Sabato, 16 Ottobre 2021
Sport Borgo Nuovo / Via Luigi Galvani

Chievo Verona, iscrizione alla Serie B in bilico dopo la respinta della Covisoc

La commissione di vigilanza ha ritenuto incompleta e quindi non ammissibile la domanda di iscrizione del club gialloblù, che ha annunciato ricorso

L'iscrizione del Chievo Verona al prossimo campionato di Serie B è, al momento, in sospeso. Ieri, 8 luglio, poco dopo le 23, la Covisoc (Commissione di vigilanza sulle società di calcio professionistiche) ha respinto la richiesta di iscrizione presentata dal club gialloblù, il quale ha risposto nel giro di mezz'ora annunciato ricorso. Il Chievo infatti ritiene «di aver operato in linea con le normative vigenti e federali», come si legge nella nota con cui ha comunicato l'intenziose di impugnare la decisione della Covisoc.

I principali dubbi dell'organismo si concentrerebbero su alcune rateizzazioni fiscali presentate dal club. Rateizzazioni che non hanno convinto la Covisoc, la quale ha ritenuto la domanda d'iscrizione clivense incompleta e quindi non ammissibile. La partecipazione del Chievo al campionato di Serie B è, comunque, ancora possibile. Entro martedì prossimo, la società scaligera può presentare tutte le integrazioni richieste dalla Covisoc, regolarizzando così la propria posizione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chievo Verona, iscrizione alla Serie B in bilico dopo la respinta della Covisoc

VeronaSera è in caricamento