rotate-mobile
Sport

Col Napoli capolavoro di Pioli. Salvezza pi vicina

L'allenatore ha avuto il coraggio di cambiare la difesa e l'intuizione di affidarsi a Moscardelli

Il Chievo vince anche il secondo derby tra i ciuchini e si erge a bestia nera del Napoli, sconfitto 3-1 all'andata e 2-0 nella partita di ieri sera. Straordinaria la prova di tutti i gialloblù con un particolare elogio per Moscardelli, autore di un gol incredibilmente bello, e per Gennaro Sardo, animato da un sacro fuoco contro la squadra della sua città.

Il Chievo torna così nella colonna di sinistra della classifica a soli cinque punti dalla Juventus e soprattutto a +9 sulla zona retrocessione. Moscardelli è stato il simbolo dei gialloblù di ieri sera, umile e decisivo. Il ragazzo, al quinto centro stagionale, è stato freddo come il ghiaccio quando ha trafitto De Sanctis con uno spettacolare tiro a giro, in panchina però piangeva per un gol clamorosamente sbagliato. A mettere in sicurezza il risultato ci aveva comunque pensato Gennaro Sardo, improvvisatosi Maradona per una notte, capace di saltare mezza difesa del Napoli e di segnare un gol da cineteca. Unica nota stonata l'ammonizione presa per essersi tolto la maglia, un gesto inutile visto che sotto la divisa del difensore avrebbe dovuto esserci una t-shirt con la foto della moglie, della figlia e della nipotina che però era rimasta nello spogliatoio...


Il successo lancia il Chievo verso la salvezza e conferma Pioli come uno dei migliori talenti in panchina del nostro campionato. Il tecnico ieri ha avuto la freddezza necessaria per gestire la situazione girando a cinque la difesa e lanciando un Moscardelli non sempre in palla nell'ultimo periodo. Bravo e fortunato, ma nel calcio nessuno senza buona sorte ha mai concluso niente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Col Napoli capolavoro di Pioli. Salvezza pi vicina

VeronaSera è in caricamento