Hellas Verona - Genoa 0-0 | Gli scaligeri non affondano il colpo al Bentegodi

Gialloblu spesso padroni del campo nella sfida contro il Grifone, ma i numerosi errori negli ultimi 20 metri non hanno permesso alla squadra di Juric di concretizzare il proprio gioco

Vieira in azione

La quarta giornata del campionato di Serie A si è chiusa con il pareggio senza reti dello stadio Bentegodi tra Hellas Verona e Genoa. 

Nonostante i problemi di formazione accusati da entrambi gli allenatori, tra positivi al Covid-19 e infortunati, il match ha preso subito il via su ritmi elevati. Dopo l'equilibrio iniziale, i padroni di casa hanno cercato di imporre il proprio gioco: l'aggressività dei centrocampisti e dei difensori si Juric, ha soffocato sempre più la manovra della squada di Maran, senza però riuscire a portare veri pericoli alla porta di Perin anche al 20', quando Colley ha concluso un contropiede con un debole mancino. Il portiere rossoblu ha rischiato molto anche tre minuti dopo, quando ha dovuto vincere un contrasto con un volenteroso ma poco incisivo Favilli. Con il rientro di Lazovic, la corsia sinistra è stata ancora una volta quella spesso "preferita" dai gialloblu, sulla quale hanno cercato di creare la superiorità numerica con il lavoro anche dei trequartisti e il supporto della difesa, così da allargare la difesa avversaria e provare a sfruttare anche gli inserimenti in area di Faraoni sull'altro lato del campo. 
In alcuni momenti della prima frazione il Genoa è riuscito ad eludere il pressing dei gialloblu e a buttarsi in avanti per colpire, come con Rovella al 28' e soprattutto Pandev al 33', sul quale Silvestri si è fatto trovare ancora una volta pronto. 
Nel finale di frazione gli assalti dei ragazzi di Juric hanno trovato la difesa ligure attenta e l'arbitro ha mandato le squadre negli spogliatoi. 

Nella ripresa l'Hellas è sceso in campo subito con grande aggressività, andando alla riconquista della sfera sulla trequarti avversaria e provare così a sorprendere la retroguardia ospite. Così sono arrivate le conclusioni dei primissimi minuti di Favilli e Colley, mentre il Grifone raramente è riuscito ad arrivare dalle parti di Silvestri. La difesa del Genoa però ha fatto buona guardia, riuscendo spesso ad arginare gli avversari prima che si avvicinassero troppo alla porta di Perin, che è stato sempre reattivo quando è stato chiamato in causa dagli attaccanti scaligeri, soprattutto sull'incornata di Salcedo nel finale. 

Per la mole di gioco di espresso si può parlare più di due punti buttati, che di uno di guadagnato, per l'Hellas Verona, che non è riuscito a concretizzare la mole di gioco prodotta. Negli ultimi 15-20 metri la squadra di Jurici non ha trovato quella lucidità e quella cattiveria per sbloccare il risultato, nonostante un buon giro palla e un centrocampo in crescita. Bene la difesa, che ha concesso pochissimo alle punte di Maran. 
Prossima sfida per i gialloblu quella di domenica sera allo Stadium contro la Juventus. 

Il tabellino

HELLAS VERONA - GENOA 0-0

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Lovato, Ceccherini, Empereur (dal 67' Dimarco); Faraoni, Vieira, Ilic, Lazovic; Tameze (dall'81' Salcedo), Colley (dall'81' Zaccagni); Favilli (dal 60' Kalinic).
A DISPOSIZIONE: Berardi, Pandur, Di Carmine, Udogie, Terracciano, Ruegg, Amione, Ilie. ALLENATORE: Ivan Juric

GENOA (3-5-2): Perin; Bani (dal 69' Goldaniga), Zapata, Masiello; Ghiglione, Radovanovic, Badelj (dal 79' Behrami), Rovella (dal 79' Eyango), Czyborra; Pandev (dal 79' Parigini), Schomurodov (dal 63' Scamacca).
A DISPOSIZIONE: Paleari, Zima, Biraschi, Micovschi, Caso, Asoro, Dumbravanu. ALLENATORE: Rolando Maran. 

ARBITRO: Antonio Rapuano (Sez. AIA Rimini). 

AMMONITI: Badelj, Pandev, Tameze, Ghiglione, Goldaniga, Maran

La cronaca

PRIMO TEMPO - È il Verona a giocare il primo pallone. Ritmo alto fin dai primi minuti. I padroni di casa provano a fare la partita, ma la formazione di Maran non intende limitarsi a difendere. Al 12' il colpo di testa di Ceccherini termina abbondantemente fuori, mentre un minuto dopo Ilic da fuori costringe Perin ad allungarsi per bloccare il suo sinistro. Da qualche minuto il Verona ha preso in mano stabilmente il pallino del gioco. Genoa prova a reagire, ma al 20' Colley scappa in contropiede: debole il suo mancino. Al 23' Perin quasi combina un pasticcio e va al contrasto di piede con Favilli, ma il portiere se la cava. Al 24' splendida azione dell'Hellas, conclusa però con un debole colpo di testa. Subito dopo Silvestri respinge il destro di Schomurodov. Contropiede Genoa al 28': Rovella calcia male l'assist di Schomurodov. Ben servito da Ghiglione, Pandev al 33' impegna Silvestri con il destro, che si rifugia in corner. Sul cambio di fronte, Colley scappa da solo in contropiede e il suo destro costringe Perin allungarsi per mettere in angolo. Match aperto in questo finale di frazione. Favilli schiaccia di testa un corner al 41' e Perin alza sulla traversa. 

SECONDO TEMPO - Tameze ruba palla al Badalj al 46', che arriva poi a Favilli dsa Vieira, ma il suo mancino da dentro l'area viene bloccato. Debole il destro di Colley al 48', servito al limite da Vieira. Buon inizio di ripresa del Verona. Ghiglione al 52' vede il suo tiro-cross respinto dal Silvestri. Servito da Favilli, al 57' Colley prova il sinistro dall'interno dell'area ma Perin ci arriva. Decimo corner per l'Hellas al 57': ospiti un po' in difficoltà in questa fase per l'aggressività dei gialloblu. Lazovic al 63' prova il piazzato, ma il portiere rossoblu blocca senza problemi. Gli ospiti faticano a replicare al dominio dei gialloblu, che dal canto loro non riescono a creare vere occasioni. Out il colpo di testa di Faraoni al 73' su servizio di Dimarco. Troppi errori negli ultimi 20 metri per i gialloblu. Ghiglione salva la sua porta al 76' su cross di Lazovic con la difesa non ben schierata. L'Hellas prova a spingere per cercare di ottenere i 3 punti. Gran parata di Perin all'84' sull'incornata di Salcedo. Gli scaligeri provano il forcing finale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

Torna su
VeronaSera è in caricamento