Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sport

Frattini: "Il Tar del Lazio ha sospeso la Serie B". Poi aggiusta il tiro

In un'intervista a InBlu Radio, il presidente del Collegio di Garanzia del Coni ha dato l'annuncio, salvo poi chiarire su Twitter: "Ma no la B non è sospesa! E' perturbata perché ad ogni turno eventuale ripescaggio diventa più difficile"

Il fatto nuovo è che il Tar del Lazio oltre che sospendere la sentenza ha sospeso il campionato. È chiaro che se noi dovessimo aspettare la data dell’ordinanza collegiale che il Tar ha stabilito al 9 ottobre vuol dire che fino al 9 ottobre non si giocherebbe la serie B. E questo mi sembra impossibile sotto il profilo della passione sportiva di milioni di tifosi. Quindi venerdì 21 settembre il Collegio di garanzia riesaminerà la questione in una composizione completamente nuova. Non presiederò io ma il componente più anziano d’età. Il Collegio deciderà se la serie B sarà a 22 o 19 squadre. Se si dovesse decidere che la B dovrà essere composta da 22 squadre, lunedì prossimo si deciderà quali saranno le 3 squadre su 6 che dovranno essere ripescate. Noi non facciamo politica sportiva ma guardiamo alle norme. 

A dirlo è stato il presidente del Collegio di Garanzia del Coni, già ministro degli Esteri e presidente della Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale, Franco Frattini, in un’intervista a InBlu Radio. 
Un colpo di scena degno dei migliori film hollywoodiani, seguito poi dalla spiegazione data su Twitter dallo stesso Frattini ad alcuni internauti: "Ma no la B non è sospesa! E' perturbata perché ad ogni turno eventuale ripescaggio diventa più difficile.Sono sospese quelle squadre che non sanno in che serie giocare", e ancora, "Non è ovviamente sospesa l’intera serie B, ma le partite di tutte le squadre parti nelle varie cause...quelle che avrebbero dovuto giocare in C ad esempio, ma aspirano alla B, non hanno giocato e non giocheranno neppure in C fino al verdetto..dunque urge decidere". 

Nel campionato cadetto, dove milita anche l'Hellas Verona, quindi regna la confusione. In caso di ritorno alle 22 squadre sarà probabilmente necessario stilare un nuovo calendario, con Novara, Catania, Siena, Ternana, Pro Vercelli e Virtus Entella, che restano in attesa e che nel frattempo non hanno disputato neppure una partita di Serie C. 

Inoltre si attende anche una comunicazione ufficiale della Lega di Serie B, che faccia un po' di chiarezza su una situazione ai limiti della realtà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frattini: "Il Tar del Lazio ha sospeso la Serie B". Poi aggiusta il tiro

VeronaSera è in caricamento