menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Godeas ha detto no, adesso si ripiega sull'ex Tiboni

Godeas ha detto no, adesso si ripiega sull'ex Tiboni

Godeas ha detto no, adesso si ripiega sull'ex Tiboni

Il ds Gibellini continua ad arrancare tra mille difficolt per migliorare la rosa di Mandorlini

Il direttore sportivo Mauro Gibellini continua ad arrancare sul mercato. Dopo i "non colpi" estivi, tante squadre spendendo meno sono riuscite ad allestire rose migliori con almeno un nome altisonante, il responsabile degli acquisti dell'Hellas si è sentito dire di no dal tanto corteggiato Denis Godeas, dato da qualcuno troppo frettolosamente in arrivo.

Incassato il rifiuto dell'attaccante di Cormons Gibellini si è messo in contatto con l'Atalanta per parlare di una vecchia conoscenza gialloblù, Christian Tiboni, una stagione con l'Hellas (la 2008/09) caratterizzata da 26 presenze e nove reti e un buon feeling con la tifoseria. Un ritorno, quello di Tiboni, che potrebbe essere plausibile dal momento che il giocatore non è abbastanza forte da poter giocare con l'Atalanta ai vertici della serie B ma ha finito la propria avventura in Bulgaria con il Cska Sofia. Tiboni dunque cerca una squadra, è sempre rimasto legato a Verona, e l'Hellas cerca un attaccante. Ben venga Tiboni dunque, però resta il fatto che anche quello di Christian non è un grande nome e non sembra poter essere il giocatore che ti cambia la stagione.


Intanto la squadra questa settimana lavorerà senza sosta nonostante lo stop in campionato. I gialloblù rispetteranno la settimana tipo giocando una partitella con la squadra di serie D del Castelnuovo Sandrà concludendo i lavori sabato e riposando la domenica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento