Sport

Hellas Verona - Carpi, le probabili formazioni | Grosso: "Finalmente si ricomincia"

Dopo la pausa la Serie B torna in campo e mette di fronte le due formazioni al Bentegodi. Il tecnico gialloblu recupera Ragusa, che potrebbe quindi scendere in campo dal primo minuto. Probabile panchina per Pazzini

Dopo la pausa per le partite delle squadre nazionali, la Serie B riprende dalla terza giornata, che vede l'Hellas Verona ospitare il Carpi allo stadio Bentegodi alle ore 15 di domenica.

Grazie alla sentenza del Giudice sportivo sulla partita che non è stato possibile disputare a Cosenza, i gialloblu sono saliti ai primi posti della classifica con una sola gara nelle gambe. Grosso deve quindi ancora trovare la prima vittoria sul campo in questo campionato, che gli permetterebbe di restare agganciato al vertice e alla zona che conduce in Serie A. 
Non è stato un buon inizio di torneo per gli emiliani, che nelle prime giornate hanno collezionato altrettante sconfitte, posizionandosi così al penultimo posto. Chezzi deve quindi togliere quanto prima lo "0" dalla casella punti, per vedere allontanarsi troppo le avversarie. 

I PRECEDENTI - Le due formazioni si sono affrontate due volte al Bentegodi. La prima, in Serie A nell'annata 2015/2016, vide gli ospiti imporsi con il risultato di 2-1. Nella seconda occasione, andata in scena la stagione successiva nel campionato cadetto, è arrivato un pareggio per 1-1. 

QUI HELLAS VERONA - "Il Verona alla ripresa del campionato? Finalmente si ricomincia, dopo la pausa e dopo tante cose che sono capitate. La nostra bravura dovrà essere quella di farci trovare pronti. Sappiamo che in questo campionato le partite sono tutte equilibrate, ma dovremo essere presenti nell'arco di tutta la gara e cercare di ottenere la vittoria. È quello che vogliamo fare sempre. La nostra mentalità è quella di una squadra che attacca e che vuole fare la partita, rispettando un'avversaria che avrebbe meritato più di quanto ha raccolto finora. Una ripartenza dopo gli ultimi sviluppi sul campionato? In questo periodo si stanno delineando tante cose. È un'annata particolare, ma noi non dobbiamo farci condizionare. Dobbiamo pensare al campo e a fare il massimo per riportare in alto questa squadra. Che Carpi mi aspetto? È una squadra con caratteristiche che possono metterci in difficoltà. Sono avversari che da anni portano avanti un'identità ben precisa. Sono molto bravi a sapersi difendere tutti insieme e hanno delle capacità importanti davanti per ripartire, ma noi sappiamo anche quali sono le nostre qualità e vogliamo dimostrarle domani. Su Dawidowicz? Ho scoperto ieri di poterlo utilizzare. È un ragazzo giovane e di qualità e noi ne abbiamo tanti così. Sono loro che ci danno la speranza di poter fare bene durante tutta la stagione, sapendo che dovremo essere bravi a supportarli nei momenti di difficoltà. Gli altri rientranti? Lee è tornato felice dai Giochi Asiatici, potrà essere un'arma in più, così come Cissé e Ragusa. Avere tanti calciatori a disposizione non è un problema per me, ma un valore aggiunto per tutti noi. Dovrò essere bravo io a capire quali interpreti, aldilà del modulo, utilizzare di partita in partita, facendo riferimento alle caratteristiche di tutti". 
Queste le parole di Fabio Grosso alla vigilia del match del Bentegodi, riportate dal sito della società. Il tecnico quindi ritrova Cissé, Lee e Ragusa, che si era fermato per qualche giorno a causa di un trauma. Probabile quindi che l'esterno arrivato dal Sassuolo riprenda il proprio posto nel tridente con Matos e Di Carmine, mentre Pazzini dovrebbe partire ancora dalla panchina. In difesa si va verso la conferma della coppia Caracciolo-Marrone con Almici e Crescenzi sulle fasce (quet'ultimo in vantaggio su Balkovec), mentre a centrocampo Colombatto dovrebbe essere affiancato da Henderson e Laribi. 

QUI CARPI - "Cosa mi aspetto dalla trasferta di Verona? Un Carpi che dia continuità di prestazioni dopo la partita giocata contro il Cittadella. Andremo a Verona e sappiamo che le difficoltà saranno maggiori, ma stiamo lavorando bene, ora dobbiamo aumentare il livello e iniziare a fare punti. Ci vuole tempo perché questa squadra lavora insieme al completo da un mese, ma proprio per questo bisogna lavorare forte nel quotidiano come stiamo facendo. 
Pezzi è quasi recuperato, Mokulu avverte dolore al piede e vediamo domani come starà. Poli? Non dev’essere un alibi ma ci è mancato tanto, è un grande giocatore, importante per lo spogliatoio e lo vedo motivato e convinto.
Sappiamo che tecnicamente il Verona è più forte del Carpi, ma noi possiamo dare loro fastidio con la corsa e l’organizzazione tattica. Dobbiamo limitare i loro pregi e provare a pizzicare i loro punti deboli.
I gol presi su calci da fermo sono una nostra responsabilità. Ci abbiamo messo mano e speriamo che il lavoro si veda.
Differenza tra la D e la B? La più grande è la fisicità dei giocatori, sia di quelli d’impatto che di quelli di rapidità. Anche sul piano tecnico cambiano alcuni parametri, ma anche in Serie D trovi esempi di professionismo.
Cosa rappresenta per me il Carpi? E’ il mio lavoro, mi ha fatto fare un salto di qualità professionale e devo dare il massimo per il suo bene.
Uno o due attaccanti? Il Carpi è stato costruito per giocare con due punte, ma la cosa più importante è che giochi chi sta bene. Mokulu è reduce da un infortunio al tendine d’achille l’anno scorso e ha avuto un problema al piede in questi giorni, Arrighini è arrivato in ritiro dopo aver avuto la varicella e si allena con noi da solo un mese.
Cosa mi aspetto dai tifosi? So che devo farmi conoscere, accetto lo scetticismo finché non si va fuori dal rispetto della persona. Quando sono arrivato a Savona c’era un brutto clima, quando me ne sono andato piangevano tutti. La gente è intelligente e saprà apprezzare il lavoro. Spero di essere valutato alla fine del percorso".
Queste le parole della vigilia di mister Marcello Chezzi, che mette in guardia i suoi in vista della partita di domenica. L'allenatore dovrebbe schierare Arrighini come unica punta, con Sabbione alle sue spalle. Poli dovrebbe riprendere in mano il reparto offensivo, mentre Mbaye e Di Noia partirebbero titolari in mezzo al campo. 

ARBITRO - Manuel Volpi di Arezzo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Carpi, le probabili formazioni | Grosso: "Finalmente si ricomincia"

VeronaSera è in caricamento