menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Hellas concentrato sul Carpi "sperando di avere tutto il Bentegodi con noi"

La vittoria contro la Virtus Entella ha visto un nuovo passo avanti dei gialloblu verso la Serie A, quando mancano due sfide alla fine per le quali squadra e tecnico sperano di poter godere del supporto dei proprio tifosi

Dopo settimane di grande incertezza, dove la squadra stentava a trovare gioco e risultati, rischiando di compromettere in qualche modo l'obiettivo stagionale, l'Hellas Verona sembra essersi finalmente risollevato. Giusto in tempo per tentare lo sprint finale verso la Serie A. 

A Chiavari i gialloblu sono stati autori di un'ottima prova, che gli ha permesso di trovare tre punti fondamentali contro la Virtus Entella e di mantenere la seconda posizione in classifica. Soddisfatto anche il tecnico Fabio Pecchia, che elogia i suoi giocatori per la partita di sabato, restando però concentrato sulle ultime due, decisive, sfide. Ecco le sue parole riportate dal sito della società scaligera. 

Il nostro è un gruppo che anche oggi ha dimostrato di voler vincere, saprendo soffrire e stando in campo con la giusta umiltà e qualità. Siamo partiti forte e in 10 minuti abbiamo fatto due gol, poi l'Entella ha dimostrato di essere una squadra in salute e nel secondo tempo ci ha messo in difficoltà. Nella ripresa abbiamo avuto qualche incertezza, ma nonostante ciò la nostra vittoria è stata meritata. Mancano ancora 180' e il margine è minimo, con 6 punti a disposizione può ancora succedere di tutto. Bessa? E' cresciuto molto e ha ancora ampi margini di crescita, con l'Entella ha stretto i denti e si è messo a disposizione del gruppo, come del resto chiedo a tutti i miei ragazzi. Ora rimaniamo concentrati sul rush finale, dobbiamo fare come i ciclisti, tenere la testa bassa e pedalare fino alla fine, aggrappandoci alle nostre prestazioni. Il Carpi è una squadra ostica in trasferta, li affronteremo sperando di avere tutto il 'Bentegodi' a disposizione. 

Nei prossimi giorni infatti si saprà se verrà accolto il ricorso presentato dalla società contro la chiusura di un turno della Curva Sud, per i presunti cori razzisti che sarebbero stati uditi nel derby veneto contro il Vicenza. Inoltre bisognerà attendere anche la decisione sulla trasferta di Cesena, che l'Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive vorrebbe proibire ai tifosi scaligeri. 
Anche Daniel Bessa, il migliore in campo in Liguria, spera in un dietrofront della Lega per il match di sabato, ma intanto spinge già i suoi verso una grande prova da dedicare eventualmente proprio ai sostenitori veronesi. 

Abbiamo iniziato la gara come volevamo, sono arrivati i gol e siamo stati bravi a tenere campo e ritmi anche quando, nel secondo tempo, l'Entella ci ha creato qualche difficoltà. Gol? Importanti se sono al servizio di tutta la squadra, in questo momento stiamo dando tutti ancora di più poiché sappiamo cosa ci stiamo giocando. Sono contento per la vittoria, è un ottimo periodo e per questo devo ringraziare i miei compagni che in allenamento mi danno fiducia e la carica giusta. La testa ora è già al Carpi, il resto non conta. Sono dieci mesi che lavoriamo per un obiettivo importante e dobbiamo contare sulle nostre forze. I tifosi? Sono senza parole, anche oggi hanno dimostrato di che pasta sono fatti. Vedremo cosa succederà, in ogni caso sabato prossimo siamo pronti a scendere in campo e a giocare anche per loro, si meritano tanto. 

Da poco rientrato dall'infortunio ma subito decisivo, Eros Pisano non si vuole lasciar trascinare dalla gioia del gol e della conquista del successo, per rimanere concentrato sulle ultime due sfide in calendario. 

Tre punti davvero importantissimi, volevamo questo risultato e l'abbiamo ottenuto da squadra vera. Siamo stati bravi ad entrare in campo con la giusta mentalità e la giusta cattiveria, trovando il doppio vantaggio e poi gestendo la partita. Nel secondo tempo abbiamo sofferto ma siamo riusciti a portare a casa un risultato importante. Il gol? Sono sempre emozioni difficile da spiegare.... Sono molto contento, soprattutto per i tifosi che anche oggi erano in tanti sotto la pioggia. Ci tenevano tanto e anche noi, la squadra voleva vincere e ce l'ha fatta. Serie A? Speriamo dalla prossima partita di potere decidere qualcosa in più sul nostro futuro, dipende esclusivamente da noi. Dobbiamo comunque tenere un basso profilo, l'obiettivo è vicino, ce la metteremo tutta sul campo. Manteniamo questa mentalità e alla fine tireremo le somme. Antistadio? Allenarci là è sempre un'emozione, con la squadra e i tifosi in un tutt'uno. 

Carpi e Cesena quindi stabiliranno se l'Hellas Verona andrà o meno direttamente in Serie A, o se dovrà affrontare la pericolosa roulette dei playoff. Eventualità che però potrebbe essere vanificata se la distanza tra la terza e la quarta è di 10 punti o più: infatti se il campionato finisse oggi, con il Frosinone a 71 punti e il Perugia a 61, i ciociari sarebbero promossi direttamente insieme al club di via Belgio e alla Spal, senza dover affrontare la fase a eliminazione diretta. Tutto resta quindi ancora aperto a numerosi scenari, ma forse già la prossima settimana potrebbero arrivare le prime sentenze. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento