Concreto e lucido, il Verona Rugby espugna il campo di Colorno per 8-35

Verona mantiene la vetta della classifica con un punto di vantaggio sui prossimi avversari, il Valsugana. Coach Zanichelli: "Mancano ancora quattro partite ai playoff"

Con una partita da incorniciare, concreta e lucidità, il Verona Rugby ha espugnato Colorno con un netto 8-35 e mantiene la vetta della classifica con una lunghezza di vantaggio sul Valsugana.

L'inizio della partita in terra emiliana è stato equilibrato. Al 13' Colorno rompe il ghiaccio con un calcio piazzato ravvicinato di Cozzi. Verona non si scompone, difende forte, cresce e quando ha il primo ovale buono, segna. Touche poco dopo la metà campo, bella penetrazione del tallonatore Silvestri e sull'uscita rapida dal punto di incontro le belle mani di Pavan e Mariani permettono a Beltrame di volare per 30 metri sino alla meta. McKinney converte e si va sul 3 a 7. Gli antracite alzano l’intensità e, dopo un piazzato a vuoto di McKinney, segnano nuovamente. Un placcaggio in ritardo consente di trovare una penaltytouche ai 20 metri. Il pacchetto di mischia veronese è perfetto nel servire Zago che timbra il secondo sigillo. Perfetta trasformazione di McKinney e Verona si porta a +11 (3-14). Colorno sente che la partita sta scivolando via e prova a reagire. Le percussioni vengono però costantemente respinte e quando gli emiliani provano a forzare l'attacco arriva la terza meta veronese con Riccardo Pavan che deposita tra i pali alla mezz'ora per il 3-21 con cui si chiude la prima frazione.

Nella ripresa ci si attende la reazione dei locali, ma è ancora Verona a dominare. Al 7' il match si chiude virtualmente con la quarta meta ospite. Mountariol intercetta la palla ovale gestita in modo scomposto dall'attacco di Colorno e plana tra i pali della metà campo avversaria. I cambi non fanno perdere nulla a Verona che gioca con grande carica agonistica, forza mentale e lucidità tattica. Al 30' arriva allora il quinto sigillo scaligero con l’ala Beltrame. McKinney non sbaglia la quinta trasformazione dal corner per il 3-35. Colorno si butta in avanti e allo scadere ottiene con Castagnoli la meritata meta della bandiera che fissa il punteggio finale sull'8-35.

Siamo stati bravi - ha commentato l'allenatore del Verona Rugby Zanichelli - Siamo scesi in campo con la giusta determinazione e tutti i ragazzi hanno dato il loro contributo. Chi è subentrato in corso di match ha mantenuto alto il livello dell'intensità e così non abbiamo mai perso il controllo della partita. Festeggiamo una vittoria sudata e guadagnata con merito contro un avversario temibile, ma non dimentichiamoci che mancano ancora quattro partite. La prossima sarà subito con un'altra diretta concorrente per l'accesso ai playoff, il Valsugana, e noi dovremo farci trovare pronti.

Rugby Colorno: Cozzi, Castagnoli, Ceresini, Terzi, Papa, Silva (69' Scalvi), Lucchin (59' Boccarossa), Nibert (65' Da Lisca), Borsi (55' Canali), Du Plessis, Minari (50' Modoni), Canali, Sito Alvarado, Goegan (22' Romano), Pomaro (65' Redolfini). All. Sinclair.

Verona Rugby: Mariani, Melegari, Pavan (63' Neethling M.), Quintieri, Beltrame, McKinney (70' Corso), Soffiato (70' Leso), Riccioli, Rossi (60' Braghi), Zago (60' Spinelli), Cattina, Mountariol, Galliano (62' Rizzelli), Silvestri (70' Neethling R.), D'Agostino (65' Girelli). All. Zanichelli, Borsatto, Badocchi.

Arbitro: Vivarini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto "vola" su altre due vetture a Pescantina in un parcheggio: spunta l'ipotesi della rissa

  • Investito da un treno a Balconi di Pescantina: caos e disagi in stazione

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 18 al 20 ottobre 2019

  • Col furgone tampona mezzo pesante in A22, muore giovane veronese

  • Veronese violentata dopo una serata al Mascara, arrestato il branco

  • Volotea, due nuove rotte dal Catullo e l'offerta biglietti sfiora il milione

Torna su
VeronaSera è in caricamento