Debito da 18 milioni, possibili grane per il presidente dell'Hellas Setti

A presentare il conto sarebbe il patron dello Spezia Gabriele Volpi, il quale si sarebbe già rivolto al tribunale

Maurizio Setti (Foto di repertorio)

Possibili guai all'orizzonte per il patron dell'Hellas Verona Maurizio Setti. A crearglieli potrebbe essere il presidente dello Spezia Gabriele Volpi, il quale ha presentato un conto di circa 18 milioni di euro; soldi che Setti avrebbe dovuto pagare a Volpi e che non avrebbe ancora pagato.

L'edizione de La Spezia del quotidiano ligure Il Secolo XIX riporta una nota diffusa dai legali di Gabriele Volpi, i quali hanno fornito la loro versione. In sostanza i rappresentanti di una società riconducibile a Volpi, la Santa Benessere & Social, lunedì scorso, 9 dicembre, si sarebbero presentati al Tribunale di Bologna per presentare istanza di fallimento della società HV7 di Maurizio Setti, la quale in passato avrebbe detenuto anche delle azioni del club calcistico scaligero. Gli avvocati che difendono gli interessi di Volpi hanno inoltre ricordato che i debiti vantati dal loro assistito non riguarderebbero solo la HV7, ma anche la HV23, altra società riconducibile a Setti e condannata dal Tribunale del Lussemburgo. La ricostruzione fornita dai legali di Volpi è che le azioni dell'Hellas Verona sarebbero state trasferite da HV7 a HV23 fino all'attuale società Star Ball per sfuggire al pagamento dei debiti. HV7 e HV23 sono poi in liquidazione, mentre la Star Ball non sarebbe in grado di saldare il conto con Volpi. Di qui, la decisione di presentarsi in tribunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento