menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Hellas, testa alla Pro Vercelli. Niente allenamento per Juanito Gomez

L'argentino, uscito anzitempo contro l'Ascoli, si è sottoposto domenica ad una seduta fisioterapica per il risentimento ai flessori della coscia sinistra accusato sabato ed è quindi in dubbio per la sfida del 22 ottobre

Grazie alla vittoria ottenuta sul campo dell'Ascoli e alla sconfitta del Cittadella a Perugia, l'Hellas Verona guarda ora tutti dall'alto in basso in classifica, con due punti di vantaggio proprio sui padovani. Questo nonostante le difficoltà incontrate allo stadio Del Duca, come ha ammesso lo stesso Pecchia al termine del match. 

Con l'Ascoli non la miglior partita della stagione, grande merito ai bianconeri che ci hanno messo in difficoltà. Sono stati più bravi, hanno spinto sull'acceleratore e noi abbiamo sofferto. Il primo cambio? Juanito stava facendo bene ma ha avuto un problema muscolare, l'ingresso di Zaccagni è stato comunque positivo. Questa situazione bilancia il risultato ottenuto con il Brescia, perché raccogliamo una vittoria importante contro una squadra che ci ha dato grossi problemi. I miei ragazzi sono stati lucidi perché consapevoli di aver sofferto, abbiamo fatto 4 gol e abbiamo avuto altre occasioni per concludere. Complimenti a Nicolas che ci ha salvato in tante situazioni, dobbiamo imparare a gestire meglio le situazioni di vantaggio. Ad ogni modo la prima posizione in classifica non cambia il nostro modo di lavorare, dobbiamo pensare alla prossima gara con la Pro Vercelli. È ancora presto, la classifica è momentanea, però ci dà stimoli maggiori, ma la nostra filosofia rimane la stessa. Un commento sull'Ascoli? Ho visto una squadra viva, capace di una bella prestazione, con qualità. 

Anche Mattia Zaccagni, che sabato ha siglato il suo primo gol in Serie B, ha messo in evidenza i meriti di un avversario che ha dato parecchio filo da torcere alla formazione scaligera. 

Sono molto felice per il gol e per la vittoria della squadra. Abbiamo sofferto, ma la squadra ha reagito bene e ha conquistato tre punti importanti. Adesso dobbiamo continuare così, senza guardare le altre squadre. Mi sono sempre allenato al massimo, ringrazio il mister per l'opportunità: lui e il Direttore Sportivo già in ritiro mi hanno dimostrato la loro fiducia, perciò ho cercato di darmi da fare. La squadra ha reagito bene e ha conquistato tre punti importanti. Adesso dobbiamo continuare così, senza guardare le altre squadre. Pazzini? È fuoriclasse, fuori categoria, come giocare in 12. Ascolto i consigli di Maresca, da giocatori con la sua esperienza c'è sempre da imparare. L'apporto della mia famiglia? Sono molto contento mi seguono sempre, dedico a loro questo gol. La mia emozione dopo il gol? All'inizio non ci credevo nemmeno io, ci ho messo un po' a metabolizzare il tutto. 

Decisivo con le sue parate quando il risultato era ancora in bilico, Nicolas vuole tenere i piedi per terra, citando anche un insegnamento dello stesso mister gialloblu. 

La vittoria di oggi? Merito di tutta la squadra. Io, come portiere, devo dare sempre il massimo. Oggi era una partita difficile, su un campo insidioso. La parata più pericolosa? Sicuramente quella su Lazzari, è stata dura. Ora siamo primi, ma non dobbiamo mai mollare, ogni distrazione può metterci in difficoltà. La maglia da titolare? L'ho voluta tanto, anche quando giocavo a Lanciano, ma sapevo che dovevo ancora fare esperienza. Ora sono molto più tranquillo nel fare le mie scelte quando sono in campo. Dopo il gol subìto ho cercato di spronare i miei compagni a non mollare, a tenere sempre alta la testa. Ora serve la giusta concentrazione, come dice sempre il mister, 'l'umiltà ci farà vincere'. I tifosi sono sempre con noi, oggi ci hanno dato la carica giusta per entrare in partita. Abbiamo tanti giovani forti in squadra, sono molto contento per i gol di Bessa e Zaccagni. 

Dopo la seduta di domenica mattina, i gialloblu torneranno ad allenarsi martedì. Da valutare le condizioni di Juanito Gomez, che dopo la sfida con i bianconeri, si è sottoposto ad una seduta fisioterapica per il risentimento ai flessori della coscia sinistra accusato sabato. 
Intanto il club scaligero si gode il miglior marcatore dei cinque principali campionati europei, contando sia le prime che le seconde divisioni: sia per reti fatte (10), che per media gol al minuto (44.8), infatti è Pazzini a sedersi sul trono dei migliori bomber del continente. E il Pazzo ora mette nel mirino quella che potrebbe diventare la sua nuova vittima: sabato infatti arriva al Bentegodi la Pro Vercelli, per un match che nei sogni dei tifosi dovrebbe sancire il primo tentativo di fuga. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento