Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport Veronetta / Piazza Isolo

Hellas Verona - Atalanta, le probabili formazioni | L'infermeria di Mandorlini si svuota

Il tecnico ravennate recupera Ionita, Juanito Gomez e Moras ma solamente il difensore dovrebbe scendere in campo dal primo minuto, mentre in attacco Saviola e Nico Lopez si giocano un posto vicino a Toni

Il campionato di seria A giunge alla prima giornata del girone di ritorno e l'Hellas Verona si prepara ad affrontare l'Atalanta tra le mura amiche dello stadio Bentegodi. 
Le pesanti sconfitte rimediate nel doppio confronto disputato contro la Juventus, potrebbero aver minato la fiducia della squadra che naviga comunque in acque tranquille in classifica. Quella contro i bergamaschi però è una delicata sfida salvezza che i gialloblu non possono permettersi di fallire se non vogliono essere risucchiati nei bassifondi. 
Lontani solamente un punto dagli scaligeri, gli orobici arrivano a Verona gasati per la vittoria ottenuta sul Milan a San Siro. Colantuono sa bene che altri tre punti gli permetterebbero di guadagnare importanti posizioni e di avvicinare sempre più la salvezza, c'è da aspettarsi quindi un atteggiamento propositivo da parte dei suoi giocatori in questa sfida. 

I PRECEDENTI - Hellas Verona e Atalanta si sono finora incrociate 35 volte e il bilancio delle sfide vede una parità assoluta. 12 sono infatti le vittorie dei gialloblu, 11 i pareggi e 12 i successi dei bergamaschi. Nell'ultima sfida al Bentegodi, i padroni di casa si imposero con il risultato di 2-1 grazie alle reti di Gómez Taleb e Jorginho, mentre per gli ospiti segnò Denis. 

QUI HELLAS VERONA - "Cosa mi aspetto con l’Atalanta? Vincere. Conta solo il risultato, è sempre contato solo quello.La formazione? L’ho già scelta, la vedrete in campo. Non voglio anticipare nulla. Un commento sull’Atalanta? L’aspetto psicologico in campo è importante, loro vengono da una vittoria fuori casa col Milan, noi invece da due sconfitte fuori casa con la Juve, loro stanno meglio di noi ma credo che ogni partita abbia la sua storia. Se ci sarà la reazione? A me interessa il risultato, con l’Atalanta è un’altra storia, la valuteremo dopo. Noi abbiamo preparato la partita bene. I calciatori rientrati in settimana? Verranno con noi, ma cercheremo di lavorare in settimana per mettere più minutaggio a chi è tornato. Moras? Per il suo caso si parla di degenza breve, quelli di lungo corso stanno recuperando. Rodriguez non ci sarà". Idee chiare per Mandorini che intende invertire la tendenza di questo periodo complicato a partire dalla sfida con i bergamaschi. L'infermeria veronese inizia piano piano a svuotarsi, con i soli Obbadi e Jankovic da recuperare. Il tecnico ravennate non ha voluto sbottonarsi in conferenza stampa sulla formazione che scenderà in campo domenica ma tutti gli indizi vanno verso una difesa a cinque con Martic e Brivio sulle fasce mentre al centro bisognerà comprendere le reali condizioni di Moras, Sorensen quindi è in preallarme. A centrocampo, vista la squalifica di Greco ci dovrebbero essere Sala, Tachtsidis e Hallfredsson. In attacco quasi certa la presenza di Luca Toni, con Saviola e Nico Lopez che si giocano l'altro posto disponibile. 

QUI ATALANTA - "Se vogliamo fare un girone di ritorno diverso da quello di andata e più tranquillo dobbiamo dare continuità ai risultati dimenticando Milano e pensando a questa partita facendola diventare la gara più importante dell'anno. Dobbiamo sfruttare queste due gare (Hellas e Cagliari, ndr) perché poi avremo un trittico importante ( Fiorentina, Inter e Juventu, ndr). Queste due sono molto importanti. Spinazzola è out, per Benalouane vediamo domani. Gomez probabilmente entrerà a partita in corso. Iniziamo ad attrezzarci per fare una buona prestazione con la stessa determinazione e voglia che abbiamo dimostrato a Milano. Voglio vedere lo stesso tipo di partita, poi vedremo quello che saremo riusciti a fare sul campo. La vittoria muove subito la classifica ma serve continuità". Colantuono lancia un diktat ai suoi giocatori: fare risultato a Verona. Il tecnico orobico non avrà a disposizione Cherubin, Estigarribia, Spinazzola, Raimondi e probabilmente anche Dramè. Difficile inoltre che Benalouane riesca a recuperare per partire dal primo minuto. Bellini quindi è pronto a sostituirlo nel ruolo di terzino destro, mentre dall'altra parte ci sarà Del Grosso. Confermato l'avanzamento di Zappacosta sulla linea mediana, in mezzo con Carmona giocherà Cigarini, mente in attacco viene confermato il duo Pinilla-Denis

ARBITRO - Daniele Doveri di Roma. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Atalanta, le probabili formazioni | L'infermeria di Mandorlini si svuota

VeronaSera è in caricamento