Sport Stadio Bentegodi

Hellas Verona - Cagliari 1-0 | La sfortuna e l'arbitro non fermano gli scaligeri

Un gol ingiustamente annullato nel primo tempo e due "legni" colpiti nella ripresa sembravano aver inchiodato il risultato sullo 0-0, ma il siluro di Tachtsidis nel finale regala la vittoria ai gialloblu

Nel primo anticipo della sesta giornata del campionato di serie A, l'Hellas Verona batte in casa il Cagliari grazie ad una rete di Tachtsidis.

Sono tre punti importantissimi quelli arrivati dal match del Benetgodi per la squadra di Mandorlini, che se nei primi minuti di gioco soffre un po' la velocità dei giocatori di Zeman, con il passare del tempo prende in mano il pallino del gioco e legittima una vittoria arrivata solamente nel finale. Gli ospiti nel primo tempo hanno creato le occasioni più pericolose ma a passare in vantaggio sarebbero stati gli scaligeri. L'assistente di Giacomelli però ha segnalato un fuorigioco nonostate sia Toni sia Nico Lopez fossero nettamente dietro la linea della palla. Nella ripresa invece salgono in cattedra i gialloblu, che costringono gli ospiti nella loro metà campo, lasciando loro solo qualche contropiede. La sfortuna però si accanisce con la formazione di Mandorlini, che trova sempre grandi risposte da Cragno e quando il portiere di Zeman è battuto, ci pensano i pali a fermare l'assalto veronese (prima Jankovic e poi Gomez). La partita sembra oramai indirizzata verso lo 0-0, quando Tachtsidis sfrutta un involontario assist di Hallfredsson con un siluro che non lascia scampo al portiere ospite. 

Buona quindi la prestazione complessiva della formazione di Mandorlini, che ha prima retto all'urto del calcio offensivo professato dal tecnico boemo e poi ne ha messo a nudo le carenze im fase difensiva. Da migliorare ancora la lucidità e la precisione nella manovra e negli ultimi metri: troppi i palloni sprecati per eccessi di foga e imprecisione. 

PRIMO TEMPO - La prima occasione arriva al 3', quando Avelar sfonda a sinistra e serve Ibarbo, che da due passi calcia tra le braccia di Rafael. È ancora Ibarbo a mangiarsi l'occasione del vantaggio, quasta volta su assist filtrante di Cossu. È ancora il 7 rossoblu a servire al 17' il taglio di Dessena che, in area, rientra calciando di sinistro debolmente tra le braccia di Rafael. Al 26' Campanharo la mette in mezzo per Nico Lopez, che fa il velo per Toni eludendo l'intervento di Cragno: il numero 9 insacca a porta vuota ma l'arbitro annulla per un fuorigioco inesistente. Ceppitelli al 31', solo in area, fallisce una grande occasione di testa sugli sviluppi di un corner. I gialloblu cercano di chiudere bene gli spazi e di approfittare degli spazi lasciati dagli ospiti. Marquez prova ad anticipare tutti su corner al 36', ma il suo tocco trova solo l'esterno della rete. Al 40' Rafael dice di no a Sau, pescato da Cossu in ripartenza. Sul ribaltamento di fronte, Nico Lopez serve Toni in area, ma il suo colpo da calcetto va solo vicino al palo. Al 42' Cragno mette in angolo un traversone di Nico Lopez diretto in porta. Sul corner successivo il portiere ospite blocca la conclusione di Tachtsidis. La barriera devia in angolo la punizione di Cossu al 44', con Rafael immobile.

SECONDO TEMPO - Ceppitelli mura Toni al 47'. Ripartenza Hellas al 53' con Nico Lopez, che resiste ad una carica e serve Campanharo, che costringe Cragno a mettere in corner. I gialloblu ora spingono, soprattutto sugli esterni, con la formazione sarda costretta a rifugiarsi diverse volte in corner per anticipare gli attaccanti di Mandorlini. Al 63' Agostini anticipa Ibarbo servito sottoporta da Cossu. Dal conseguente angolo, il terzo tempo di Cappitelli sfiora la traversa della porta scaligera. Al 68' Ceppitelli libera sulla linea un colpo di testa Toni da posizione impossibile e per un pelo non ne approfitta l'accorrente Ionita, murato dalla difesa. Al 71' Jankovic si accentra e da 25 metri lascia partire un destro poderoso ma con Cragno battuto colpisce l'incrocio. Subito dopo ci prova Tachtsidis ma il 27 di Zeman blocca. Toni un minuto dopo si libera al limite con un bel movimento, ma il suo sinistro non trova il bersaglio. Al 78' ci prova di testa Gomez ma Cragno dice ancora no. Al 82' Jankovic la mette per Toni che incorna a botta sicura, ma la traversa respinge ancora la sfera. Al 89' da un punizione per gli scaligeri sulla trequarti ospite, arriva un pallone vagante al limite per il 77 di Mandorlini, che calcia a tutta forza e fulmina Cragno.

HELLAS VERONA - CAGLIARI 1-0

MARCATORI: Tachtsidis (HV) al 89'

HELLAS VERONA (4-3-3): 1 Rafael; 25 Rafael Marques, 4 Márquez, 18 Moras, 33 Agostini; 23 Ionita, 77 Tachtsidis; 30 Campanharo (dal 67' 10 Hallfredsson); 17 Nico López (dal 67' 11 Jankovic), 9 Toni,  21 Juanito Gómez (dal 88' 99 Nenè).

A disposizione: 69 Salvetti, 95 Gollini, 2 Rodriguez, 5 Sorensen, 7 Saviola, 16 Luna, 27 Valoti, 28 Brivio, 40 Gonzalez. Allenatore: Andrea Mandorlini.

CAGLIARI (4-3-3): 27 Cragno; 21 Balzano, 32 Ceppitelli, 15 Rossettini, 8 Avelar; 16 Dessena (dal 76' 10 Joao Pedro), 4 Crisetig, 20 Ekdal; 23 Ibarbo, 25 Sau (dal 61' 9 Longo), 7 Cossu (dal 76' 17 Farias).

A disposizione: 28 Carboni, 3 Murru, 13 Caio Rangel, 14 Pisano, 18 Barella, 30 Donsah, 33 Capuano. Allenatore: Zdenek Zeman.

ARBITRO: Piero Giacomelli di Trieste.

AMMONITI: Dessena, Ibarbo, Rossettini, Tachtsidis

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Cagliari 1-0 | La sfortuna e l'arbitro non fermano gli scaligeri

VeronaSera è in caricamento