menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
fonte foto Instagram AC Chievo Verona

fonte foto Instagram AC Chievo Verona

Sotto di un goal, il Chievo nel 2° tempo parla Inglese e la Spal non capisce più nulla

Senza Castro e Radovanovic i ragazzi di Maran soffrono e vanno in svantaggio nel primo tempo, ma un grande Inglese con una doppietta regala ai suoi una vittoria fondamentale

Non era una partita semplice e lo si sapeva, perché a dispetto della posizione di classifica la Spal è un squadra in crescita, ma soprattuto il Chievo era la prima volta che si trovava a dover fare i conti con l'assenza pesantissima di Castro a centrocampo, in concomitanza con quella di un altro uomo fondamentale come Radovanovic.

L'inizio della gara è stato sofferto e durante tutto il primo tempo la formazione di Maran è apparsa abulica e disorientata. L'autogoal di Cesar, sfortunato e maldestro, arrivato al 17' è solo l'emblema di una prestazione corale decisamente sottotono, ad eccezione di Sorrentino. Se il Chievo ha potuto dare vita alla straordinaria rimonta della seconda parte di gara, è infatti proprio grazie al suo portiere che in almeno quattro circostanze si è rivelato davvero decisivo (da incorniciare il triplo miracolo nello spazio di un minuto al 34' su Bonazzoli, Rizzo e poi Grassi).

Il tabellino del match al Bentegodi

Fino al 45' è la Spal a fare la partita con un maggiore piglio in attacco e la voglia di trovare la prima vittoria esterna della stagione. Il Chievo si riassume tutto in un tentativo di pallonetto d'Inglese al 39', innescato da un errore in disimpegno da parte di Felipe, con Gomis che in uscita riesce però a respingere. Negli spogliatoi Maran deve essersi fatto sentire parecchio con i suoi, perché nella seconda frazione i padroni di casa cambiano decisamente marcia. 

Pronti via e nello spazio di dieci minuti Inglese trova subito la via della rete, ma la sua posizione è giudicata irregolare. Tutto da rifare dunque, nel frattempo Maran inserisce Pellissier per uno spento Meggiorini al 57'. Ed è proprio il capitano ad essere decisivo dieci minuti dopo nell'azione del pareggio clivense: cross dalla sinistra di Gobbi, colpo di testa in area di Pellissier rimpallato da Felipe, il pallone carambola sui piedi di Inglese che non ci pensa due volte a buttarla dentro da distanza ravvicinata. 

Il Chievo galvanizzato dal pari sembra così ritrovare anche geometrie e agonismo. Birsa al 77' ci prova da lontano con un tiro mancino che termina alto non di molto, qualche minuto dopo con un cross velenoso dalla trequarti che impensierisce non poco Gomis. È il preludio al vantaggio gialloblu che non tarda ad arrivare, manco a dirlo sempre grazie a Pellissier con finalizzatore Inglese. L'azione è da manuale: percussione al centro con triangolazione rapida Birsa-Pellissier-Inglese, stop col sinistro di quest'ultimo e tiro immediato di destro. L'estremo difensore della Spal è battuto, ribaltone Chievo, il resto è accademia. 

Maran e i suoi salgono così a quota 20 punti in classifica che alla 14^ giornata di campionato sono un bottino davvero niente male e, cosa molto importante, consentono di affrontare i prossimi impegni (Inter e Roma) con una tranquillità invidiabile. Per il resto le vere preoccupazioni potrebbero arrivare dal mercato di gennaio, quando il man of the match della serata potrebbe approdare sulle placide sponde partenopee e tutto il Chievo sarebbe allora costretto a dover prender ripetizioni d'Inglese

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento