Hellas Verona - Genoa, probabili formazioni | Juric: «Avversario di livello»

L'allenatore gialloblu mette tutti in guardia: «Dopo l'ultimo cambio di allenatore, il Genoa ha cambiato modo di giocare, trovando due buone prestazioni e una maniera diversa di interpretare le partite»

Ivan Juric (Fermo immagine video Youtube)

È uno scontro salvezza che vale tanto per l'Hellas Verona e tantissimo per il Genoa, quello che domani, 12 gennaio, andrà in scena allo stadio Bentegodi. Alle 18, il direttore di gara Maurizio Mariani fischierà l'inizio dell'ultima gara del girone di andata di Serie A per veronesi e genoani. In palio ci saranno tre punti che potrebbero far volare i gialloblu tra le prime dieci posizioni della classifica o che potrebbero togliere i rossoblu dalla zona retrocessione. Per l'Hellas, dunque, c'è la possibilità di arrivare al giro di boa avendo già quasi in tasca l'obiettivo stagionale, la salvezza. Per il Genoa, invece, un successo aiuterebbe l'opera di raddrizzamento di una difficile stagione, cominciata con Andreazzoli in panchina, continuata con Thiago Motta ed arrivata ora con Davide Nicola al timone di comando. Un arrivo, quello di Nicola, che ha portato subito una vittoria all'esordio contro il Sassuolo e un pareggio con eliminazione ai rigori contro il Torino in Coppa Italia. Ma se il Genoa sembra rigenerato dalla cura Nicola, l'Hellas è galvanizzato dalla prestazione vittoriosa nella prima gara del 2020 contro la Spal.

L'allenatore dell'Hellas Verona Ivan Juric affronterà il suo recente passato e con lui anche altri atleti che hanno indossato la maglia del Genoa. Il mister, presentando la sfida di domani, ha ammesso che l'avere a disposizione un gruppo di giocatori già da lui allenati in Liguria ha aiutato ad ottenere dei buoni risultati. E sul prossimo avversario, Juric mette tutti in guardia: «Dopo l'ultimo cambio di allenatore, il Genoa ha cambiato modo di giocare, trovando due buone prestazioni e una maniera diversa di interpretare le partite, e la rosa è di livello».
Una rosa recentemente rinforzata, grazie alla finestra invernale di calciomercato. Il Genoa, infatti, ha preso il portiere Perin, il centrocampista Behrami e l'attaccante Destro. Mentre l'Hellas Verona non ha ancora ufficializzato l'arrivo di Borini, mentre ha comunicato la partenza di Tutino, il quale è andato a giocare all'Empoli.

E le incognite legate al calciomercato, si aggiungono alle solite incognite e agli imprevisti che settimana dopo settimana gli allenatori devono affrontare per completare la lista dei giocatori titolari. Hellas e Genoa non hanno atleti indisponibili per squalifica, ma ci sono gli infortuni che metteono fuori gioco alcuni uomini. Pazzini ha avuto in settimana un'influenza intestinale e quindi è probabile che sarà Di Carmine la punta titolare del Verona. Nel Genoa, difficile l'impiego di Destro dal primo minuto, meno difficile ma comunque improbabile l'impego di Behrami e quindi tra i nuovi arrivati solo Perin potrebbe partire titolare.
Queste le probabili formazioni che scenderanno in campo domani:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento