menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Cassano con la maglia della nazionale

Antonio Cassano con la maglia della nazionale

Cassano, la verità del giocatore: "Con l'Hellas non era scattata la scintilla"

Fantantonio si è confessato al quotidiano La Stampa e ora attende l'offerta giusta per tornare a giocare e a divertirsi. Gialloblu tutelati da una clausola di risarcimento

Nel bene e nel male, questa è stata anche l'estate di Antonio Cassano. Durante il suo periodo di inattività nella scorsa stagione, il fantasista era stato nel mirino dell'Hellas. Poteva venire a Verona già nel gennaio scorso, ma il contratto è stato firmato solo questa estate. Antonio Cassano diventa giocatore gialloblu a luglio, va in ritiro con i compagni, gioca anche in amichevole, poi come un fulmine a ciel sereno decide di andarsene. Il rapporto tra l'Hellas e Cassano rischia di non durare neanche due settimane. Poi il giocatore ci ripensa e, dopo aver annunciato l'addio alla squadra e al calcio giocato, ritorna a disposizione di mister Pecchia. C'è però qualcosa che non va e l'addio alla club scaligero arriva qualche giorno dopo. Nuovo annuncio, ma questa volta il giocatore fa sul serio. E aggiunge anche di voler smettere di giocare. Arriva anche la rescissione del contratto e poi un nuovo ripensamento dell'atleta: la sua carriera non è finita ed è aperto alle offerte che gli arriveranno dai club che vorranno avvalersi delle sue prestazioni sportive.

Questo il riassunto delle puntate precedenti della telenovela Cassano. Una telenovela che a questo punto vede l'Hellas come spettatore esterno perché lo stesso giocatore ha confermato l'esistenza di una clausola di risarcimento. In pratica, i gialloblu otterranno dei soldi nel caso Fantantonio firmasse un contratto con un'altra squadra di Serie A o di Serie B (si parla di 200 mila euro per un club di A e 50 mila euro per uno di B). Cassano lo ha confermato a La Stampa, quotidiano con cui si è confessato. Finora, la motivazione della separazione tra il giocatore e l'Hellas era stata la nostalgia della famiglia. Cassano non voleva stravolgere la vita alla moglie e ai figli. Ma a La Stampa, Fantantonio ha detto che con l'Hellas Verona non era scattata la scintilla.

Il giocatore ha confermato di non volersi ritirare e di attendere l'offerta giusta che lo possa far tornare a giocare e a divertirsi. L'ipotesi di cui parlano tutti è quella di un approdo in B alla Virtus Entella, che gli permetterebbe di restare in Liguria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento