L'Hellas è una macchina da gol: sono già undici i giocatori andati a segno

La formazione di Pecchia ha mandato in rete più calciatori di tutti e le sue 31 reti nelle prime 13 giornate di campionato, sono inferiori solo a quelle del Pescara di Zeman della stagione 2011/2012

Con la vittoria arrivata sabato contro lo Spezia, l'Hellas Verona non solo ha tenuto a debita distanza le dirette inseguitrici, lontane 5 punti, ma si è confermato un'impressionante macchina da gol, questo nonostante Pazzini sia rimasto "a secco" dalla sfida con la Pro Vercelli. 31 sono le reti messe a segno dai gialloblu nelle prime 13 giornate del campionato cadetto, meglio aveva fatto solo il Pescara di Zeman nella stagione 2011/2012. Inoltre sono già 11 i giocatori che hanno timbrato il cartellino finora, a dimostrazione della coralità del gioco di Fabio Pecchia. 
Dopo la partita dello stadio Picco, è stato Nicola Corrent, allenatore in seconda, ad analizzare la gara, sottolineandone le difficoltà, nonostante il largo risultato. 

Sapevamo che sarebbe stata una partita complicata, da giocare con ritmo e aggressività. Il Verona ha dato una bella dimostrazione di valore, vincendo con merito. Siamo ancora il primi, ma il cammino sarà lungo e difficile, quindi ora dobbiamo pensare solo alla prossima. Ad ogni modo, vincere aiuta a vincere e siamo in fiducia. I risultati arrivano dal gruppo e dalla settimana di lavoro duro. Novara? Tutti contro di noi provano a fare la partita della vita, per noi questa è una difficoltà in più. Le rivali del Verona? Sono tante, dal Perugia al Frosinone, ma anche chi magari adesso si trova in un momento di difficoltà, perché questo campionato è ancora lunghissimo. I nostri tifosi sono stati grandi, ci sostengono sempre, nonostante le intemperie. Zuculini? Ha avuto un problema muscolare che valuteremo, peccato perché ha un temperamento importante per noi. Fossati e Romulo? Sono due calciatori importanti di qualità e sacrificio, al di là di loro ci sono tanti elementi che vengono chiamati in causa dando un grande contributo alla causa dell'Hellas. Pazzini? Penso l'abbia deviata. 

Un'analisi che trova conferme nella parole dell'eroe della tredicesima giornata, Marco Fossati, che ha realizzato proprio al Picco la sua prima doppietta in carriera. 

Abbiamo affrontato una squadra forte, che può ambire a risultati importanti. All'inizio abbiamo sofferto, ma lo abbiamo fatto da squadra e siamo riusciti a sbloccare il risultato. Fare 4 gol allo Spezia è motivo di grande soddisfazione, dobbiamo continuare così. Ci saranno sicuramente dei momenti di difficoltà durante il campionato, in quei casi dovremo fare ancora meglio di oggi. La doppietta? La dedico alla mia famiglia. Il primo gol è stato un po' fortuito, non avevo calciato bene e il rimpallo mi ha favorito. Il secondo, invece, mi è piaciuto di più, perché l'ho cercato. E' molto positivo riuscire a segnare con tanti calciatori, vuol dire che l'allenatore può contare su soluzioni diverse. Un commento sul centrocampo? Siamo molto forti, lo dico sinceramente, riusciamo ad accompagnare molto bene le azioni. I tifosi? E' sempre un piacere averli accanto, la loro presenza ci dà una grande forza.

Soddisfatto della prestazione della squadra anche Romulo, che invita i compagni a non abbassare la tensione e a proseguire su questa strada. 

Oggi abbiamo giocato contro una squadra molto motivata in una gara difficile. Eravamo un po' provati fisicamente e mentalmente dopo aver giocato tre partite in una settimana e quando sei la capolista a volte la senti di più. Sono contento della mia prestazione, scendo in campo, corro molto, faccio gol e sto bene ma voglio migliorarmi sempre di più. Ogni partita tutto il gruppo è chiamato a dare sempre il massimo di sé stesso, seguendo quello che ci dice il Mister. E' la nostra consapevolezza, non dobbiamo pensare di essere i più forti. Il 4° gol oggi ha chiuso la gara, anche se loro hanno giocato fino alla fine e sono stati bravi a metterci in difficoltà. In questi momenti, quando vinci, c'è sempre grande soddisfazione ma dobbiamo stare attenti; il campionato è lungo e difficile. Siamo in Serie B e dobbiamo concentrarci solo sul presente. 

I gialloblu riprenderanno ad allenarsi martedì, in vista della sfida con il Novara che si disputerà domenica al Bentegodi contro il Novara. Sfida alla quale quasi certamente non parteciperà Zuculini: il centrocampista argentino è uscito dal terreno di gioco anzitempo contro lo Spezia, a causa di un guaio muscolare. La società non ha ancora comunicato quale tipo di infortunio abbia colpito il giocatore, ma un suo recupero-lampo sembra improbabile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Ospedali di Borgo Trento e di Negrar al top in Veneto per il tumore al seno

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 febbraio 2020

  • In arrivo il nuovo centro di distribuzione di Amazon al confine con Verona

  • Rubavano dalla cassa del negozio per cui lavoravano: commesse in manette

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

Torna su
VeronaSera è in caricamento