Monza - Chievo Verona 1-2 | Djordjevic firma la rimonta dei veronesi

Andati sotto con il rigore Boateng, i clivensi hanno rimesso in piedi la partita nella ripresa con la doppietta della punta serba, dopo che nel finale della prima frazione era stato espulso Barillà. Nel finale cacciato anche Viviani

Alfredo Aglietti - Immagine d'archivio

Il Chievo Verona sbanca l'U-Power Stadium nella quinta giornata di Serie B, battendo il Monza 2-1 in rimonta.  

Ad iniziare meglio la partita è stata la formazione di Brocchi, che fin da subito ha cercato di mettere pressione agli avversari, riuscendo al 3' a rubare palla sulla trequarti e andare al tiro con Frattesi, che è stato però respinto dalla difesa. Dopo alcuni minuti di apnea, il Chievo ha trovato respiro soprattutto sulle fasce, riuscendo a far circolare la palla e ad ad affacciarsi nella metà campo avversaria, ma al 22' ha dovuto rinunciare a Rigione, per un colpo subito da un'acrobazia di Mota. La prima occasione degna di nota è stato il tiro di Barillà da fuori arrivato al 24', andato vicino al palo, mentre al 28' Finotto è sfuggito a Leverbe, finendo poi a terra nel vertice sinistro dell'area: difficile valutare se e quando ci sia stato il tocco, ma Abisso non ha avuto dubbi ed ha indicato il dischetto, con Boateng che dagli undici metri non ha sbagliato. La reazione ospite non è stata immediata e i brianzoli hanno provato ad approfittarne, ma al 32' hanno dovuto rinunciare a Finotto per un guaio muscolare
Entrambe le squadre hanno disputato la gara su buoni ritmi e nell'ultimo quarto d'ora il Chievo si è fatto vedere con maggiore insistenza nella metà campo avversaria, senza però riuscire ad impensierire Sommariva. Al 43' l'episodio che ha cambiato il match: brutta entrata di Barillà su Fabbro, in una zona del campo peraltro tutt'altro che pericolosa, e secondo giallo per lui. Scosso, il Monza ha rischiato di essere raggiunto già nel recupero in tre diverse situazione, soprattutto sul colpo di testa di Mogos, fermato dalla traversa. 

Nella ripresa il Chievo è partito subito attaccando, con Mota che ha cercato subito di punirlo in contropiede, ma il suo sinistro da posizione defiltata è stato parato. La spinta dei veronesi però ha dato i suoi frutti poco dopo, quando Obi ha deviato il cross sottoporta di Fabbro mettendo così Djordjevic nelle condizioni di non sbagliare.
I brianzoli, nonostante l'inferiorità numerica, hanno continuato a cercare rapide ripartenze che hanno tenuto alta l'attenzione della difesa ospite, brava a non farsi trovare impreparata. Quando hanno trovato spazio, i ragazzi di Aglietti hanno cercato anche di scambiare centralmente, ma la rete della vittoria è arrivata da un altro recupero di Obi, con la sfera che è arrivata a Djordjevic, il quale ha messo Garritano davanti a Sommariva: la respinta del portiere ha finito però col servire ancora il 23 serbo, che ha siglato così la rimonta. 
Apparsi in controllo del match, anche se il Monza non ha mai smesso di cercare la via della rete, i clivensi hanno colto un altro palo con Ciciretti, ma all'83' Viviani si è fatto espellere ingenuamente per un brutto fallo su Armellino, dopo essere entrato in campo due minuti prima. 
Inutili nel finale gli assalti dei brianzoli e per il Chievo è arrivata la terza vittoria consecutiva. 

Dopo l'inizio incerto, la formazione di Aglietti ha saputo ricompattarsi e arginare la manovra avversaria, cadendo solo un episodio che non ha convinto gli addetti ai lavori. Dal punto di vista offensivo però è servita l'espulsione di Barillà per vedere i clivensi veramente pericolosi dalle parti di Sommariva, merito di un avversario che ha tra le sue file giocatori di spessore e che cerca sempre di giocare la sfera. 
Sabato 31 ottobre la formazione di Aglietti scenderà in campo al Bentegodi contro il Cosenza, per cercare la quarta vittoria consecutiva. 

La cronaca

PRIMO TEMPO - Il Monza inizia in controllo. Al 3' Frattesi ruba palla a Obi in posizione pericolosa e va al tiro: respinto. Dopo i primi minuti di pressione dei padroni di casa, il Chievo prova ad alleggerire restando nella metà campo avversaria. Match molto equilibrato nel primo quarto d'ora: dopo il buon inizio dei padroni di casa gli ospiti si sono ricompattati e i ritmi hanno piano piano iniziato a salire. Rigione al 22' è costretto ad abbandonare il campo per un colpo al volto: al suo posto Gigliotti. Fuori misura il tiro di Lepore al 23': buoni ritmi, ma nessuna vera occasione fino ad ora. Va vicino al palo il tiro di Barillà al 24', dopo un recupero palla con ribaltamento. Dubbio contatto in area tra Leverbe e Finotto al 28', ma per Abisso è rigore: Boateng non sbaglia dal dischetto. Infortunio anche per Finotto alla mezzora: dentro Machin. Il Chievo fatica a reagire e al 34' il tiro-cross di Frattesi va sopra la traversa. Subito dopo Mota riesce a rubare palla a Mogos al limite e si presenta davanti a Semper, che lo iptnotizza e para. Monza galvanizzato dal vantaggio. Braccio largo di Lepore al 38' su cross di Garritano, ma per Abisso è tutto regolare. Con ordine, il Chievo cerca di rialzare la testa ma non riesce ad arrivare al tiro. Espulso Barillà al 43': brutto fallo su Fabbro e secondo giallo. Assalti finali del Chievo. Al 46' il colpo di testa di Mogos, arrivato su corner, coglie la traversa. Potente ma troppo esterno il destro di Paliero dal limite al 48'. Subito dopo la conclusione sbagliata di Obi diventa quasi un assist per Garritano che non riesce a deviare la sfera.

SECONDO TEMPO - Il Chievo inizia la ripresa attaccando. Al 47' Mota prova a sorprendere la difesa e Semper in contropiede ma il portiere respinge. Al 49' il cross di Fabbro viene deviato sottoporta da Obi, prima del tocco decisivo di Djordjevic: 1-1. Ritmi forsennati in questa fase: dopo aver scampato un pericolo nella propria area, il Monza ribalta il fronte e guadagna un corner. Al 53' i brianzoli tornano in vantaggio con Mota, ma il fuorigioco di Donati invalida la rete. Il Chievo cerca di prendere possesso della partita e cerca anche combinazioni centrali, mentre i brianzoli provano soprattutto a colpire in velocità. Dopo il recupero di Obi al 63', Djordjevic mette Garritano davanti a Sommariva che respinge, ma la sfera torna al serbo che insacca. Semper al 66' para il mancino dalla lunga distanza di Lepore. Il Chievo non sembra intenzionato a mollare la presa sulla partita dopo il vantaggio, nonostante gli accenni di reazione dei padroni di casa. Dribbling in area di Ciciretti al 70' e violento destro sul palo. I clivensi cercano ora di gestire la partita, in attesa del momento per chiuderla. Brutto fallo di Viviani all'83' e per lui arriva subito il cartellino rosso. Gigliotti all'87' respinge la conclusione del limte di Fossati. Pressa alto ora il Monza. I padroni di casa provano a gettarsi in avanti alla ricerca del pareggio. Debole al 91' la girata di Mota su servizio di Lepore. 

Il tabellino

MONZA - CHIEVO VERONA 1-1

MACATORI: Boateng su rig. (M) al 29', Djordjevic (CV) al 49' e al '63. 

MONZA (4-3-1-2): 12 Sommariva; 32 Lepore, 6 Bellusci, 29 Paletta, 2 Donati; 16 Frattesi, 8 Barberis, 20 Barillà; 7 Boateng (dal 46'st 21 Armellino); 11 Finotto (dal 32' 99 Machín) (dal 71' 10 D'Errico), 47 Mota. 
A DISPOSIZIONE: 19 Scaglia, 98 Pirola, 28 Colpani, 35 Lombardi, 5 Fossati, 49 Caccavo, 63 Rubbi, 1 Lamanna. ALLENATORE: Cristian Brocchi. 

CHIEVO VERONA (4-4-2): 33 Semper; 32 Mogos, 6 Leverbe, 5 Rigione (dal 22' 89 Gigliotti), 13 Renzetti; 18 Canotto (dal 67' 98 De Luca), 14 Palmiero, 10 Obi (dall'81' 24 Viviani), 16 Garritano; 9 Fabbro (dal 67' 99 Ciciretti), 23 Djordjevic (dall'81' 8 Zuelli). 
A DISPOSIZIONE: 21 Pavlev, 27 Cotali, 2 Illanes, 25 Morsay, 11 Pucciarelli, 20 Grubac, 1 Seculin. ALLENATORE: Alfredo Aglietti. 

ARBITRO: Rosario Abisso di Palermo. 

AMMONITI: Mota, Barillà

ESPULSI: Barillà (M) al 43', Viviani (CV) all'83'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento