Martedì, 22 Giugno 2021
Sport

Il veronese Elia Viviani portabandiera per l'Italia alle Olimpiadi con Jessica Rossi

Il ciclista e la tiratrice porteranno il tricolore nella cerimonia inaugurale dei Giochi Olimpici che si svolgeranno a Tokyo dal 23 luglio all'8 agosto

Elia Viviani - Immagine di repertorio

Elia Viviani e Jessica Rossi saranno i portabandiera dell'Italia nella cerimonia dei prossimi Giochi Olimpici di Tokyo, che si svolgeranno dal 23 luglio all'8 agosto, dopo essere stati rinviati nel 2020 a causa della pandemia di Covid-19. 
Lo ha ufficializzato il presidente del Coni, Giovanni Malagò, dopo la riunione della neo eletta giunta al Salone d’Onore del Comitato olimpico al Foro Italico. Si tratta di due campioni olimpici (Rossi nel 2012 e Viviani nel 2016) di altrettante categorie (tiratrice al volo e ciclista) che mai prima avevano avuto un loro rappresentante nel ruolo di "alfiere". Due novità assolute dunque, così come quella di avere il doppio portabandiera. 

Dopo Sara Simeoni (1984), Viviani è il secondo veronese a ricoprire questo ruolo. Vincitore dell'Omnium su pista a Rio, il corridore è ora impegnato nel Giro d'Italia. Rossi invece ha conquistato la sua medaglia d'oro a Londra nel trap. 

«C’è qualcosa di meravigliosamente incredibile in questa storia di sport. Elia Viviani, il nostro campione di ciclismo di Isola della Scala, diventa portabandiera dell’Italia alle Olimpiadi di Tokio un giorno prima che il Giro d’Italia 2021 arrivi nella sua, nella nostra Verona, con Elia, gran velocista, tra i papabili di tappa. Complimenti a Viviani e alla tiratrice Jessica Rossi che faranno coppia nella sfilata più emozionante dello sport mondiale».
Così il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commenta l’indicazione del ciclista veronese e di Jessica Rossi come portabandiera dell’Italia alle Olimpiadi di Tokio 2021.
«Oltre che essere un bravissimo ragazzo – aggiunge Zaia – Viviani è il simbolo del ciclista a tutto tondo: campione olimpico in pista, campione europeo su strada, pluricampione europeo su pista, campione italiano, maglia ciclamino al Giro 2018, e di certo dimentico qualcosa. È bello e giusto che il portabandiera italiano alle Olimpiadi sia lui. Lo aspettiamo domani sul traguardo di Verona, con la maglia 81 della Cofidis, per spellarci le mani di applausi. A Viviani – conclude Zaia – va anche l’abbraccio dell’immenso mondo del pedale Veneto, una terra che fa parte della storia del ciclismo. Oggi più di ieri».

«Se c’è una cosa che mi riempie d’orgoglio è quando lo sport porta nel mondo il nome di Verona, simbolo dei valori agonistici e dei successi dei nostri atleti – afferma il sindaco di Verona, Federico Sboarina -. Sicuramente questa è una di quelle notizie che fanno felice un intero territorio, in quel Tricolore Elia Viviani porterà a Tokyo l'emozione dei veronesi. Sarà un po’ come essere tutti alle prossime Olimpiadi. Verona ha certamente molte eccellenze internazionali nei più svariati campi, ma essere diventata negli anni anche una capitale dello sport con grandi campioni è una soddisfazione immensa. Ce la gusteremo già domani, all’arrivo del Giro, quando tutta la città, anche se a distanza, farà sentire il suo abbraccio caloroso a Elia, io gli porterò le congratulazioni a nome di tutti i veronesi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il veronese Elia Viviani portabandiera per l'Italia alle Olimpiadi con Jessica Rossi

VeronaSera è in caricamento