Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport Via Stadio

Hellas Verona - Genoa 2-2 | Orgoglio scaligero e il Grifone viene rimontato

Matri gela per due volte il Bentegodi e sembra lanciare i genoani verso la vittoria, ma la reazione dei padroni di casa è veemente, grazie anche ad uno Ionita grande protagonista del match

Nel turno infrasettimanale della quarta giornata di serie A, l'Hellas Verona pareggia sul terreno amico contro il Genoa, dopo essere stato sotto per 0-2. 

Un match ricco di emozioni quello andato in scena allo stadio Bentegodi, dove il miglior Verona della stagione è riuscito nell'impresa di rimontare un doppio svantaggio, dovuto anche ad una sciocchezza di uno suoi giocatori più affidabili, Rafa Marquez. Mandorlini schiera un 5-3-2 con i due terzini che supportano l'azione anche in fase offensiva, proponendosi lungo tutta la corsia laterale. Davanti Toni si trova come compagno Saviola, che in più di un'occasione si rende pericoloso o cerca di mettere in moto il partner d'attacco. Il Genoa di Gasperini non resta in ogni a caso a guardare e, grazie ad un Matri in grande spolvero, sembra destinato a violare la casa dei gialloblu. Ma la reazione d'orgoglio degli scaligeri è impetuosa, nonostante qualche rischio corso per cercare la via del gol, guidata da uno Ionita sugli scudi, che lotta su ogni pallone riuscendo a mettere anche una certa qualità. 

Bene quindi le trame di gioco proposte dagli uomini di Mandorlini, che tengono in costante apprensione la difesa avversaria, manca ancora un po' di velocità e un pizzico di precisione nell'ultimo passaggio. Dal punto di vista difensivo oggi qualcosina non ha funzionato, con la retroguardia scaligera che ha vissuto qualche affanno dettato più dal disordine che dalla bravura degli avversari. La via sembra comunque quella giusta per una squadra che punta a salvarsi il prima possibile.

HELLAS VERONA - GENOA | IL VIDEO DI TUTTI I GOL DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO - La prima occasione arriva al 3' ed è per gli ospiti: Bertolacci serve Matri, velo di Falque, la punta italiana tira debolmente e Gollini ha facile presa. La risposta dei padroni di casa arriva due minuti dopo, quando sugli sviluppi di un corner Martic schiaccia il pallone con il destro e Perin può solo guardalo mentre esce di poco sopra la traversa. Al 9' Saviola serve Toni, ma il tiro è sbilenco e termina sul fondo. Un minuto dopo Golini non si fida e respinge di pugno un colpo di testa di Berolacci. Lestienne prova a sorprendere Golini sul suo palo al 24' ma il portiere respinge in angolo. Al 26' Marchese devia un traversone dalla sinistra verso Perin, Saviola si avventa sulla sfera ma è troppo vicino e l'estremo difensore mette in angolo. Subito dopo Matri ci prova da fuori ma il portiere scaligero mette in corner. Roncaglia al 29' prova ad approfittare di un momento di confusione dell'Hellas, ma il suo diagonale trova ancora le mani del numero 95. Subito dopo Toni si libera in area e calcia, pallone vicino al palo ma l'arbitro ferma tutto per un fallo. Splendido assist di Toni per Ionita, che solo davanti al portiere avversario si fa ipnotizzare. Gol sbagliato, gol subito: al 34' un traversone di Marchese dalla sinistra, trova la testa di Matri che mette il pallone dove il portiere non può arrivare. Doppia occasione per l'Hellas: Tachtsidis lancia Saviola nello spazio che prova la giocata di punta, Perin resipinge, arriva Ionita per il tap in ma centra ancora il portiere genoano. Sul contropiede successivo è Golin a dire di no al diagonale di Falque. Antonini in chiaro ritardo salta di testa su Martic, ma trova solo testa del terzino: Tommasi fischia la punizione ma non ammonisce il giocatore.

SECONDO TEMPO - Sciocchezza di Marquez al 48', Matri ne approfitta e trafigge Golini. Ionita difende con forza un pallone sul lato corto dell'area, punta la difesa e scarica su Tachtsidis che di piatto accorcia le distanze al 52'. L'occasione del pareggio arriva al 59' quando Saviola lanciato in contropiede la mette in mezzo per Toni che viene recuperato sul più bello da Roncaglia. Al 64' dopo un'azione insistita dei padroni di casa la sfera arriva a Toni che la mette in mezzo, Ionita di testa prende in controtempo Perin e sigla il pareggio. Sturaro elude il fuorigioco scaligero al 76', evita l'intervento di Golin ma calcia sull'esterno della rete. Non si esaurisce la spinta degli uomini di Mandorlini, ma manca la lucidità negli ultimi 20 metri. Kucka ci prova al 82' ma il tiro è centrale. Tachtsidis serve Moras in area al 84', ma il suo esterno da solo l'illusione del gol. Continua a provarci l'Hellas ma la difesa genoana respinge gli assalti. Al 88' Bertolacci ci prova dal limite e va vicino al secondo palo della porta scaligera. Matri al 90' da posizione defilata non trova la porta su una ripartenza. Marquez al 94' salva sulla ripartenza rossoblu, con Golini uscito per fermare l'avanzata di Kucka.

HELLAS VERONA - GENOA 2-2

MARCATORI: Matri (G) al 34', Matri (G) al 48', Tachtsidis (HV) al 52', Ionita (HV) al 64'

HELLAS VERONA (5-3-2): 95 Golini; 71 Martic (dal 46' 21 Gomez Taleb), 18 Moras, 4 Marquez, 25 Marques, 33 Agostini; 23 Ionita, 30 Campanharo (dal 70' Obbadi), 77 Tachtsidis; 7 Saviola (dal 68' 20 Lazaros), 9 Toni.

A disposizione: 22 Benussi, 2 Rodriguez, 5 Sorensen, 11 Jankovic, 17 Lopez, 21 Gomez Taleb, 27 Valoti, 28 Brivio, 40 Gonzalez, 99 Nenè. Allenatore: Andrea Mandorlini.

GENOA (3-4-3): 1 Perin; 14 Roncaglia, 4 De Maio, 3 Antonini; 87 Rosi (dal 73' Pinilla), 69 Sturaro, 91 Bertolacci, 15 Marchese; 24 Falque (dal 56' 88 Rincón), 32 Matri, 16 Lestienne (dal 64' 33 Kucka).

A disposizione: 23 Lamanna, 21 Edenilson, 19 Greco, 5 Izzo, 92 Mussis, 39 Sommariva, 13 Antonelli, 10 Perotti. Allenatore: Gian Piero Gasperini. 

ARBITRO: Dino Tommasi di Bassano del Grappa.

AMMONITI: Falque, Tachtsidis, Sturaro, Marquez

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Genoa 2-2 | Orgoglio scaligero e il Grifone viene rimontato

VeronaSera è in caricamento