menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Hellas, arrivano brutte notizie dall'infermeria: Pisano e Valoti non recuperano

La società ha comunicato che il terzino resterà fuori ancora per 10 giorni, mentre per il giovane saranno necessari nuovi accertamenti. Intanto la squadra prosegue nella preparazione del match di domenica contro il Brescia

Non sono buone notizie quelle che arrivano dall'infermeria per l'Hellas Verona. Fabio Pecchia infatti dovrà rinunciare ancora per qualche tempo a due importanti pedine del suo scacchiere. 

La società infatti, tramite il suo sito internet ufficiale, ha comunicato che "in seguito al mancato miglioramento del quadro clinico, il calciatore Eros Pisano è stato sottoposto ad ulteriori accertamenti clinico-diagnostici, guidati dal prof. Benazzo, che hanno evidenziato una distorsione tibio-tarsica di 2° grado alla caviglia sinistra. I tempi di recupero sono stimati in circa 10 giorni".
Non sarà a disposizione per qualche tempo anche Mattia Valoti "a causa del persistere della borsite retrocalcaneare", con il giocatore che "sarà sottoposto a ulteriori e specifici approfondimenti clinico-diagnostici che verranno svolti nei prossimi giorni".

Mercoledì mattina intanto la squadra si è allenata allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera, con il tecnico che ha diviso la rosa in due gruppi: chi ha giocato contro la Ternana ha svolto lavoro defaticante sul campo, mentre chi non è sceso in campo ha effettuato riscaldamento, possesso palla, lavoro atletico e partitella. Gli allenamenti andranno avanti nelle mattinate di giovedì, venerdì e sabato, sempre a porte chiuse, in vista della difficile trasferta di domenica sul campo del Brescia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento