rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Sport Centro storico / Piazza Bra

Arriva la Carovana rosa, Zaia: «Non c'è Giro senza Veneto». Bus gratis a Verona verso il centro

Il presidente regionale ha salutato l'arrivo della 105° edizione del Giro d'Italia, che troverà in Arena il suo epilogo. Per il l'occasione, il Comune scaligero ha disposto un servizio gratuito di navette di collegamento dai parcheggi Fiera e Stadio al Centro

«Ancora una volta avremo la conferma che non c’è Giro senza Veneto e non c’è Veneto senza Giro. Si presentano tre giorni che faranno di questo Giro d’Italia un’edizione memorabile per gli appassionati di ciclismo e per tutta la nostra regione. La nostra terra, infatti, sarà attraversata da tre tappe che non solo condenseranno la grande passione per le due ruote ma offriranno uno spaccato unico di bellezza veneta dalle Dolomiti alle Colline del Prosecco fino alle colline veronesi e l’Arena, onorando anche lo spirito del fare nel centenario della nascita di Giovanni Pinarello, leggendario imprenditore e sportivo simbolo mondiale della bicicletta».
Sono le parole con cui il presidente del Veneto Luca Zaia ha salutato la 105a edizione del Giro d'Italia, che giovedì farà il suo ingresso in regione con la 18a tappa Borgo Valsugana – Treviso. Ad essa seguirà quella dolomitica di sabato 28, Belluno – Passo Fedaia, e la cronometro individuale di domenica a Verona. 
Il governatore parteciperà a tutti e tre gli appuntamenti: giovedì 26, sarà presente al traguardo a Treviso dalle 16.30; sabato 28 sarà alla partenza a Belluno dalle 11:30 e al traguardo a Passo Fedaia dalle 16.45; domenica 29, dalle 13.30, assisterà alla tappa cronometro individuale e alla premiazione conclusiva.

A Verona bus gratis per il centro

In occasione dell'arrivo della Carovana rosa, il Comune di Verona ha disposto un servizio gratuito di navette di collegamento dai parcheggi Fiera e Stadio al Centro. Questo per permettere un migliore afflusso in piazza Bra viste le chiusure delle strade interessate al passaggio della gara.
Sono due i collegamenti previsti, il primo con partenza dal Parcheggio Fiera P3 mentre il secondo dal Park C Stadio. Entrambi arriveranno in Corso Porta Nuova all’altezza della Camera di Commercio. Il servizio sarà attivo dalle 10.30 alle 20.

Di seguito percorsi nel dettaglio.

1° percorso: - Da Parcheggio Fiera P3 viale del Lavoro direzione Centro Storico/Corso Porta Nuova (Camera del Commercio): Parcheggio Fiera P3 viale del Lavoro poi viale Piave, Piazzale XXV Aprile, via L. dal Cero, via Città di Nimes, Circonvallazione Oriani, Corso Porta Nuova “Camera del Commercio” - Da Corso Porta Nuova direzione parcheggio Fiera P 3 viale del Lavoro: Corso Porta Nuova, viale Piave, via Santa Teresa, via Scuderlando, viale dell’Industria, viale del Lavoro Parcheggio P3.

Il primo percorso delle navette-2

2° percorso: - Da Park C Stadio direzione Centro Storico/Corso Porta Nuova (Camera del Commercio): Park C “Stadio”, via dello Sport poi Bretella T4-T9 – via L. via Girolamo Cardinale – via Città di Nimes – Circonvallazione Oriani - Corso Porta Nuova “Camera del Commercio”. - Da Corso Porta Nuova “Camera del Commercio” direzione Park C Stadio: Corso Porta Nuova – Piazzale XXV Aprile – via Luciano dal Cero – Bretella T4-T9 – via dello Sport Park C.

Il secondo percorso delle navette-2

Automobile Club d’Italia

Anche l’ACI Verona sarà protagonista al Giro, con l’ultima tappa della campagna #acirispettiamoci che ha contraddistinto l’impegno e la partnership dell’Automobile Club d’Italia con la corsa rosa.
La campagna è stata ideata per indirizzare verso i corretti comportamenti di guida, specie quando gli automobilisti incontrano chi pedala o i pedoni, ed è giunta alla sua quarta edizione intensificando il lavoro e il coinvolgimento degli Automobile Clubs provinciali.

I numeri degli incidenti stradali invitano a riflettere sulla sicurezza delle nostre strade, in particolare a tutela dei ciclisti, dei pedoni e della micro-mobilità in costante crescita. I dati a disposizione riguardano il 2019, anno oramai definito pre-pandemico, e il 2020, l’anno della pandemia da Covid-19, in cui si è registrata una forte diminuzione del traffico e degli spostamenti, dovuti al lockdown totale e parziale. Nella loro differenza di parametri il 2019, il 2020 e il 2021 (seppur non ancora pienamente elaborato statisticamente) rappresentano un focus interessante per porre le basi per una maggiore prevenzione degli incidenti.

L’Automobile Club Verona sarà presente al Villaggio d’Arrivo allestito in Bra domenica 29 maggio con il Vice Presidente Martino Dall’Oca che oltre a premiare il vincitore del Giro E, porterà a gran voce il messaggio #acirispettiamoci anche per l’ultima esaltante tappa. Da segnalare che il percorso della cronometro conclusiva, passerà proprio davanti all’Automobile Club Verona nelle ultimissime fasi dell’azione, poche centinaia di metri prima dell’arrivo finale della competizione.

«Da sempre abbiamo a cuore la mobilità di tutti gli utenti della strada e non solo degli automobilisti, dal momento che ognuno di noi può giocare un ruolo chiave per rendere più sicure le nostre strade - ha dichiarato il Presidente dell’Automobile Club Verona Adriano Baso - e anche quest’anno il nostro messaggio sarà molto forte. Ogni anno lavoriamo in sinergia con le istituzioni del territorio e con le Forze dell’Ordine per incentivare i corretti comportamenti e diffondere l’educazione stradale nei giovani e non solo. L’arrivo del Giro d’Italia a Verona è una straordinaria opportunità per ricordare che ci sono ancora troppi incidenti che coinvolgono le due ruote. La strada è di tutti e tutti abbiamo il dovere di rispettare in modo rigoroso le regole».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva la Carovana rosa, Zaia: «Non c'è Giro senza Veneto». Bus gratis a Verona verso il centro

VeronaSera è in caricamento