rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Sport

Comunicato di Pastorello: "Non sono un prestanome"

L'ex patron giallobl: "Ho i documenti che attestano che l'Hellas mio"

Giambattista Pastorello reagisce alle accuse di essere un prestanome formulate dalla procura della Repubblica di Parma. Ieri l'ex patron gialloblù ha infatti diffuso un comunicato proprio relativo all'inchiesta proposta dalla trasmissione Report di RaiTre andata in onda domenica sera.

"In merito alle notizie concernenti l'effettiva proprietà dell'Hellas Verona spa, tengo a precisare che le conclusioni alle quali è giunta la Procura della Repubblica di Parma sono esclusivamente delle ipotesi accusatorie formulate nel corso di un'indagine che non è ancora conclusa. E' dunque doveroso, innanzitutto, evitare di spacciare per assodati, fatti che tali non sono. Per quanto concerne il merito della vicenda, sono in possesso dei documenti necessari a smentire quanto è stato erroneamente ipotizzato e ho dato mandato ai miei legali di tutelare gli interessi della P&P srl e i miei personali, nelle sedi competenti".


Tuttavia se è vero che l'inchiesta non è ancora chiusa è altrettanto vero che non è affatto impossibile che Pastorello sia in possesso dei documenti che accerterebbero la proprietà dell'Hellas da parte sua. Anche quelli però dovranno essere vagliati dalla Procura che tuttavia continua a sostenere che la squadra gialloblù fosse di Calisto Tanzi..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunicato di Pastorello: "Non sono un prestanome"

VeronaSera è in caricamento