menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto chievoverona.it

Foto chievoverona.it

Chievo Verona - Udinese, le probabili formazioni | Maran rivoluziona l'attacco?

Stepinski e Pucciarelli sembrano essere destinati a partire dall'inizio contro i bianconeri, mentre l'infortunio di Gamberini spiana la strada in difesa alla coppia Dainelli-Tomovic

Con il 2018 prende il via anche il girone di ritorno di Serie A, che vede il Chievo Verona ospitare l'Udinese allo stadio Bentegodi alle 18 di venerdì 5 gennaio. 

Con la fine del 2017, Maran spera che sia terminato anche il momento difficile della sua squadra, che nelle ultime cinque partite ha raccolto un solo punto, vedendo così allontanarsi la zona più nobile della classifica e avvicinarsi quella più "pericolosa". 
L'arrivo di Oddo sulla panchina bianconera ha portato un deciso cambio di rotta con cinque successi in sei giornate e una risalita impetuosa verso i posti per l'Europa League. Il tecnico vuole proseguire nella sua striscia vincente e verrà quindi a Verona con l'obiettivo di conquistare i tre punti. 

I PRECEDENTI - Le due formazioni si sono scontrate 15 volte sul campo di gioco di veronese, con un bilancio che le vede in perfetta parità, con 4 vittorie per ambedue le società e 7 pareggi. 

QUI CHIEVO VERONA - "Abbiamo voglia di cambiare, dobbiamo proiettarci su ciò che verrà domani facendo tesoro di ciò che è accaduto nelle ultime partite. Stiamo attraversando un momento così così e lo dobbiamo superare. Siamo rammaricati, avremmo voluto fare risultati diversi, ma siamo comunque in una buona posizione di classifica e dobbiamo solo cercare di far girare questo momento, trasformandolo da negativo in positivo.
L'Udinese è la squadra più in forma del campionato, lo dicono i risultati: sarà una delle sorprese del torneo da qui a maggio. Ben venga questo test, il più difficile in questo momento, dobbiamo fare una prestazione maiuscola contro l'avversario attualmente più difficile da incontrare. Le critiche? Questo mondo è fatto così, quando vinci sei un fenomeno, quando perdi sembra che sia tutto da buttare. Quello che serve ora è la rabbia e la voglia di chiudere questo momento, dobbiamo farlo con la forza di tutto il gruppo". 
Maran vuole provare ad invertire la tendenza delle ultime partite, ma per farlo dovrà rinunciare, oltre a Castro e Meggiorini, anche a Gamberini. Probabile quindi che il tecnico decida di schierare Tomovic al fianco di Dainelli, con Cesar in panchina e Cacciatore e Gobbi sulle fasce. A centrocampo invece il dubbio sembra essere tra Nicola Rigoni e Bastien, mentre pare certo l'utilizzo di Radovanovic, Hetemaj e Birsa. Per quanto riguarda l'attacco invece, Stepinski e Pucciarelli sembrano essere in vantaggio su Inglese e Pellissier, ma probabilmente Maran scioglierà solamente all'ultimo i propri dubbi. 

QUI UDINESE - "Il Chievo è un’ottima squadra, molto ben organizzata e con un gruppo che nel corso degli anni ha fatto ottime cose. In questo periodo sta avendo qualche problema, ciononostante anche nelle ultime partite ha offerto sempre ottime prestazioni, noi non dobbiamo pensare di andare incontro a una partita semplice, quella clivense è una squadra esperta che sa come uscire dai momenti di difficoltà, perciò inevitabilmente sappiamo di andare a giocare una partita contro una squadra che può mettere in difficoltà qualsiasi avversario, anche l’Udinese.
Sono tutte difficili le partite, non ci sono mai avversari semplici, ogni squadra ha le sue peculiarità e capacità di mettere in difficoltà le squadre avversarie. Sarà una partita tosta perché si tratta di una partita di serie A, un campionato nel quale ogni domenica ci possono essere delle difficoltà. Noi siamo concentrarti su quanto di buono potremo fare: se saremo bravi potremo portare a casa punti, mentre se sarà più bravo il Chievo sarà motivo di analisi. Noi in questo momento dobbiamo essere bravi a sfruttare la nostra autostima sempre con il massimo rispetto per l’avversario e con la massima umiltà.
Birsa è un giocatore di grande qualità e che nei momenti topici della partita ha il piede giusto per cambiare il trend della partita. Loro sono bravi nei calci piazzati quindi dovremo stare attenti a non concedere loro calci di punizione dalla tre quarti. Lasagna sta facendo benissimo, ma come lui anche altri giocatori della rosa, il nostro obiettivo è quello di far rendere al massimo il maggior numero possibile di giocatori. Come per tutti anche per Kevin vale il ragionamento di fare in modo che attraversi più momenti positivi rispetto a quelli negativi nel corso di questa stagione".
Oddo non si fida del momento di difficoltà dei clivensi, che vede come un ostacolo difficile da superare. L'allenatore bianconero però non potrà fare affidamento sugli infortunati Angella, Behrami e Adnan, così in difesa insieme a Danilo e Larsen dovrebbe esserci Samir e non Nuytinck. A centrocampo Fofana è in vantaggio su Hallfredsson, mentre la fascia sinistra verrà affidata a Pezzella, ma il ballottaggio più difficile per il tecnico riguarda l'attacco, dove Maxi Lopez e De Paul si giocano il posto al fianco di Lasagna. 

ARBITRO - Daniele Chiffi di Padova. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento