L'Hellas si preparara per Perugia, dove mancheranno Ferrari e Siligardi

I due giocatori sono stati fermati per una giornata dal giudice sportivo, così come Pecchia per essere stati allontanato dal terreno di gioco durante la partita contro il Bari giocata sabato

È stata una vittoria importantissima quella ottenuta dall'Hellas Verona sul campo nel Bari nella trentasettesima giornata di Serie B, andata in scena sabato 22 aprile. I tre punti infatti hanno permesso ai gialloblu di staccare il Frosinone in classifica e di portarsi al secondo posto solitario, dietro la capolista Spal che resta a cinque lunghezze di distacco. 

Soddisfatto del carattere mostrato dai suoi, rimasti in dieci uomini per tutto il secondo tempo, Fabio Pecchia nel post partita ha dedicato la vittoria a Franco Zuculini, fermato ancora da un brutto infortunio. Ecco le sue parole riportate dal sito della società scaligera. 

Abbiamo giocato la partita che avevamo preparato, tenendo bene palla e creando gli spazi giusti. Nel secondo tempo, anche in 10, è venuta fuori la determinazione del mio gruppo, sono contento per la grande personalità e il carattere dimostrati. Siamo riusciti a rischiare davvero poco e si sono create le condizioni per segnare anche un gol in più. Con un uomo in meno siamo riusciti a sfruttare le caratteristiche di velocità di alcuni giocatori, anche se ci siamo dovuti difendere contro una squadra di qualità che in casa non perdeva da 5 mesi. Devo fare i complimenti ai miei ragazzi per la qualità offerta in campo. Oggi rappresentiamo le caratteristiche e il grande cuore di Franco, la vittoria va a lui che ci è vicino e ci supporta, sapendo che avrà la forza per riprendersi ancora una volta da un brutto infortunio. La svolta nell'ultimo periodo? La trasferta l'abbiamo sentita di più verso la fase finale del girone d'andata. Ci siamo ripresi il Bentegodi dove ci dava molta rabbia non riuscire a fare risultato. Il campionato comunque non è ancora finito, voglio parlare di continuità perché è ancora tutto da decidere e ci sono ancora 5 finali da disputare. Anche se il Frosinone ha frenato, la Spal continua la sua marcia e noi dobbiamo mettercela tutta; quando si insegue bisogna avere molta più forza ed energia di chi ci sta davanti. Da stasera si pensa già al Perugia. 

Dedica che naturalmente è arrivata anche dal fratello di Franco, Bruno, autore del gol del 2-0 che ha definitivamente indirizzato il match del San Nicola in favore del club di via Belgio. 

Dedico il mio gol a Franco, so che sarà felice per la rete e per la vittoria della squadra, adesso dobbiamo continuare così. Il mio gol? È tanto tempo che non segnavo, devo giocare nelle retrovie (ride, ndr). Però sono molto contento perché è servito alla causa: lavoro sempre per me e per la squadra. Con il Bari è stata una partita difficile, soprattutto nella ripresa in cui siamo stati in 10 per tutto il tempo, ma abbiamo messo in campo il nostro carattere. Oggi avevo qualche problemino alla caviglia, ma non appena siamo rimasti in dieci ho dimenticato tutto e ho pensato soltanto a giocare. Noi a +3 sul Frosinone? Siamo sulla buona strada, adesso ricarichiamo le pile e pensiamo al Perugia, martedì dovremo giocare con la stessa determinazione vista al 'San Nicola'. Abbiamo la testa dura e andremo lì per vincere. Il futuro? Mancano ancora 5 gare alla fine e la strada è ancora lunga, ora sono concentrato esclusivamente sul Verona.

Con la partita in trasferta sul campo del Perugia fissata per martdì sera, la formazione veronese si è fermata in ritiro a Roma per preparare il match valido per la trentottesima giornata del campionato cadetto. E proprio dal campo dall'allenamento laziale ha parlato Matteo Bianchetti, in un'intervista esclusiva a Hellas Verona Channel.

La vittoria di Bari? Importantissima e di squadra. Restando uniti sono arrivati tre punti fondamentali su un campo molto difficile. Nonostante l'inferiorità numerica potevamo chiudere prima la gara, ripartivamo tutti insieme creando tante occasioni. Siamo padroni del nostro destino, dipende tutto da noi per raggiungere il nostro obiettivo. Le prestazioni della difesa? Merito di tutta la squadra. Se abbiamo l'atteggiamento giusto e giochiamo con umiltà tutto diventa più facile. Se ti difendi in 11 gli avversari fanno fatica a segnare, ma possiamo migliorare ancora perché certi gol presi erano evitabili. Tutti stanno dando il loro contributo, da qui alla fine manca poco e ognuno di noi si deve far trovare pronto. Siamo molto fiduciosi per la partita di martedì contro il Perugia. 

Nella trasferta umbra però Pecchia non potrà sedere in panchina, dopo essere stato cacciato dal campo nella partita con il Bari, così come non saranno presenti gli squalificati Alex Ferrari e Siligardi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Finta concessionaria nel Veronese per truffare i clienti, denunciato 21enne

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

Torna su
VeronaSera è in caricamento