rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sport Stadio / Piazzale Olimpia

Fiorentina - Hellas Verona 1-1 | Orgoglio e cuore: i gialloblu strappano un punto al Franchi

Pisano quasi al novantesimo firma un pareggio che i ragazzi di Delneri hanno meritato fino in fondo, al cospetto di una formazione Viola sotto tono e mai dominante, che anzi ha rischiato molto in tutto l'arco della gara

Finisce 1-1 all'Artemio Franchi la partita tra Fiorentina ed Hellas Verona, valida per la ventinovesima giornata del campionato di serie A. 
È un pareggio strameritato quello che l'Hellas strappa in Toscana, al termine di un match che lo ha visto lottare contro una formazione tecnicamente superiore, come quella dei padroni di casa, e contro la solita sfortuna, che quest'anno non sembra intenzionata a lasciare il club di via Belgio. 
Grazie ad un'ottima prova corale in termini di corsa e pressing, i gialloblu sono riusciti ad arginare il "tiki-taka" dei ragazzi di Paulo Sousa, che hanno portato pochissimi pericoli alla porta di Gollini nell'arco di tutti i 90 minuti. Rare le occasioni da rete nella prima frazione, con la difesa di Delneri che regge l'urto Viola e rilancia l'azione, senza però riuscire ad impensierire Tatarusanu. Proseguono infatti i problemi degli scaligeri negli ultimi 30 metri: tanti, troppi gli errori tecnici e d'impostazione, che non consentono agli attaccanti di innescarsi e creare pericoli. Così verso la fine dei primi 45 minuti, la Fiorentina passa in vantaggio con Zarate, che trova la sfortunata e decisiva deviazione di Bianchetti. 
Nella ripresa Delneri decide di giocarsi le sue carte e piano piano rende sempre più offensiva la sua squadra. Questo ovviamente porta i gialloblu a lasciare qualche spazio in più agli avversari, che però non riescono ad approfittarne, così l'Hellas continua a spingere ma anche a sbagliare, divorandosi potenziali occasioni da rete e anche altre più concrete, come il bel numero di Toni in area al 78'. Poi, proprio quando la partita sembra ormai segnata, Pisano segna ancora una volta di testa, premiando così gli sforzi della squadra, che se anche sembra oramai condannata alla Serie B, meritava oggi almeno l'onore delle armi. 
Il punto conquistato serve a poco o nulla in termini di classifica, ma può dare morale in vista dei prossimi scontri diretti. Ciò che servirà all'Hellas adesso è la continuità nella prestazione, poi magari con un pizzico in più di fortuna potrebbe anche arrivare qualche vittoria. 

PRIMO TEMPO - I gialloblu cercano subito di pressare gli avversari e Paulo Sousa perde subito Tomovic per un infortunio al ginocchio: al suo posto entra Roncaglia. La Fiorentina tiene in mano il pallino del gioco ma l'Hellas stringe le maglie e cerca di soffocare la manovra avversaria. La prima occasione del match arriva dopo 20 minuti di gioco con Wszolek, che servito da Rebic in area prova a mettere un tiro-cross che non trova però alcuna deviazione. Le due squadre continuano a darsi battaglia, rubandosi il pallone a vicenda ma senza riuscire ad arrivare ad una vera conclusione. Fiorentina pericolosa alla mezzora con Tello, che scappa sulla destra e la mette bassa per Zarate, ma la difesa scaligera rispedisce al mittente il tiro. Al 40' Tello la mette in mezzo di prima dalla destra e trova ancora Zarate che calcia di prima, Bianchetti devia e spiazza Gollini. L'Hellas prova a reagire e Greco al 47' recupera palla sulla trequarti ma spreca poi un'ottima occasione sbagliando l'ultimo passaggio. 

SECONDO TEMPO - Vola Tatarusanu sulla punizione di Marrone al 49': corner. Dalla bandierina il traversone trova il colpo di testa di Ionita, che viene ribattuto dalla difesa Viola. Centrale la conclusione a giro di Ionita al 54'. Di pugno Gollini al 58' sulla bordata da fuori di Zarate. Al 60' Rebic penetra in area e salta l'uomo, poi scocca il destro da distanza ravvicinata ma Astori in spaccata respinge. Partita vibrante ora, con la Fiorentina che prova a sfruttare gli spazi lasciati dall'Hellas che vuole cercare il pareggio. Il match continua ad essere veloce e divertente, con continui ribaltamenti di fronte, dovuti spesso ad errori dei singoli. Al 77' Fares dalla sinistra la mette per Toni ma Alonso all'ultimo riesce a metter in corner. Un minuto dopo ancora Toni, servito in area, stoppa di petto e si gira eludendo la marcatura, poi calcia di sinistro al volo: centrale. Al 83' Rebic s'intromette tra Tatarusanu e Astori, che da dietro, nel tentativo di colpire il pallone, lo prende in faccia sotto gli occhi del giudice di porta: tutto regolare per la terna arbitrale. Al 85' Tello riceve palla al limite e se ne va in doppio passo, ma Helander anticipa Kalinic servito sotto porta. Emanuelson dalla bandierina al 87' trova in area Pisano, che di testa firma il meritato pareggio gialloblu. Fuori di un soffio il sinistro a giro di Siligardi al 90'. Kalinic stende in area Bianchetti, Gavillucci incomprensibilmente non fischia e l'attaccante calcia ma trova un super Gollini che respinge. 

FIORENTINA - HELLAS VERONA 1-1

MARCATORI: Zarate (F) al 40', Pisano (HV) al 87'

FIORENTINA (3-4-2-1): 12 Tatarusanu; 4 Tomovic (dal 7' 32 Roncaglia), 13 Astori, 28 Alonso; 27 Tello, 20 Borja Valero, 6 Tino Costa (dal 56' 10 Bernardeschi), 23 Pasqual; 14 Fernández, 7 Zárate; 30 Babacar (dal 75' 9 Kalinic). 

A disposizione: 34 Satalino, 72 Ilicic, 16 Blaszczykowski, 2 Rodríguez, 24 Lezzerini, 26 Kone. Allenatore: Paulo Sousa. 

HELLAS VERONA (4-4-1-1): 95 Gollini; 3 Pisano, 22 Bianchetti, 5 Helander, 93 Fares; 13 Wszolek (dal 72' 11 Pazzini), 8 Marrone (dal 79' 28 Emanuelson), 19 Greco (dal 59' 16 Siligardi), 27 Rebic; 23 Ionita; 9 Toni. 

A disposizione: 14 Furman, 7 Jankovic, 12 Gilberto, 6 Albertazzi, 4 Samir, 37 Coppola, 88 Marcone. Allenatore: Luigi Delneri. 

ARBITRO: Claudio Gavillucci di Latina

AMMONITI: Helander, Astori, Mati Fernandez

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorentina - Hellas Verona 1-1 | Orgoglio e cuore: i gialloblu strappano un punto al Franchi

VeronaSera è in caricamento