Sport Veronetta / Piazza Isolo

Hellas Verona - Cesena 3-3 | Suicidio scaligero: gli ospiti rimontano tre gol in dieci minuti

Un folle Verona getta dalla finestra una partita già vinta e due punti. A parte un'occasione avuta nei primi minuti, la formazione di Di Carlo non aveva mai prodotto pericoli a Benussi fino alle tre marcature

Nella partita valida per la ventinovesima giornata del campionato di serie A, l'Hellas Verona pareggia per 3-3 contro il Cesena dopo essere andato in vantaggio per 3-0.
Pazzo Verona. Solo questo si può dire di una squadra che dopo essere stata avanti di tre reti meritatamente, si fa rimontare da un avversario che fino a quel momento aveva mostrato tanta buona volontà ma anche tanti limiti, faticando a creare un singolo pericolo alla porta di Benussi. Gli scaligeri, dopo uno svarione sulla traversa di Defrel, hanno subito messo in riga gli ospiti con il gol di Toni, rendendosi inoltre pericolosi ad ogni sortita offensiva. La splendida rete di Gomez arrivata già alla mezzora è il coronamento delle continue ripartenze gialloblu, che ogni volta mettono in crisi la difesa romagnola. Nella ripresa gli ospiti provano ad alzare i ritmi ma in tutta risposta arriva la seconda marcatura di Toni, che sembra mettere la parole fine sul match. 
E invece prima il neoentrato Carbonero e poi Brienza su punizione battezzano lo stesso incrocio violato da Gomez nella prima frazione, infine Succi sigla una clamorosa rimonta. Mandorlini prova anche a vincerla, schierando una formazione più offensiva, ma la lucidità è venuta a mancare negli ultimi minuti e i padroni di casa gettano via una vittoria che sembrava già cosa fatta. 
Un'eventuale sconfitta oggi avrebbe probabilmente condannato, dal punto di vista psicologico, la formazione di Di Carlo, liberando così l'Hellas di una concorrente per la salvezza. In questo modo i gialloblu mantengono in vita invece i bianconeri, pur avendo sempre 11 punti sul terzultimo posto. 

PRIMO TEMPO - Passano solo 3 minuti e Defrel colpisce subito la traversa. Reazione Hellas: sulla destra Sala mette in moto Jankovic che la mette bassa in area, Toni si libera sul primo palo e di prima insacca. Pisano al 6' crossa dalla destra e Toni di testa sfiora la doppietta personale. Gli scaligeri continuano a sfondare sulla corsia di destra e all'11' la difesa romagnola è costretta a rifugiarsi in corner con qualche affanno. Il Cesena è vivo e prova a ripartire non appena ne ha l'occasione. Ancora Toni al 19' che con una gran giocata prova a sorprendere Leali con il destro sugli sviluppi di un corner ma il portiere è attento. Gomez al 22' va sulla sinistra e poi scarica su Sala che ci prova dal limite: tiro potente ma centrale. Al 30' Gomez servito al limite punta il diretto marcatore e con il destro lascia partire un magnifico tiro a giro che s'insacca sotto l'incrocio. Pisano al 34' trova ancora Gomez che di testa non trova la porta. Greco al 42' prova da distanza siderale: nessun pericolo per Leali.

SECONDO TEMPO - Cascione ci prova già al 46' ma il suo piatto è troppo centrale. Zampata di Djuric sul primo palo al 54' che non sfrutta una grandissima occasione su iniziativa di Perico. Carboneri ci prova dal vertice sinistro al 60' ma la difesa devia sull'esterno della rete. Sul corner conseguente Defrel tenta il controbalzo e va vicinissimo al bersaglio. Jankovic al 63' pesca Toni in area che con una splendida girata di destro sigla la doppietta e raggiunge Mascetti nella classifica dei cannonieri scaligeri. Djuric ci prova da fuori al 69' ma la mira è da aggiustare. Kranjc al 71' scarica al limite su Carbonero che di prima trova l'incrocio dei pali. Toni supera Lucchini, Capelli non chiude e il centravanti prova ad infilare Leali, palla fuori di pochissimo. Brienza al 77' su calcio piazzato trova una traiettoria incredibile che s'infila sotto l'incrocio: partita riaperta. Al 81' il triangolo Succi-Brienza mette il primo davanti a Benussi che non può fare nulla: completata la rimonta romagnola. 

HELLAS VERONA - CESENA 3-3

MARCATORI: Toni (HV) al 3', Gomez (HV) al 30', Toni al 63' (HV), Carbonero (C) al 71', Brienza (C) al 77', Succi (C) al 81'

HELLAS VERONA (4-3-3): 22 Benussi, 3 Pisano, 18 Moras, 2 Rodriguez, 28 Brivio (dal 83' 17 Lopez); 26 Sala, 10 Hallfredsson (dal 70' Obbadi), 19 Greco; 11 Jankovic, 9 Toni, 21 Gomez Taleb (dal 83' 30 Campanharo).

A disposizione: 1 Rafael, 4 Marquez, 7 Saviola, 8 Obbadi, 20 Lazaros, 25 Marques, 27 Valoti, 33 Agostini, 70 Fernandinho, 71 Martic. Allenatore: Andrea Mandorlini. 

CESENA (4-3-1-2): 1 Leali; 24 Perico, 15 Krajnc, 25 Capelli, 6 Lucchini; 5 Giorgi, 8 De Feudis (dal 36' 34 Cascione), 56 Pulzetti (dal 58' Carbonero); 11 Brienza; 18 Djuric (dal 76' 19 Succi), 92 Defrel.

A disposizione: 30 Agliardi, 81 Bressan, 2 Nica, 7 Carbonero, 9 Rodriguez, 14 Volta, 17 Magnusson, 26 Mudingayi, 44 Cazzola. Allenatore: Domenico Di Carlo. 

ARBITRO: Daniele Orsato di Schio.

AMMONITI: Jankovic, Hallfreddson, Pulzetti, Kranjc, Rodriguez, Succi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Cesena 3-3 | Suicidio scaligero: gli ospiti rimontano tre gol in dieci minuti

VeronaSera è in caricamento