Hellas, non ci sono alibi: "Siamo arrabbiati e delusi. Ora a Novara per i 3 punti"

L'arbitraggio di Nasca non ha reso giustizia ai gialloblu, ma Pecchia, Pazzini e Bianchetti non vogliono cercare scuse: "Ci aspettavamo qualcosa in più da noi stessi, magari l'episodio nel primo tempo poteva cambiare la partita, ma non è quello il problema"

Sconfitto sul suo terreno di gioco dopo una prestazione deludente, l'Hellas Verona si lecca le ferite e cerca di capire cosa non sta funzionando oramai da diverse settimane. 
Se è vero che anche in questa in occasione i gialloblu possono recriminare sull'arbitraggio per il rigore non concesso alla fine della prima frazione (e altre decisioni di Nasca piuttosto rivedibili), lo è altrettanto il fatto che la prestazione dei padroni di casa è stata a dir poco deludente
Il primo a non cercare abili è lo stesso Fabio Pecchia che, sul sito della società, commenta amaramente la brutta figura fatta davanti al proprio pubblico. 

Rispetto agli ultimi pareggi casalinghi, dove c'era stata una grande prestazione, oggi è questa è mancata. Non siamo stati in grado di dare continuità all'ottima prova di Trapani, ed è una sconfitta che pesa perché non siamo riusciti a palleggiare in velocità, sono mancati il ritmo e la voglia di creare difficoltà contro una squadra venuta a fare la propria partita. Abbiamo fatto troppo poco per portarla a casa, nonostante la squadra avesse lavorato bene per preparare la gara. Dispiace molto per il nostro pubblico e per noi stessi, perché stavamo facendo un percorso di crescita ma quello di oggi è sicuramente un passo indietro. Rimbocchiamoci subito le mani per ripartire, il campionato è aperto e nonostante il passo falso dobbiamo reagire immediatamente

L'allenatore non cerca alcun abili per la partita di martedì sera, così come il capitano Giampaolo Pazzini, che analizza il difficile momento della squadra. 

Sapevamo dell'importanza della partita con lo Spezia, dispiace non aver giocato da squadra che vuole vincere. Forse siamo partiti troppo lenti, concedendo qualche ripartenza. C'era tutto per fare bene, speravamo che la partita di sabato contro il Trapani fosse la svolta, i tifosi questa sera ci hanno dato una grande mano. La mia occasione sul finale? È stata la più rilevante del match, peccato che la palla sia uscita di un niente. Il momento del Verona? Nel girone di ritorno non stiamo riuscendo a dare continuità, alterniamo prestazione buone con altre meno belle, a volte vengono a mancare cattiveria e intensità. Mancano ancora 8 partite, quindi dobbiamo parlare poco e lavorare a testa bassa, per tornare a vincere già da lunedì. L'unica nota positiva è che anche le squadre che stanno più in alto di noi stanno perdendo punti, a riprova che la Serie B è difficile, si può vincere o perdere con tutti. 

Anche Matteo Bianchetti non vuole sentir parlare di episodi arbitrali al termine del match. Il difensore, insoddisfatto del comportamento della squadra nell'arco dei novanta minuti, punta ad un pronto riscatto già nella sfida di lunedì sera. 

Siamo arrabbiati e delusi, perché l'ottimismo e l'umore nel gruppo erano alti. Venivamo da 6 risultati utili consecutivi, contro lo Spezia ci è mancata la brillantezza in fase di gioco. Ci aspettavamo qualcosa in più da noi stessi, magari l'episodio nel primo tempo poteva cambiare la partita, ma non è quello il problema. A partire da domani ci metteremo ad analizzare bene questa serata ma soprattutto torneremo al lavoro per arrivare pronti a lunedì, per la sfida contro il Novara. Classifica? Mancano 8 partite e daremo veramente tutto quello che abbiamo per raggiungere il nostro obiettivo. Bentegodi? In casa è fondamentale vincere le partite, quello che è successo questa sera non è positivo. I cambi di modulo? Siamo capaci di adattarci a posizioni diverse. Ora a Novara per i tre punti, non c'è altra strada.

I gialloblu tornano al lavoro già nella tarda mattinata di mercoledì, per smaltire le scorie della serata precedente e preparare la sfida del 10 aprile. Squadra e allenatore sono chiamati a dare una risposta immediata dopo la brutta prestazione data contro lo Spezia: non è semplice il lavoro che attende Fabio Pecchia, il quale dovrà ricostruire una mentalità vincente nei suoi giocatori e trovare una soluzione ai problemi di gioco emersi nelle ultime settimane e messi in evidenza dall'ulitma sconfitta subita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vivevano alle spalle della coppia e facevano prostituire la donna: arrestati

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

Torna su
VeronaSera è in caricamento