Calzedonia sconfitta a Treia per 3-1: i gialloblu sprecano tre palle set con la Lube

La formazione guidata da Andrea Giani vince il primo set ma poi subisce la rimonta dei padroni di casa che si portano sul 2-1. Nel quarto gioco agli scaligeri manca la cattiveria e sfuma il tie break

La Calzedonia Verona esce sconfitta con il punteggio di 3 a 1 contro la Cucine Lube Banca Marche Treia. Nell’esordio del campionato 2014/15, disputato sabato 18 ottobre, i gialloblù hanno sfiorato l’impresa contro la squadra campione d’Italia vincendo il primo set e sprecando tre palle set nel quarto parziale. Sul 21 a 24 dell’ultimo set, la Calzedonia ha subito il break della Lube che ha così conquistato set e partita.

Sander, all’esordio nel campionato italiano, è risultato il miglior marcatore dell’incontro assieme a Giulio Sabbi: per entrambi 19 punti.

La Calzedonia Verona è scesa in campo con Coscione in cabina di regia, Gasparini opposto, Zingel e Anzani al centro, Sander e Doroo schiacciatori di posto quattro con Pesaresi libero; Treia, invece, ha inserito Baranowicz in cabina di regia, Sabbi opposto, Stankovic e Podrascanin centrali, Parodi e Kurek schiacciatori con Henno libero.

Il primo punto della partita è firmato da Simone Anzani, abile a chiudere l’intesa con il regista Coscione. Verona si esprime con un buon gioco, Treia prova a tenere il passo. Sabbi, falloso in battuta, e Anzani regalano il primo break di vantaggio alla Calzedonia che allunga con Sander fino al 4 a 7. Il break non è finito perché l’errore di Kurek proietta i gialloblù sul +4. Verona mantiene il vantaggio per qualche azione ma la Lube torna ad esprimersi su ottimi livelli. Kurek riporta i marchigiani sul -2 mentre Podrascanin, poco dopo, firma il 12 a 12. Verona non ci sta e allunga ancora; riconquista due punti di vantaggio, si fa riprendere ancora ma nel finale di set è spietata. Sul 22 pari i ragazzi di Andrea Giani premono sull’acceleratore e conquistano un break di 3 a 0 decisivo. Si chiude sul 22 a 25 dopo l’errore di Kurek.

Cucine Lube Banca Marche Treia prende subito il comando del gioco nel secondo set. Dopo qualche scambio giocato alla pari, i padroni di casa allungano. Stankovic schiaccia il 4 a 3, poi Parodi mura Gasparini (5-3). La Calzedonia è troppo fallosa, mentre Treia continua a mantenere alta la concentrazione e si esprime su buone percentuali in tutti i fondamentali. Parodi guida i suoi sul +5 (10-5), un divario che non si appianerà più fino alla fine del parziale. Giani prova ad inserire White per Deroo; l’australiano dà equilibrio e mette a terra palle importanti ma la Calzedonia non riesce nel recupero. Alla prima occasione, Treia conquista il secondo set: a chiuderlo è Podrascanin sul 25 a 21.

Anche nel terzo set, Treia conquista punti di vantaggio importanti fin dall’inizio. Verona scende di positività in attacco e si fa murare con Bellei e Anzani; lo stesso centrale, poco dopo, manda out il pallone che proietta i padroni di casa sul 10 a 6. Giani ripropone Gasparini per Bellei e Deroo per White; in campo il gioco non cambia e Treia, con un sistema di gioco di altissima qualità, mantiene il comando delle operazioni. I gialloblù provano in tutti i modi a recuperare nel punteggio ma il parziale si chiude con il divario più ampio del set: sei punti. Gasparini sbaglia il servizio e si chiude sul 25 a 19.

Il quarto parziale regala emozioni continue. La Calzedonia Verona scappa subito avanti; Sander firma il 3 a 5 e poi il 5 a 7; Treia recupera e con Sabbi in grande spolvero mette a segno un break di 3 a 0. La partita torna così in equilibrio ma proprio sul finale i ragazzi di Giani trovano la capacità di allungare ancora. Deroo, Sander, un errore di Podrascanin e un ace di Deroo consentono ai gialloblù di mettere a segno il break che può cambiare la partita. Sul 21 a 24, Verona, subisce il gioco di Treia e torna a commettere troppi errori. Treia recupera, pareggia e poi passa a condurre. Si chiude sul 27 a 25 e i tre punti vanno nelle casse di Treia.

CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA - CALZEDONIA VERONA 3-1 (22-25, 25-21, 25-19, 27-25)

CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA: Henno (L), Parodi 12, Paparoni, Stankovic 6, Kovar 8, Sabbi 19, Monopoli, Kurek 8, Baranowicz 5, Podrascanin 11. Non entrati Vitelli, Bonacic. All. Giuliani.

CALZEDONIA VERONA: Zingel 10, Coscione 1, Pesaresi (L), Gasparini 10, Deroo 9, White 5, Bellei 1, Sander 19, Anzani 8. Non entrati Gitto, Blasi, Centomo, Borgogno. All. Giani.

ARBITRI: Rapisarda, Vagni.

NOTE - Spettatori 1700, incasso 6600, durata set: 27', 25', 25', 33'; tot: 110'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento