menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Empoli - Chievo Verona 0-0 | Buona partita dei gialloblu che però non segnano

Nel finale l'espulsione di Castro ha costretto i clivensi a chiudersi dopo un match in cui avrebbero meritato il successo. Vigorose le proteste per il gol non assegnato a Gamberini, ma la decisione dell'arbitro è stata giusta

Unica partita del pomeriggio di serie A di oggi 23 ottobre senza reti. Empoli e Chievo si devono accontentare di un pareggio che permette al Chievo di restare nelle zone alte della classifica, mentre l'Empoli resta nei bassifondi anche a causa del peggior attacco del campionato.

La partita non è stata un festa del gol, ma a festeggiare ci è andato vicino il Chievo con il suo difensore Gamberini. Il suo colpo di testa su cross di Cacciatore sembrava aver superato completamente la linea di porta, ma il portiere empolese Skorupski la blocca fuori. L'illusione è quella di un gol negato al Chievo, di una decisione ingiusta da parte dell'arbitro Maresca, ma anche la tecnologia conferma che la palla non è entrata. Non si tratta quindi di un gol fantasma, ma è stata davvero questione di millimetri.

L'occasione di Gamberini e una precedente e potente punizione di Floro Flores deviata in angolo sono i maggiori sussulti della prima frazione di gioco, dove le difese hanno avuto la meglio. Non a caso, i migliori giocatori della partita sono stati due difensori, Gamberini per il Chievo (ma anche Dainelli ha giocato molto bene) e Bellusci per l'Empoli.

Nella seconda frazione di gioco è ancora il Chievo la squadra più pericolosa in attacco, ma sia Gobbi che Meggiorini non trovano lo specchio della porta. Sorrentino sarà invece impegnato dal minuto 65 in poi, prima con una bella conclusione di Krunic che dona fiducia ai suoi e poi con l'espulsione per doppia ammonizione di Castro che costringe i gialloblu a giocare in inferiorità numerica gli ultimi dieci minuti. È il trequartista toscano Saponara a provarci fino all'ultimo, ma sarebbe stata davvero una beffa per il Chievo se gli avversari avessero segnato e si fossero portati a casa i tre punti.

Alla fine della partita il bicchiere del Chievo è riempito a metà. Chi vuole vedere la parte mezza piena, ripensa alle ultime occasioni dei toscani che poteva strappare un punto ai gialloblu. Chi vuole vedere la parte mezza vuota, ripensa alle occasioni non sfruttate dal Chievo, nonostante un'ora di bel gioco, ma senza quel guizzo, quel cinismo sotto porta che in sfide come questa è prezioso come l'oro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento