrea Mandorlini.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 14 Campagnaro, 23 Ranocchia, 35 Rolando; 2 Jonathan, 13 Guarin (dal 74' 10 Kovacic?), 19 Cambiasso, 88 Hernanes (dal 92' 17 Kuzmanovic)?, 33 D'Ambrosio (dal 70' 4 Zanetti?); 9 Icardi, 8 Palacio.

A disposizione: 12 Castellazzi, 30 Carrizo, 6 Andreolli, 20 Botta, 21 Taider, 22 Milito, 25 Samuel. Allenatore: Walter Mazzarri.

ARBITRO: Banti di Livorno.

AMMONITI: Donati, Cambiasso, Albertazzi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Inter 0-2 | Il sogno europeo s'infrange sulle sponde neroazzurre

VeronaSera è in caricamento