Sport Veronetta / Interrato Acqua Morta

Hellas Verona - Cesena, le probabili formazioni | I gialloblu riprendono la corsa dal Bentegodi

Un match delicato quello che andrà in scena alle ore 15 del 4 aprile. La formazione di Mandorlini infatti ha l'occasione per dare una mazzata (quasi) definitiva alle speranza dei romagnoli e liberarsi quindi di una concorrente

Dopo la pausa per le nazionali, il campionato di serie A riprende con la ventinovesima giornata, nella quale l'Hellas Verona affronta allo stadio Bentegodi il Cesena, in un delicato scontro-salvezza che andrà in scena alle ore 15. 

Nella precedente giornata contro la Lazio, la formazione scaligera ha visto interrompersi il proprio filotto di quattro risultati utili consecutivi, che gli ha permesso di accumulare un buon vantaggio sulla zona retrocessione. Gli 11 punti di vantaggio sui bianconeri sono un bottino di tutto rispetto, che la squadra però deve stare attenta a non dilapidare nelle fare mancanti. 
Prima della sconfitta casalinga con la Roma erano tre invece i risultati utili consecutivi per i romagnoli, che sognano l'aggancio all'Atalanta, lontana solo 5 punti in classifica. Il Bentegodi è un terreno che Di Carlo conosce benissimo, in quanto ex allenatore del Chievo, e farà certamente di tutto per vincere il proprio personale derby e regalare un'ultima speranza ai suoi tifosi. 

I PRECEDENTI - Le due formazioni si sono scontrate sul terreno di gioco scaligero per sette volte e il bilancio finale le vede in assoluta parità. Due infatti sono le vittorie per ogni squadra e tre i pareggi. L'ultima sfida giocata al Bentegodi risale al campionato 1989-1990 e allora a passare furono gli ospiti, con il risultato di 2-0 grazie alle marcature di Agostini e Turchetta. Il match di andata invece è finito con un pareggio per 1-1 fissato dalle reti di Defrel e Juanito Gomez. 

QUI HELLAS VERONA - "Con il Cesena dobbiamo fare una grande prestazione, il fatto che io sia qui al posto di Mandorlini non è assolutamente un segnale di rilassamento. Dobbiamo affrontare una squadra determinata in quella che sarà la partita più importante, e in queste ultime gare vogliamo fare bene per guadagnare posizioni in classifica e lasciare dietro altre squadre. Ora pensiamo a questa partita e cerchiamo di vincerla. La spinta del Bentegodi? Per noi è molto importante, abbiamo sempre fatto belle gare in casa nostra. Il Cesena ha fame di punti, stanno cercando di avvicinarsi alle squadre davanti e vorranno farlo anche con noi.A parte l'infortunio di Ionita, che resterà fuori un po' di tempo, abbiamo recuperato dei calciatori importanti. Rafael o Benussi? La formazione la saprete prima della partita, c'è ancora un giorno per pensarci". A parlare in conferenza stampa questa volta è Roberto Bordin, il secondo di Mandorlini, che vuole mettere subito in chiaro che l'assenza del mister non è un segno di cedimento. Sulla formazione Bordin resta abbottonato e non fornisce indicazioni, parte la sicura ssenza di Ionita. L'unico vero dubbio sembra comunque essere quello tra Rafa Marquez e Rodriguez per il posto al fianco di Moras, che insieme a Tachtisdis dovrebbe essere in campo nonostante l'incidente che li ha coinvolti in settimana. In attacco con Toni dovrebbe esserci il recuperato Jankovic con Gomez. Anche Sala dovrebbe tornare ad occupare il ruolo di terzino destro. 

QUI CESENA - "Sappiamo che dobbiamo guardare chi ci sta davanti, dobbiamo dare il meglio di noi stessi. Non ho grossi dubbi, il recupero di Brienza è importante per noi. In questo momento c'è un gruppo carico di speranza, sentiamo il coinvolgimento di tutti. Andremo in campo determinati e con voglia di osare. Dopo la vittoria con la Lazio vedo più convinzione da parte di tutti. Il Verona? E' una squadra esperta, sarà difficile affrontarla. Sarà una gara decisamente tattica. Djuric? Milan sta benissimo, è tornato carico dall'impegno in Nazionale. Krajnc? Sta acquisendo sicurezza, sta migliorando allenamento dopo allenamento. Noi vogliamo i tre punti per coltivare il nostro sogno". Non è intenzionato a gettare la spugna Mimmo Di Carlo e promette battaglia sul campo di Verona. Come affermato dal tecnico in conferenza stampa, Brienza torna a disposizione e prenderà quindi il suo posto dietro le due punte Defrel e Djuric. Sono due invece i ballottaggi che l'allenatore ex Chievo non ha ancora sciolto: Magnusson-Lucchini per il ruolo di terzino sinistro e Mudingayi-Cascione per quello di perno in mezzo al campo. In entrambi i casi sono i primi due ad essere favoriti. Sicuri assenti del match Marilungo, Tabanelli, Yavr' e Valzania per infortunio.

ARBITRO - Daniele Orsato di Schio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Cesena, le probabili formazioni | I gialloblu riprendono la corsa dal Bentegodi

VeronaSera è in caricamento